shany
Lv 4
shany ha chiesto in Mangiare e bereVegetariani e vegani · 1 decennio fa

mi chiarite una cosa sulla cocciniglia?

schiaritemi le idee sulla cocciniglia perfavore

allora so che cos'è ma:

come faccio a capire in quali bevande si trova,voglio dire cosa ci deve essere scritto?

e poi questo è l' unico tipo di colorante fatto a base di creature?

Aggiornamento:

pure nel bitter? noooooooooo

: (

10 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    http://www.alimentipedia.it/Tabelle_utili/Colorant...

    "...Coloranti; definizione e rischi

    I coloranti alimentari (codici da E100 a E199) fanno parte degli additivi alimentari...."

    http://www.alimentipedia.it/Tabelle_utili/Tabella_...

    "...E120 Cocciniglia (acido carminico, vari tipi di carminio)

    Colorante naturale rosso del tuorlo dell’uovo e anche ottenuto dall'estrazione dei corpi essiccati delle femmine di coccinella americana che contiene fino a 10% di acido carminico, il principale colorante di molti aperitivi. Altri insetti utilizzati sono Porphyrophyra hamelis, Kermes ilicis, Margaroides polonia e Laccifera lacco.

    - Sconsigliato ai bambini in genere, soprattutto asmatici e allergici!

    - Dove si trova: prodotti farmaceutici, sciroppo e pastiglie, caramelle, gelatine, salumi stagionati, prodotti da arrosto...."

    E124 Rosso cocciniglia A (Ponceau 4 R)

    Sconsigliato ai bambini; può provocare allergie ed eruzioni cutanee; controindicato per chi è allergico all'acido acetilsalicilico ("aspirina") e per i soggetti asmatici.

    - Dove si trova: caramelle, paste, biscotti, sciroppi, bibite, dolci, gelati, ghiaccioli, marzapane e gelatine.

    http://www.alimentipedia.it/Tabelle_utili/Addensan...

    "...Per gelificante si intendono le sostanze che danno consistenza solida a una massa o a un liquido freddo. Sono composti da proteine e polisaccaridi.

    Esistono gelificanti di origine animale (gelatina, ottenuta dalla cottura di ossi, tendini e cotenne, in commercio, sotto forma di fogli, la gelatina, confezionata partendo da polvere o fresca partendo dalla cottura dei piedi di vitello, il vesiga, prodotto ottenuto dall’essiccazione del midollo spinale dello storione) e gelificanti di origine vegetale..."

    http://www.educambiente.it/informazione_alimentare...

    "...Per saperne di più

    L. n° 281 del 30.7.1998 Disciplina dei diritti dei consumatori

    D. L.vo n° 107 del 25.1.1992 relativo agli aromi

    L. n° 126 del 104.1991 norme per l’informazione al consumatore

    T. U. dei limiti residuali di antiparassitari negli alimenti del 22.1.1998 aggiornato dai DD. MM. 7.6.99, 18.6.99 e 16.7.99 (min. San.).."

    http://www.wwf.it/UserFiles/File/News%20Dossier%20...

    "...La catena alimentare rappresenta il target d’elezione per tutte le sostanze presenti nell’ambiente, le quali, penetrando la catena, si introducono nell’organismo (ad esempio attraverso l’assunzione di acqua contaminata) e possono essere trasferite dalla preda al predatore. Non a caso quindi l’alimentazione rappresenta una delle principali vie di esposizione dell’organismo animale alle agli inquinanti ambientali; si pensi ad esempio che più del 90% delle diossine con cui l’organismo umano entra in contatto proviene dagli alimenti dei quali si nutre (Liem, 1999). ..."

    http://www.centroconsumatori.it/download/35v24435d...

    "...Come in tutte le altre società del benessere, il consumo di carne negli ultimi decenni è aumentato considerevolmente.

    Secondo i dati sulle vendite, gli altoatesini mangiano più di

    150 g di carne e cibi a base di carne a testa al giorno. Una

    quantità chiaramente eccessiva perché l’alimentazione possa essere equilibrata e questo provoca anche le usuali malattie del benessere, come l’ipercolesterolemia, la gotta ecc. Anche il nostro consumo di uova e prodotti animali (come ad es. il burro) è esagerato stando a ciò che raccomanda la piramide alimentare in riferimento ad un’alimentazione sana .."

