Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Giochi e passatempiGiochi di carte · 1 decennio fa

qualcuno mi mette tutte le regole del poker??10 punti!?

non passatemi link perchè ho un blocco al pc che non mi fa andare su zone con giochi d'azzardo e contenuti adulti,quindi se qualcuno mi fa copia/incolla direttamente le regole e qualche trucchetto del poker tradizionale...do 10 punti a chi fa come ho chiesto...

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    è lungo ma c'è tutto!!!!!!!!

    Le Regole del Poker in Sintesi. Anche in questa sezione faremo riferimento alla popolare variante del Texas Hold'em. Per le altre varianti si rinvia alla descrizione specifica che si trova nella lista a destra. Ai giocatori vengono distribuite 2 carte a testa dette "poket cards" o carte personali. Queste sono visibili solo al giocatore che le ha ricevute. In base ad un calcolo probabilistico (ma non solo) ogni giocatore decide a turno l'azione da compiere al fine di vincere il round (la mano) o di risparmiare denaro nel caso questo obbiettivo dovesse sembrare irraggiungibile. Ogni giocatore a turno in senso orario potrà quindi decidere di: a) puntare (bet): mettendo del denaro nel centro del tavolo (che andrà a sommarsi a quello degli avversari e formerà il montepremi per cui si gioca) in modo da costringere gli avversari a "pagare" la stessa somma per continuare a giocare. b) passare (fold): spingendo le proprie carte personali al centro del tavolo rinunciando a giocare oltre ma anche evitando di dover mettere ulteriore denaro nel piatto. c) vedere (call): "pagare" un importo pari a quello puntato dai giocatori che lo hanno preceduto in modo da poter continuare a giocare – anche questo denaro andrà ad aggiungersi al piatto al centro del tavolo. d) rilanciare (rise): azione che consiste nel vedere la puntata fatta dai giocatori precedenti e aggiungendo ancora del denaro in modo che siano loro ora a dover decidere se pagare ancora per giocare. e) cip (check o anche bussare): quando é il turno di agire per un giocatore ma nessuno prima di lui ha puntato o rilanciato, questo giocatore può fare cip ossia restare in gioco senza "pagare" nulla.

    Il gioco prosegue con la distribuzione delle carte comuni ossia delle 5 carte che verranno scoperte al centro del tavolo e che tutti i giocatori potranno usare per formare la propria mano (la combinazione di 5 carte). Le carte comuni vengono distribuite in tre fasi: il "flop", con il quale si danno 3 carte comuni; il "turn", che aggiunge 1 carta comune; il "river" che aggiunge 1 carta comune. Prima del "flop" e dopo ognuna delle fasi di distribuzione delle carte comuni i giocatori hanno la possibilità di "parlare" ovvero compiere una delle cinque azioni sopra elencate. Il gioco si conclude quando resta un solo giocatore dopo che tutti gli altri hanno passato oppure quando viene decretato un vincitore in base alla combinazione di valore maggiore. Questa seconda possibilità é detta "showdown" e prevede che tutti i giocatori ancora in competizione dopo l'ultima sequenza di azioni (quella che segue il "river") mostrino le proprie 2 carte personali in modo che si possa valutare chi ha realizzato la mano più alta.

    Se vai sul sito www.PokerNews.com c'è tutto il resto!!

    ciaociao!!

  • 1 decennio fa

    a poker si danno due carte a ogni giocatore la carta piu alta e lasso poi il re la donna il fante e dopo tutte quelle altre carte a numeri.

    se mentre giochi a poke te puoi o puntare che vuol dire mettere i soldi e scommettere oppure ceck che passi il turno senza puntare dipende dalle carte che ai in mano se ai un 1 e 1 punta tanto invece se ai carte basse no.si parte da una coppia che significa avere due carte uguali poi un tris che quando ai tre carte uguali poi ce colore che quando ai almeno 5 carte dello stesso colore e dopo ce scala che e per esempio 5 6 7 8 9 non importa se e a quori o a denari importa il numero.spero che ti sia utile ciaoooo!!!!

    Fonte/i: fonti segrete
  • 1 decennio fa

    II. Le Regole del Poker

    Premettiamo che si farà di seguito riferimento alla variante americana – intendendo con questa il Texas Hold'em Poker – del gioco sia per la composizione del mazzo di carte che per il valore delle combinazioni.

    I Giocatori ed i Tavoli. Il numero dei giocatori puó variare da due, per il gioco testa a testa (conosciuto anche come heads-up), fino a dieci nei tornei a tavolo singolo o nei cash games (quelli con puntate in denaro reale). I tornei multi-tavolo non prevedono un numero massimo di partecipanti e, a meno di un limite specificato dagli organizzatori del torneo, si possono avere competizioni con oltre 1000 partecipanti distribuiti su più tavoli.

