Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Perché dio permette l'esistenza dell'Omosessualità anche nel Regno Animale,,,?

http://it.wikipedia.org/wiki/Omosessualit%C3%A0_ne...

Se per assurdo fosse vero, come dicono alcuni credenti e, per carità, anche qualche ateo, che essere omosessuali sia innaturale,,, perché esisterebbe l'omosessualità anche tra gli animali? A che pro? Se si ipotizza che gli Uomini omosessuali lo siano per propria volontà o per perversione (mi dissocio completamente), per quanto riguarda gli animali che giustificazione si può dare?

Aggiornamento:

@ Kronos: che squallore che sei tu,,, il cannibalismo esiste anche tra gli uomini,,, è lo sviluppo della civiltà che ce lo fa vedere innaturale per noi umani,,, e poi ti ricordo che gli animali sono aggressivi e attaccano o per difesa o per cacciare, non fanno guerre come è solito fare l'Uomo sai? Che squallore,,, tu sei eterosessuale perché te lo hanno insegnato a scuola o perché ti vien naturale esserlo? Beh, anche gli omosessuali lo sono per natura.

Aggiornamento 2:

@ Cogito: a parte il fatto che il nick name si adegua in malo modo alla tua statura razionale,,, chi te l'ha detto che gli omosessuali provano repulsione? Sono gay per masochismo? Ma mi verrebbe voglia di bestemmiare guarda porco zio,,,

Aggiornamento 3:

Ma alcuni di voi dovrebbero farsi rinchiudere,,, siete psicopatici. Ike, sai che tutte le prove che la Terra è rotonda sono solo delle prove false e in realtà il pianeta è sempre stato piatto? -.-"

23 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Gli animali che praticano l'omosessualità non provano repulsione (come invece fanno gli individui omosessuali umani) per gli individui di sesso opposto: si tratta più che altro di bisessualità.

    Comunque che cosa c'entra credenti e non credenti? Esistono credenti che accettano l'omosessualità (es. Benigni) e non credenti che non l'accettano (es. Giuliano Ferrara), pertanto il tuo discorso è un discorso che non c'entra (o c'entra poco) con la religione.

    Comunque l'omosessualità nell'uomo è legata più che altro alla formazione psicologica adolescenziale dell'individuo.

    Se esistessero animali veramente gay (non bisessuali), a mio parere la loro omosessualità deriverebbe comunque dalla "formazione" che hanno avuto durante la loro crescita.

    Es. come sono stati trattati, cosa hanno vissuto...

    Dunque ti ricordo che CARTESIO ERA CREDENTE, MI DISPIACE DI AVERTI RISVEGLIATO DAI TUOI SOGNI.

    Se non lo sapevi allora sei un ignorante, c'è poco da fare, studia e vergognati, ............ porco uomo(imprecazione)!!!!!; la stupidità umana è veramente infinita.

    Io mi definisco razionalista, perchè non confondo la fede con la ragione, COME FATE VOI. Io separo.

    E comunque non c'è contrapposizione tra fede e ragione

    C'è più contraddizione tra ateismo e ragione: Se sei materialista, dimmi, provami che la materia esiste...... NON PUOI, E' UN DOGMA CHE TU ASSUMI A PRIORI.

    Non credere che solo noi credenti abbiamo dogmi, perchè non è vero. E se credi il contrario, allora sei un ignorante

    Cosa cavolo mi mettete tutti sti pollici giù, io ho risposto alla domanda con il mio parere, e mi ritrovo ste offese. Cosa dovrei fare secondo voi?

  • da questo ne può conseguire solo una conclusione:

    che l'Omosessualità è Voluta da Dio (almeno nel mondo animale, e almeno tanto quanto ha voluto che mangiassero, dormissero o defecassero).

    E se l'Omosessualità è Voluta nel mondo animale. perchè mai dovrebbe proibirla in quella umana?

    E quando lo capiranno i cattolebani che la Vera Pratica PIù Contronatura di tutte è la CASTITA'?

    Misteri della fede...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Oggi su un forum ho letto i commenti di una persona

    che descriveva l'omosessualità come disgusto, abominio e cavoli vari

    E mi sono rattristato, mi ha fatto pena

    L'amore viene messo in dubbio, la fine dell'uomo è vicina

    Fonte/i: Ike ti prego dimmi che stai scherzando
  • Un omosessuale (come anche un bisessuale) non è assolutamente "contro natura".

    "La natura" include la totalità dell'universo stesso, fino alle particelle subatomiche, compreso gli animali, le piante, i minerali, tutte le risorse naturali ed eventi come uragani, cicloni e terremoti.

    Inoltre include sia il comportamento dei viventi che i processi connessi con oggetti inanimati.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Natura

    Quindi direi che fanno parte della natura esattamente come gli eterosessuali, con l'unica differenza che non possono riprodursi.

