Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteMalattie e disfunzioniDiabete · 1 decennio fa

cosa è il piede diabetico?

è urgentissimo

8 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    I piedi sono tra le parti del corpo più vulnerabili per le complicanze diabetiche. È quindi utile dedicarvi una sezione a parte. La mancata prevenzione e cura di queste complicanze può portare, a lungo andare, alla claudicatio e, nei casi estremi, all'amputazione di parte o dell'intero arto.

    Il piede è una delle parti del corpo più esposta quotidianamente a colpi e sofferenze di ogni genere. Nei diabetici, col tempo, questi danni ripetuti possono portare a ferite che si cicatrizzano lentamente o a infezioni difficili da curare e, in alcuni casi più gravi, richiedono l'intervento del chirurgo.

    Alla base ci sono due motivi. Il primo è un ridotto flusso di sangue negli arti inferiori (soprattutto dal ginocchio al piede), causato dal restringimento delle arterie, uno degli effetti più comuni del diabete. Il secondo è la progressiva distruzione dei nervi che arrivano al piede, che causa una riduzione della sensibilità (anche di quella al dolore) e della capacità di movimento, e che facilita, a sua volta, la comparsa delle lesioni.

    Quando il flusso di sangue alla gamba si riduce, compaiono: crampi al polpaccio o al piede, che si accentuano camminando e si riducono con il riposo (nelle forme più gravi il dolore è presente anche a riposo, e si fa più intenso di notte), e la sensazione di avere il piede freddo. La pelle del piede è pallida, fredda, lucida e sottile (il pallore aumenta in posizione sdraiata e quando si solleva la gamba, che diventa invece rossa o violacea se la si appoggia a terra). Altri segni che devono far sospettare un disturbo della circolazione locale sono la presenza di ulcere sull'alluce, sul quinto dito, sul tallone e tra un dito e l'altro. Le ulcere sono aree in cui al posto della pelle si forma una piaga circondata da un alone rosso, che tende a infettarsi.

    I disturbi che dipendono, invece, dal danno dei nervi sono: pelle secca, disidratata, con numerosi calli; eventuali cambiamenti della sensibilità; la riduzione del volume dei muscoli; la presenza di ulcere circolari sulla pianta dei piedi, profonde talvolta fino alle ossa; il gonfiore di piedi e caviglie. Le ulcere sono provocate anche da sofferenze apparentemente minime (per esempio dall'utilizzo di scarpe strette), da oggetti taglienti (forbici) o da fonti di calore (scaldini e borse dell'acqua calda).

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Da quel che ho capito il piede diabetico dipende dalla neuropatia che nei diabetici attacca gli arti inferiori.il circolo sanguigno non funziona a dovere e le ferite o le lievi abrasioni possono celermente trasformarsi in piaghe infettate che degenerano in cancrena.

    "Si parla di piede diabetico quando la neuropatia diabetica o l’arteriopatia degli arti inferiori compromettono la funzione o la struttura del piede .

    I due quadri, definiti anche come piede neuropatico o piede ischemico, sono profondamente diversi tra loro: tuttavia nella gran parte dei soggetti, soprattutto di età avanzata, coesiste sia la neuropatia che la vasculopatia e si parla quindi di piede neuroischemico.

    Un grave rischio di complicazione per un piede diabetico, in presenza di una ulcera aperta, è la probabile insorgenza di una infezione; questa infatti costituisce spesso la vera causa che ne determina l'amputazione."

    Lo stralcio tra virgolette è tratto dal sito www.ilpiedediabetico.it

  • Joshua
    Lv 4
    3 anni fa

    Consiglio un ottimo sistema naturale che può aiutare chi soffre di diabete http://GuarireDiabete.teres.info/?yD5u Le basi della terapia del diabete sono il corretto stile di vita e l’alimentazione adeguata, personalizzati sulla base del tipo di diabete, dell’età, del grado di sovrappeso e delle esigenze individuali quotidiane. Questo prodotto può aiutare molto ma deve comunques essere affiancato da una cura medica vera e propria.

  • 3 anni fa

    2

    Fonte/i: My Diabetes Gone Completely : http://DiabetesGoFar.com/?XPvq
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 5 anni fa

    Ciao, ti consiglio questo articolo, è uno dei pochi che distingue tra sintomi di diabete tipo I e II, potrebbe essere importante! http://goo.gl/8ezIET

    In bocca al lupo!

  • 5 anni fa

    Per la misurazione della glicemia io uso un glucometro della Medisana che ho comprato su Amazon a meno di 20 euro. Ha tante funzioni tra cui il diario diabetico, avviso automatico chetone e possibilità di interfacciarsi con lo smartphone per il trasferimento dati. Non male davvero.. Lo consiglio..

    Ecco il link su Amazon se volete vedere le sue caratteristiche ed eventualmente ordinarlo http://amzn.to/1u3m6wX

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Si, è proprio cosi, eccesso di zuccheri nel sangue fuori della norma e per un tempo troppo prolungato.

    Inizia con una semplice infiammazione che può partire dalle unghie del piede, perdendo anche la sensibilità, e se non si procede a riportare il valore degli zuccheri e pressione sanguigna nella norma, dalle punta delle dita, passa al piede e continua a salire, come una vera e propria Cancrena.

    Non sono un dottore, ma queste parole le ho scritte perche le ha vissute quel "cocciuto" di mio padre; lui pian piano ha perso la vista(in parte), poi un giorno ha pestato l' alluce del piede, e da li ha iniziato ad avere problemi;

    vedendo male e avendo poca sensibilità, anziche curarsi, si è autolesionato;

    poi mia madre(papà è "allergico" hai dottori) ha confessato che ogni volta che nostro babbo si disinfettava, perdeva molto sangue.

    siamo riusciti a convincerlo di questa "malattia", facendogli fare ulteriori analisi, evitandogli così l 'amputazione del dito, sperando che si controlli spesso la glicemia.

    Adesso esiste l' insulina a "controllo-elettronico-monitorato", che tramite un tubicino con un piccolo ago-farfallina inserito sotto-cute, a seconda della lettura della glicemia(in tempo-reale) rilascia la dose giusta di insulina.

    I sintomi di papà sono stati: bere acqua ghiacciata(dal frigorifero) anche d' inverno, calo di vista, lievi contusioni o graffi(negli arti) con periodi troppo prolungati alla guarigione.

    Mio padre all' inizio dei "problemi",diceva che la "causa" sua, non era il Diabete( malgrado avesse470 di glicemia,a livelli di coma),che si era solo lesionato il dito perche aveva urtato il gradino di casa per la seconda volta!

    Bisogna imparare a convivere con il Diabete, seguire costantemente le visite periodiche nei Centri-Diabete, e seguire una giusta e corretta alimentazione, e zuccheri nella normalità tramite insulina, ogni santo giorno.

    Chiedi approfondimenti sul Diabete;

    il piede-diabetico se preso in tempo, può guarire del tutto.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    una mia amica ha delle ferite agli alluci..che, essendo diabetica non rimarginano. C'è gente che non puo' nemmeno andare dal pedicure per questo motivo.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.