Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneScuole primarie e secondarie · 1 decennio fa

qualcuno ha appunti su il budgeyary control e controllo strategico? grazie?

economia aziendale 5° anno

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    La pianificazione strategica è quel processo con il quale si fissano gli obiettivi aziendali e si indicano i mezzi, gli strumenti e le azioni x raggiungerli in una prospettiva di medio/lungo periodo. Fasi: 1) si determinano gli obiettivi da realizzare nel medio lungo periodo; 2) si scelgono le politiche + idonee a conseguire gli obiettivi prestabiliti; 3) si analizza la struttura organizzativa; 4) si elaborano piani nei quali si prefigurano i futuri svolgimenti della gestione; 5) si controllano i risultati ottenuti confrontando gli andamenti effettivi con qll ipotizzati.

    L’impresa realizza la pianificazione strategica analizzando l’ambiente,le risorse e fissando gli obiettivi. La pianificazione aziendale è il processo con il quale si stabiliscono le azioni e gli strumenti ke consentono la realizzazione della strategia, comporta la formulazione di piani a medio/lungo termine ke riguardano: singoli settori(piani settoriali)o l’impresa nel suo complesso(piano aziendale).

    Il piano aziendale si articola in:piano economico(costi-ricavi e risultati economici programmati) piano patrimoniale(consistenza e composizione attività,passività, patrimonio netto) piano degli investimenti e piano finanziario(flussi monetari).

    Il business plan è il documento ke descrive l’idea imprenditoriale,ne esamina i fattori di successo nel lungo periodo e consente di valutarla. Ha valenza interna ed esterna, evidenzia i fattori di successo,gli impedimenti e le carenze x il successo del progetto. Gli elementi se sn fattibili costituiscono la strategia da seguire. Per i terzi è lo strumento ke consente di valutare l’iniziativa economica,le potenzialità,i rischi.. esso viene usato x coinvolgere altri soggetti e viene richiesto dalla controparte x fusioni, finanziamenti…

    Deve essere redatto in modo chiaro e deve descrivere l’iniziativa imprenditoriale e focalizzare aspetti economici e finanziari è strutturato in 3 parti: 1.nel caso di nuova attività deve descrivere il progetto(prodotti/servizi) e i vantaggi. 2.studio di fattibilità in relazione all’ambiente esterno(mercato)e interno(organizzazione,risorse) 3.valutazione monetaria della business idea,elaborazione piano aziendale e quantificare il fabbisogno finanziario.

    Il controllo di gestione è il processo volto ad assicurare ke le risorse vengano acquisite e impiegate in modo efficiente al fine di conseguire gli obiettivi della pianificazione, contempla: 1.definizione degli obiettivi di breve periodo con qll di medio/lungo 2.guida delle persone preposte allo svolgimento dell’attività aziendale 3.rilevazione dei risultati effettivamente conseguiti 4.confronto tra dati effettivi e programmi aziendali,individuare gli scostamenti 5.decisione di interventi correttivi.

    L’attività può avvenire con feed-back(confronto tra dati consuntivi e obiettivi programmati) e feed-forward(monitoraggio continuo dell’attività in corso di svolgimento).Il processo di controllo rikiede un flusso continuo di informazioni attinte dal sistema informativo direzionale.

    La programmazione indica gli obiettivi,intermedi e/o parziali rispetto a qll strategici, ke dovranno essere conseguiti in un intervallo temporale breve e li traduce in programmi operativi dettagliati(budget), consente un’efficace ripartizione delle risorse,un maggiore coordinamento e controllo delle operazioni di gestione, rapida capacità d’intervento e soluzioni alternative.

    Il budget è lo strumento della programmazione aziendale,articolato x centri di responsabilità,evidenzia gli obiettivi economici-finanziari da realizzare nel prossimo esercizio,nonkè le risorse da impiegare.

    È un documento amministrativo ke sulla base di ipotesi traccia il futuro andamento della gestione deve contenere gli obiettivi(quota di mercato,renumerazione del capitale) gli strumenti x raggiungerli(manovre sui prezzi,riduzione scorte) i soggetti e i tempi x compiere le azioni. È uno strumento interno di coordinamento della gestione,nn è vincolante e può essere modificato e aggiornato di continuo.

    Si compone di: 1.budget economico analitico(mensile o trimestrale) ke programma costi e ricavi di competenza predeterminando il risultato economico(budget vendite,scorte,produzione , approvvigionamenti,personale,costi di prod.commerciali e amminist….) 2.b. degli investimenti ke programma le operazioni nel settore delle immobiliz.(dismissioni,investimenti,rinnovi..) 3.b. finanziario ke programma i movimenti finanziari e flussi di cassa 4.b. dell’es ke attinge i dati dai budget e presenta la situazione patrimoniale e economica.

    Budget scorrevole:budget annuale diviso in periodi infrannuali.

    Zero-base budget:si procede indipendentemente dai valori rilevati o programmat nel passat

    Budget flessibili:i programmi si riferiscono a un ventaglio di livelli di attività,prende in considerazione + ipotesi di volumi di vendit,di produzione,di sfruttamento impianti

    Il budgetary control è il processo di controllo attuato mediante il budget, è una tecnica ke rikiede una preparazione,u

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.