Panta rei ha chiesto in Matematica e scienzeIngegneria · 1 decennio fa

Quali materiali esistono per la schermatura da onde elettromagnetiche? E come si applicano?

Dovrei schermare un immobile che è proprio in asse all’elettrodotto. L’immobile che si trova all’interno della fascia di salvaguardia di 70 ml sia destra che a sinistra del traliccio.Il traliccio ( categoria B) in questione è una doppia terna non ottimizzata ed ha una tensione di 132kV. La casa ha un’altezza massima di 4 metri, i cavi dell’elettrodotto penso che siano ad un altezza di 12 metri da terra. La superficie dei soffitti è di 164 metri quadri tolte le pareti interne ed esterne. Avevo letto che bisognava mettere una schermatura con mumetal. Mi hanno proposto di usare una guaina schermante a base di grafite con una resistenza elettrica: < 2 kOhm/o. Su questa soluzione ho dei forti dubbi

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Se l'edificio ò già costruito è una impresa disperata. Se è da costruire si può fare con accorgimenti propri della carpenteria metallica leggera. Al posto di una schermatura perfetta si può migliorare molto con una schermatura parziale.

    La schermatura dovrebbe essere in lamiera di ferro a basso tenore di carbonio continua. Spessori modesti, dai 1 ai 2 mm sono già efficaci.

    Al suo posto è efficace rete metallica da calcestruzzo maglia 100x100 mm spessore 5, l'importante è la meticolosa saldatura fra i fogli. DOve c'è una discontinuità (traferro) si crea un polo magnetico localizzato.

    Lascia stare il mumetal che costa un occhio della testa e fa lo stesso effetto sulle frequenze industriali.

    Aperture come finestre e porte devono per forza rimanere aperte, il campo magnetico che passa attraverso si attenua discretamente.

    Grosso problema nella continuità degli schermi elettrici che attraversano le pareti come il pavimento, nelle interruzioni "a fessura" ti trovi campi localizzati che peggiorano le cose, attenuabili con piattine di rame che dissipano il campo magnetico variabile per correnti di Foucault.

    Devi mettere anche filtri con condensatori passanti e toroidi di ferro laminato all'ingresso dei cavi elettrici e telefonici e dei tubi metallici.

    Questo in linea di massima. Una adeguata schermatura deve essere progettata in seguito a sopralluogo e sono pressochè obbligatorie correzioni durante i lavori per la fetenzia di come i campi magnetici scappano da tutte le parti quando sono deformati dalla schermatura.

    Sugli schermi semiconduttori (grafite) questi coadiuvano gli schermi metallici per assorbire le tensioni indotte che possono crearsi, poco possono fare da soli; uno studio di schermature per strumentazione con quella tecnica ha dato risultati modesti (1977-1980) tantochè per risolvere un problema analogo (una strain gage in prossimità di un grosso trasformatore) la strumentazione pesantemente affetta da campo a 50 Hz è stata alla fine chiusa in un tubo di ferro di 4" con le estremità avvitate e filtri che mi hanno fatto piangere; ma l'uomo è più robusto: stavo accanto al trasformatore durante le prove e dopo 30 anni non mi sono spuntate nè le orecchie con 3 punte nè i capelli verdi.

    Il mio assitente è anche lui tuttora in ottima forma, ambedue siamo con splendida prole.

    ... l'uomo è più forte della corrente forte......

  • 1 decennio fa

    Ciao,

    non sono un esperto di schermature, ma avevo seguito il corso di compatibilità elettromagnetica all'università e provo a scrivere ciò che ricordo.

    Il problema principale è che tu hai a che fare con i campi a bassa frequenza (50 Hz) generati dalla rete di distribuzione.

    A queste frequenze è la componente magnetica che è più difficile da schermare (come sanno bene che progetti apparecchiature per risonanza magnetica dove bisogna anche rendere trascurabile il campo magnetico terrestre). In base a questo trovo sensata la tua idea di usare un materiale a grande permeabilità magnetica come il mumetal. Penso che però il problema sarà poi sui costi (non ricordo bene, ma dovresti proprio fare in questo caso una schermatura continua, ma non sono così sicuro di questo).

    Per quanto riguarda la guaina in grafite non ti so dire, anche se mi sembra strano visto che non ha proprietà ferromagnetiche. Probabilmente è utile per ridurre la componente di campo elettrico anche se in parte anche l'armatura del c.a. dovrebbe fare da gabbia di Faraday.

    Come ti ho detto non son un esperto di queste cose e quindi sono mie considerazioni nate più dai ricordi di un corso universitario che da esperienza sul campo. Ti accendo una stellina, sperando che qualcuno con più conoscenze ed esperienza ti dia una mano.

  • 1 decennio fa

    fai una gabbia di Faraday con conduttori elettrici oppure tondini di ferrro per costruzioni in cemento aramato.

    la dimensione delle maglie deve essere proporzionale alla lunghezza d'onda della frequenza da schermare, quindi minore sara' la lunghezza d'onda minore sara' la dimensione delle singole maglie.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.