    Ma è natura anche quella, perchè non si tratta di una scelta voluta, ma di un modo di essere.

    Ti incollo questo pezzo sulla bisessualità nel regno animale:

    Bisessualità nel regno animale:

    Osservato sia allo stato libero che in cattività, il comportamento degli animali contraddice nettamente l'idea che i rapporti sessuali fra esseri dello stesso sesso siano una prerogativa degli esseri umani. Sono circa 450 le specie animali nelle quali sono stati osservati comportamenti di questo genere.

    L'elevatissimo numero di osservazioni scientifiche contrastano quindi con la definizione di questi rapporti come "contro natura" almeno se la si intende come definizione derivante da osservazioni naturalistiche. Fatta l'ovvia premessa che non possono esistere specie esclusivamente omosessuali, a seconda delle specie varia la percentuale di soggetti eterosessuali esclusivi, bisessuali e omosessuali esclusivi.

    Di seguito sono riportate le frequenze di comportamento sessuale di varie specie:

    *Gabbiano australiano (Chroicocephalus novaehollandiae) fra le femmine: 10% omosessuali; 11% bisessuali, 79% eterosessuali.

    *Gabbiano comune (Chroicocephalus ridibundus) - fra ambedue sessi: 22% omosessuali, 15% bisessuali, 63% eterosessuali.

    *Macaco giapponese (Macaca fuscata) - fra ambedue i sessi: 9% omosessuali, 56% bisesessuali, 35% eterosessuali.

    *Bonobo (Pan paniscus), una scimmia antropomorfa, - fra ambedue i sessi- 0% omosessuali, 100% bisessuali, 0% eterosessuali.

    *Cacatua pettorosa (Cacatua roseicapilla), un tipo di pappagallo: 44% omosessuali, 11% bisesessuali e 44% eterosessuali.

    Come si vede, nel caso del bonobo, una scimmia antropomorfa, con cui condividiamo il 96% del nostro patrimoni genetico, il comportamento bisessuale è addiritura l'unico praticato. Comportamenti bisessuali sono stati osservati in specie diversissime che vanno dalle ostriche, alle farfalle, alle giraffe.

    I dati riportati sono tratti da Biological Exuberance : Animal Homosexuality and Natural Diversity (Stonewall Inn Editions (Paperback)) di Bruce Bagemihl, probabilmente lo studio più completo sull'omosessualità nel regno animale.

    Se riuscissimo a liberarci dei pregiudizi della società* vivremmo molto meglio, in questo tutte le altre specie animali ci hanno sicuramente superato...

    *http://it.wikipedia.org/wiki/Pregiudizio_sistemico

    Un bacio.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    @cogito ergo sum: "Se sei materialista, dimmi, provami che la materia esiste"??? Ma ci rendiamo conto di che strage di neuroni è avvenuta nella mente di questo povero individuo? Ma secondo te tu di che ca**o sei fatto? Di spirito santo? Allora vai a ingravidare qualche verginella sposata per conto del tuo dio e non ti rendere ridicolo di fronte al mondo!

  • 1 decennio fa

    gli omosessuali provano repulsione per il sesso opposto? al di la della risibilità della frase, hai presente cosa significa repulsione? nel caso non lo sappia (come sembra dall'uso che ne fai) significa che se per caso un omosessuale e una donna passeggiano sulla stessa strada l'omosessuale prima vomita la cena di natale dell'anno prima poi con le forze rimastegli arranca il piu in fretta possibile in direzione opposta a quella dell'odiata donna.

    gli animali finiranno anche loro all'inferno, visto che quando da piccolo ti muore il gatto se ne va in paradiso, non vedo perchè se ha fornicato e fatto atti di sodomia non debba finire all'inferno

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Che risposte da repressi bugiardi credenti! Siete conformi alle leggi della natura umana voi, giusto? Hahaha...! Credenti, cattolici, obofobi, bigotti, falsi che non siete altro!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' il termine stesso di "innaturale" a non essere corretto. Giustamente come tu hai fatto notare in questa occasione (anche se è ormai una cosa saputa e risaputa) molti animali sono soliti praticare atti omosessuali, già solo questo fatto rende il termine "innaturale" del tutto sbagliato.

    Ma riguardo a queste pratiche mi sento di dover dire che non vanno prese come unica giustificazione dell'omosessualità tra gli umani; credo infatti che non dobbiamo ridurre la cosa in termini semplicistici del tipo "se lo fanno gli animali - esseri incoscienti per natura - possiamo farlo anche noi", trovo invece più giusto dire "siamo esseri liberi di poter fare le nostre scelte, voglio vivere da omosessuale e per questo lo faccio".