    "...Il portafoglio influenza pesantemente il tipo di alimentazio-

    ne scelta ma entrano in gioco anche altri fattori. Secondo

    degli studi internazionali, le classi sociali presentano diffe-

    renze evidenti a livello di abitudini alimentari. Chi non gua-

    dagna molto tende ad alimentarsi in modo monotono e in

    particolare a consumare poca frutta e verdura. Questo può

    causare da un lato denutrizione (carenza di sostanze nutriti-

    ve importanti), e dall’altro il suo opposto (obesità)...."

    "...deve essere proprio una rottura per voi andare a pranzo con tutte le cose a cui dovete stare attenti..."

    Beh, se uno vuole prevenire le possibili malattia e ci tiene alla salute, è "ovvio" che fa più attenzione...

    "ma che vita è la vostra?..."

    generalmente più lunga e più in salute

    :)

    ..poi certo, toccando ferro, non si sa mai cosa può capitare... ci sono cause che non dipendono certo dalla nostra "attenzione" ... vedi terremoti ecc ecc..

    ma evitando il fumo e con una corretta dieta (quella che generalmente non fanno gli onnivori, per intenderci...) si può già evitare tantissimi rischi...

    http://www.threemonkeysonline.com/it/article-cocci...

    Tradizionalmente per ottenere il rosso cocciniglia venivano usati gli insetti... ma probabilmente oggi si tende a sostituirli con altri coloranti "sintetici" ma non saprei essere più preciso al riguardo.. (leggere link seguente...)

    http://it.wikipedia.org/wiki/Coccoidea

    * Estrazione di coloranti. Diverse specie, appartenenti soprattutto ai generi Kermes e Dactylopius, erano sfruttate per l'estrazione di alcuni coloranti (rosso carminio, rosso vermiglio), utilizzati fin dall'antichità per tingere stoffe e altri manufatti. Questi impieghi hanno oggi perso importanza in quanto i coloranti estratti dalle cocciniglie sono stati soppiantati dai pigmenti sintetici.

    Cocciniglie del carminio essiccate, da cui si estrae il colorante.

    L'uso tradizionale di alcune cocciniglie per l'estrazione di coloranti permane ancora oggi, come retaggio, nella denominazione di alcuni prodotti. L'alchermes, uno dei liquori comunemente usati in pasticceria, deve il suo nome all'arabo al-kirmiz che significa, appunto, "cocciniglia". In passato, infatti, il liquore era colorato usando il grana di Kermes, un colorante naturale estratto dalla specie Kermes vermilio (Vermiglio della Quercia). Oggi la colorazione del liquore è ottenuta impiegando il colorante sintetico E 124. Gli additivi alimentari sintetici E 120 ed E 124, usati come coloranti, sono rispettivamente denominati cocciniglia e rosso cocciniglia.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    se sull'etichetta trovi E120, vuol dire che c'è la cocciniglia

    la tabella dei coloranti alimentari e della loro origine:

    http://www.muscolab.net/alimentazione/coloranti.ht...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • .
    Lv 7
    1 decennio fa

    i codici sono E120. E122 e E124. il colore che dà è rosso quindi se prendi cibi di quel colore...controlla che non abbiano coloranti.

    se ti piace l'aperol digli addio XD pure al campari e mi sa anche al crodino, meno male che sono robe amare e non le sopporto!!!

    ahah ma veramente vi piaccion quelle robe?terribile il crodino...!:)

    pappetta ottima risposta :)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    So che è presa in un insetto.

    E che le trovi nele Big Bagol,o come c@zzo si chiamano...

    A proposito,quanti anni sono che non mangio una cicca Big Bagol.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 anni fa

    Nel Campari si trova il colorante naturale ricavato dalla cocciniglia

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    l'unica soluzione è bere solo acqua di sorgente

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Che storia, pensavo fosse l'insetto delle mie piantine...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Io non capisco perché un vegano debba prendere l' aperitivo con quello che mangia dopo, a meno che non sia l' aperitivo stesso il pranzo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    io ho sempre saputo che la cocciniglia fosse una malattia per delle piante...... O_o

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    deve essere proprio una rottura per voi andare a pranzo con tutte le cose a cui dovete stare attenti...ma che vita è la vostra?

    Fonte/i: ho avuto una visione..poi mi sono svegliato tutto nudo
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.