Questa merita di essere letta molto più della domanda qua sotto?

scusate, è giusto un tantino lunghetta... ma leggetela comunque XD

ESISTE BABBO NATALE ?

Me lo sono sempre chiesto da quando avevo 4 anni ( prima ci avrei messo la mano sul fuoco ) ma non ero mai riuscito a trovare una risposta certa. Poi, dopo anni di studi, ecco la risposta....

Nessuna specie conosciuta di renna può volare. Ci sono però 300.000 specie di organismi viventi ancora da classificare e, mentre la maggioranza di questi organismi è rappresentata da insetti e germi, questo non esclude completamente l'esistenza di renne volanti, che solo Babbo Natale ha visto. Ci sono due miliardi di bambini (sotto i 18 anni) al mondo. Dato però che Babbo Natale non tratta con bambini Musulmani, Hindu , Buddisti e Giudei, questo riduce il carico di lavoro al 15% del totale, cioè circa 378 milioni. 
Con una media di 3,5 bambini per famiglia, si ha un totale di 98,1 milioni di locazioni. Si può presumere che ci sia almeno un bambino buono per famiglia. 
Babbo Natale ha 31 ore lavorative, grazie ai fusi orari e alla rotazione della terra, assumendo che viaggi da Est verso Ovest. Questo porta ad un calcolo di 822,6 visite per secondo. Questo significa che, per ogni famiglia Cristiana con almeno un bambino buono, Babbo Natale ha circa un millesimo di secondo per:

1.trovare parcheggio ( cosa questa semplice, dato che può parcheggiare sul tetto e non ha problemi di divieti di sosta );
2.saltare giù dalla slitta;
3.scendere dal camino;
4.riempire le calze;
5.distribuire il resto dei doni sotto l'albero di Natale;
6.mangiare ciò che i bambini mettono a sua disposizione;
7.risalire dal camino;
8.saltare sulla slitta;
9.decollare per la successiva destinazione.

Assumendo che le abitazioni siano distribuite uniformemente (che sappiamo essere falso, ma accettiamo per semplicità di calcolo), stiamo parlando di 1.248Km per ogni fermata, per un viaggio totale di 120 milioni di Km.
Questo implica che la slitta di Babbo Natale viaggia a circa 1040Km/sec, a 3000 volte la velocità del suono. Per comparazione, la sonda spaziale Ulisse (la cosa più veloce creata dall'uomo) viaggia appena a 43,84 Km/sec, e una renna media a circa 30 Km/h. Il carico della slitta aggiunge un altro interessante elemento: assumendo che ogni bambino riceva una scatola media di Lego (del peso di circa 1 Kg), la slitta porta circa 378.000 tonnellate, escludendo Babbo Natale (notoriamente sovrappeso).
Sulla terra, una renna può esercitare una forza di trazione di circa 150 Kg. Anche assumendo che una "renna volante" possa trainare 10 volte tanto, non è possibile muovere quella slitta con 8 o 9 renne, ne serviranno circa 214.000. Questo porta il peso, senza contare la slitta, a 575.620 tonnellate. Per comparazione, questo è circa 4 volte il peso della nave Queen ElizabethII.
Sicuramente, 575.620 tonnellate che viaggiano alla velocità di 1040 Km/sec generano un'enorme resistenza. Questa resistenza riscalderà le renne allo stesso modo di una astronave che rientra nell'atmosfera. Il paio di renne di testa assorbirà 14,3 quintilioni di Joule per secondo. In breve si vaporizzerà quasi istantaneamente, esponendo il secondo paio di renne e creando assordanti onde d'urto (bang) soniche.
L'intero team verrà vaporizzato entro 4,26 millesimi di secondo. CONCLUSIONE : Babbo Natale c'era, ma ora è morto.

Aggiornamento:

nono, è un calcolo serio !! (ovviamente non fatto da me :D)

Aggiornamento 2:

xd grande riki xò l'avevo già visto...

12 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    tra le tante, metto pure la mia:

    Perché le donne stanno così tanto nei bagni pubblici?

    Il grande segreto di tutte le donne rispetto ai bagni è che da bambina tua mamma ti portava in bagno, puliva la tavolozza, ne ricopriva il perimetro con la carta igienica e poi ti spiegava: "MAI, MAI appoggiarsi sul gabinetto" e poi ti mostrava "la posizione" che consiste nel bilanciarsi sulla tazza facendo come per sedersi ma senza che il corpo venga a contatto con la tavolozza.