    A sostegno di questa mia opinione vorrei riportare una mia vecchia risposta a una domanda sullo stesso tema, guarda caso di chi, un certo Lupo F@bio :)

    Riporto, se non disturbo:

    "" Per dire il mio esiguo parere, penso che per confutare l'affermazione di "contro-natura" non sia d'obbligo ricercare le prove a sostegno di una tesi nella natura degli animali. Vi sono comportamenti animali dettati da necessità come la procreazione sessuata laddove è possibile, e comportamenti irrazionali non necessari quali per esempio il gioco. Penso difatti che le pratiche sessuali di due animali dello stesso sesso siano dettate dall'istinto irrazionale e non dalla ragione, si tratterebbe sempre di "gioco" quindi, svago, divertimento, o come lo volete chiamare voi.

    Ancora, non penso che sia una caratteristica presente nel comportamento degli animali il fatto di trovarsi come partner un esemplare dello stesso sesso per il resto della propria vita, o per una modesta parte; infatti non è mai il comportamento irrazionale quello che influenza in modo drastico la vita di un animale.. Ma la razionalità (esigua, considerando che si tratta pur sempre di un animale), quella che lo porta a scegliere un partner del sesso opposto e a procreare. Fosse il contrario ci sarebbero estinsioni di massa.

    Dire, lo fanno gli animali quindi noi esseri umani non dobbiamo essere da meno credo che sia errato.

    Ma nulla contro gli omosessuali, è un mio personale parere.

    . . .

    Gli animali sono mentalmente differenti dall'uomo, ma la loro intelligenza a volte può essere notevole se paragonata alla loro capacità mentale. Le scimmie mi sembra che siano una di quelle categorie che amano in modo incredibile il "gioco" (sempre nel significato di prima, ovvero gesti non razionali). Mi sembra quindi altrettanto logico e naturale che provino interesse nel continuare a praticare certi atti, non mi meraviglio nemmeno che pratichino la masturbazione essendo fisicamente molto simili all'uomo.. anche questa, se pur sempre inversosimile, è una caratteristica degli animali.

    Nessuno ha parlato di "coppia stabile", questo è un termine del tutto umano. Nel mondo animale non vi sono "coppie stabili" lo affermi anche tu stesso parlando di poligamia. Ma ricorda che anche nel mondo animale si tratta sempre di riprodursi con esseri del sesso opposto. L'istinto razionale lo porta sempre a crearsi un harem, che sia esso scimmia o leone, con diverse femmine e un numero sempre crescendo di figli. I gesti istintivi non lo portano se non al "gioco", al piacere inutile (e non è una cattiveria), e ad altro connesso. Anche per quanto riguarda l'esigua intelligenza animale dunque, esistono atti razionali e atti irrazionali. Mentre i primi favoriscono quantomeno il mantenimento della specie, i secondi il solo piacere vano e altre cose inutili.. e se l'uomo deve considerarsi un'animale in tutto e per tutto allora bene, ma se vive conformemente a seconda delle sue capacità di ragionare, il discorso è diverso. Putroppo è così, anche non volendo essere pessimisti.. se tutti fossimo gay daremmo alla crisi delle nascite il colpo fatale.

    Detto questo, considero ogni uomo libero di fare le proprie scelte, non penso che esprimere pareri sia contro-natura, anzi.

    Poi sono pareri diversi, io ho i miei come tu hai i tuoi.. si tratta di ordinaria natura. ""

    Ciao.

  • 1 decennio fa

    Dal punto di vista della natura, lo vedo come un comune meccanismo che serve a cercare di impedire il sovraffollamento in un ambiente già carico di specie animali, così che vi siano risorse per tutti;

    Dal punto di vista della persona, è la chimica a determinare ciò per cui si prova attrazione e ciò per cui si prova repulsione, perciò i gusti sono qualcosa di innato, che non si scelgono, ma si assecondano, o meno;

    Se vogliamo scendere sul sentimentale, dico che l'amore è cieco e che andrebbe vissuto nel modo più libero possibile, sia che si tratti di persone, sia che si tratti di animali, perchè, notizia dell'ultimo secondo, anche gli animali provano sentimenti, oltre ad essere guidati dall'istinto..

    E se mi permetti.. Omo è bello, ma Bi è meglio :)

    twi

  • Anonimo
    1 decennio fa

    perchè è un maiale perverso.

    ♥In Vena♥ Vαlerie.

  • 1 decennio fa

    L'omosessualità è presente in natura.

    Come anche lo stupro di gruppo, a volte pure con procurato aborto se il cuocciolo non è il proprio (delfini).

    Come anche l'incesto (felini)

    Come anche la necrofilia (germani reali)

    Eccetera

    Scusa ma se fossi omosessuale mi offenderei, dover tirare in ballo gli animali per giustificarsi è davvero triste, dato che loro si muovono ad istinto e noi non solo con quello.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.