    Il Mazzo di Carte. Per le varianti americane del poker si ricorre ad un classico mazzo francese da 52 carte. In questo non sono quindi inclusi i Jolly. Le carte sono divise in quattro gruppi detti "semi" – cuori, quadri, fiori, picche – di 13 carte ognuno. Ogni seme include nove carte numerate dal 2 al 10, tre figure (Jack, Donna e Re) ed un Asso. Il valore delle carte é, in ordine crescente, 2, 3,…10, J(jack), Q (donna), K (re), Asso. Da notare che, a differenza di numerosi giochi italiani, i semi hanno tutti lo stesso valore! Pertanto un Asso di cuori vale esattamente come un Asso di picche o altro seme.

    Scopo del Gioco. Lo scopo di ogni partita di poker é quello di vincere il montepremi posto al centro del tavolo che viene, in gergo, chiamato piatto. Il piatto é l'ammontare del denaro o delle fiches scommesse dai giocatori nel corso di ogni round di gioco. Il piatto può essere vinto in due modi: formando la combinazione di 5 carte di maggior valore, superando quindi le combinazioni degli avversari, oppure inducendo tutti gli altri giocatori a passare, ossia a ritirarsi dal gioco, prima della sua conclusione.

    Le Regole del Poker in Sintesi. Anche in questa sezione faremo riferimento alla popolare variante del Texas Hold'em. Per le altre varianti si rinvia alla descrizione specifica che si trova nella lista a destra. Ai giocatori vengono distribuite 2 carte a testa dette "poket cards" o carte personali. Queste sono visibili solo al giocatore che le ha ricevute. In base ad un calcolo probabilistico (ma non solo) ogni giocatore decide a turno l'azione da compiere al fine di vincere il round (la mano) o di risparmiare denaro nel caso questo obbiettivo dovesse sembrare irraggiungibile. Ogni giocatore a turno in senso orario potrà quindi decidere di: a) puntare (bet): mettendo del denaro nel centro del tavolo (che andrà a sommarsi a quello degli avversari e formerà il montepremi per cui si gioca) in modo da costringere gli avversari a "pagare" la stessa somma per continuare a giocare. b) passare (fold): spingendo le proprie carte personali al centro del tavolo rinunciando a giocare oltre ma anche evitando di dover mettere ulteriore denaro nel piatto. c) vedere (call): "pagare" un importo pari a quello puntato dai giocatori che lo hanno preceduto in modo da poter continuare a giocare – anche questo denaro andrà ad aggiungersi al piatto al centro del tavolo. d) rilanciare (rise): azione che consiste nel vedere la puntata fatta dai giocatori precedenti e aggiungendo ancora del denaro in modo che siano loro ora a dover decidere se pagare ancora per giocare. e) cip (check o anche bussare): quando é il turno di agire per un giocatore ma nessuno prima di lui ha puntato o rilanciato, questo giocatore può fare cip ossia restare in gioco senza "pagare" nulla.

    Il gioco prosegue con la distribuzione delle carte comuni ossia delle 5 carte che verranno scoperte al centro del tavolo e che tutti i giocatori potranno usare per formare la propria mano (la combinazione di 5 carte). Le carte comuni vengono distribuite in tre fasi: il "flop", con il quale si danno 3 carte comuni; il "turn", che aggiunge 1 carta comune; il "river" che aggiunge 1 carta comune. Prima del "flop" e dopo ognuna delle fasi di distribuzione delle carte comuni i giocatori hanno la possibilità di "parlare" ovvero compiere una delle cinque azioni sopra elencate. Il gioco si conclude quando resta un solo giocatore dopo che tutti gli altri hanno passato oppure quando viene decretato un vincitore in base alla combinazione di valore maggiore. Questa seconda possibilità é detta "showdown" e prevede che tutti i giocatori ancora in competizione dopo l'ultima sequenza di azioni (quella che segue il "river") mostrino le proprie 2 carte personali in modo che si possa valutare chi ha realizzato la mano più alta.

    III. Valore delle Combinazioni: le Mani del Poker

    Per "mano" nel poker si intende sia un round di gioco – quello che va dalla distribuzione delle carte alla vincita del piatto da parte di un giocatore – sia la combinazione di carte realizzata da un giocatore. In questa sezione considereremo la "mano" in questa seconda accezione. Le mani si compongono in modo differente a seconda della variante che si sta giocando.

    Nel Texas Hold'em ogni giocatore riceve due carte person

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il poker non si impara leggendo due regollette si impara guardandolo e giocando guarda qualche partita di poker su italia uno a 0:00 e meglio che stare li ore a guardare un mokkio di parole

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.