Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbienteVivere verde · 1 decennio fa

Ditemi tutto di quello che sapete sulla Dionaea muscipula (pianta Carnivora)?

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    La Dionaea muscipula, volgarmente chiamata dionea o venus acchiappamosche, è una pianta carnivora della famiglia delle Droseracee. Del genere Dionaea ne è l'unica specie rappresentante al mondo ed è originaria degli Stati Uniti (Carolina del Nord e del Sud).

    Quando la vide si dice che Darwin la soprannominò "La pianta più spettacolare del mondo", ed in effetti è forse la pianta che più facilmente cattura l'immaginario collettivo.

    Grazie alla sua capacità di compiere rapidi movimenti e la forma delle foglie, che ricordano una bocca piena di denti accuminati, la rendono infatti facilmente associabile ad un mostro leggendario.

    Il nome del genere deriva da Διοναια, epiteto di Afrodite, la dea greca della grazia e della bellezza

    È una piccola erbacea in cui le foglie sono disposte a rosetta attorno ad un punto centrale. Questa pianta misura fra 10 e 14 centimetri quando è adulta (da giovanissima ci vogliono anni per farla diventare adulta). L'aspetto della pianta varia a seconda delle stagioni: d'inverno la pianta si abbassa al suolo entrando nel cosiddetto periodo di dormienza, mentre d'estate le foglie si alzano dritte e le trappole sono molto più grosse e colorate (per la maggior parte delle piante). Il colore delle trappole dipende soprattutto dall'illuminazione che la pianta riceve, più rosse sono, più energetiche sono le trappole. I lunghi gambi delle foglie posseggono alla loro estremità una trappola munita di "denti" morbidi.

    L'interno delle trappole diventa rosso quando la pianta viene esposta per diverse ore al sole. Le trappole misurano solitamente 2 - 3 centimetri, ma alcuni cultivar selezionati artificialmente possono raggiungere i 5-6 centimetri, oppure possono presentare delle forme e dei colori particolari (denti lunghi o uniti, seghettati o addirittura inesistenti, ma anche colorazione completamente rossa o gialla). In ogni caso queste trappole non sono pericolose per nessun essere umano o animale domestico, anzi, la pianta diventa più vulnerabile facendo chiudere a vuoto le trappole. È infatti sconsigliata la chiusura a vuoto delle trappole perché conduce, a lungo andare, alla morte della pianta. Per vedere la Dionaea muscipula in azione basterà inserire nella bocca, un insetto ancora vivo, con l'aiuto di una paio di pinzet

    Tra maggio e giugno nel relativo habitat naturale. Può subire variazioni in coltura. Dal centro della rosetta si alza il fiore, lungo circa 20-30 cm con all'estremità diversi fiori bianchi a grappolo. Questi fiori daranno facilmente piccolissimi semi neri brillanti somiglianti ai semi dell'uva.

    Molti coltivatori preferiscono tagliare il fiore nell'estremità inferiore per evitare che la pianta utilizzi tutta l'energia per produrre il fiore, tagliando il fiore infatti la pianta è più propensa a produrre nuove foglie, ma chi preferisce ripropagarla per seme ignora questo fatto, anche se dopo aver reciso il frutto la pianta impiega tempo a risvilupparsi.

    Per avere successo con la coltivazione di questa pianta, è comunque indispensabile utilizzare come substrato torba acida di sfagno mista a perlite, e tenere il vaso sempre immerso in un recipiente con circa due centimetri di acqua distillata o piovana

    Da novembre a febbraio. La Dionaea ha un periodo di riposo durante l'inverno ma rimane comunque verde se riparata. Sopporta tranquillamente in questa fase temperature inferiori allo zero, anche se andrebbe riparata da grandine e forti venti.

    Possibilmente da evitare è la formazione di ghiaccio nell'acqua della pianta che comunque in questo periodo deve essere ridotta a quantità minime, solamente l'indispensabile a mantenere la torba umida

    ciaooo smak8!:)

    Fonte/i: wikipedia
  • 1 decennio fa

    è una pianta che si nutre di animali (insetti). per farla semplice funziona così: la pianta ha tanti piccoli peli, quando un'insetto ci va sopra e ne sposta più di uno in un determinato tempo la pinta si chiude "mangiandola"

    spero di esserti stato di aiuto!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.