    "La posizione" è una delle prime lezioni di vita di una bambina, importantissima e necessaria, deve accompagnarci per il resto della vita. Ma ancora oggi, da adulte, "la posizione" è terribilmente difficile da mantenere, quando hai la vescica che sta per esplodere.

    Quando "devi andare" in un bagno pubblico, ti ritrovi con una coda di donne che ti fa pensare che dentro ci sia Brad Pitt. Allora ti metti buona ad aspettare, sorridendo amabilmente alle altre che aspettano anche loro con le gambe e le braccia incrociate. È la posizione ufficiale di "me la sto facendo addosso".

    Finalmente tocca a te, ma arriva sempre la mamma con "la bambina piccola che non può più trattenersi" e ne approfittano per passare avanti tutte e due!

    A quel punto controlli sotto le porte per vedere se ci sono gambe. Sono tutti occupati. Finalmente se ne apre uno e ti butti addosso alla persona che esce. Entri e ti accorgi che non c'è la chiave (non c'è mai); non importa... Appendi la borsa a un gancio sulla porta, e se non c'è (non c'è mai), ispezioni la zona, il pavimento è pieno di liquidi non ben definiti e non osi poggiarla lì, per cui te la appendi al collo ed è pesantissima, piena com'è di cose che ci hai messo dentro, la maggior parte delle quali non usi ma le tieni perché non si sa mai.

    Tornando alla porta... dato che non c'è la chiave, devi tenerla con una mano, mentre con l'altra ti abbassi i pantaloni e assumi "la

    posizione"... AAhhhhhh... finalmente...

    A questo punto cominciano a tremarti le gambe... perché sei sospesa in aria, con le ginocchia

    piegate, i pantaloni abbassati che ti bloccano la circolazione, il braccio teso che fa forza contro la porta e una borsa di 5 chili appesa al collo. Vorresti sederti, ma non hai avuto il tempo di pulire la tazza né di coprirla con la carta, dentro di te pensi che non succederebbe nulla ma la voce di tua madre ti risuona in testa "non sederti mai su un gabinetto pubblico!", così rimani nella "posizione", ma per un errore di calcolo un piccolo zampillo ti schizza sulle calze!!! Sei fortunata se non ti bagni le scarpe.

    Mantenere "la posizione" richiede grande concentrazione. Per allontanare dalla mente questa disgrazia, cerchi il rotolo di carta igienica maaa, cavolo...! non ce n'è...! (mai). Allora preghi il cielo che tra quei 5

    chili di cianfrusaglie che hai in borsa ci sia un misero kleenex, ma per cercarlo devi lasciare andare la porta, ci pensi su un attimo, ma non

    hai scelta. E non appena lasci la porta, qualcuno la spinge e devi frenarla con un movimento brusco, altrimenti

    tutti ti vedranno semiseduta in aria con i pantaloni abbassati. NO!! Allora urli

    "O-CCU-PA-TOOO!!!", continuando a spengere la porta con la mano libera,

    e a quel punto dai per scontato che tutte quelle che aspettano fuori abbiano sentito e adesso puoi lasciare la porta senza paura, nessuno oserà aprirla di nuovo (in questo noi donne ci rispettiamo molto) e ti rimetti a cercare il keenex, vorresti usarne un paio ma sai quanto possono tornare utili in casi come questi e ti accontenti di uno, non si

    sa mai. In questo preciso momento si spegne la luce automatica, ma in un cubicolo così minuscolo non sarà tanto difficile trovare l'interruttore!

    Riaccendi la luce con la mano del kleenex, perché l'altra sostiene i pantaloni, conti i secondi che ti restano per uscire di lì, sudando perché hai su il cappotto che non avevi dove appendere e perché in

    questi posti fa sempre un caldo terribile.

    Senza contare il bernoccolo causato dal colpo di porta, il dolore al collo per la borsa, il sudore

    che ti scorre sulla fronte, lo schizzo

    sulle calze... il ricordo di tua mamma che sarebbe vergognatissima se ti vedesse così; perché il suo **** non ha mai toccato la tavolozza di un bagno pubblico, perché davvero "non sai quante malattie potresti

    prenderti qui".

    Ma la debacle non è finita... sei esausta, quando ti metti in piedi non senti più le gambe, ti rivesti velocemente e soprattutto tiri lo sciacquone!

    Se non funziona preferiresti non uscire più da quel bagno, che vergogna!

    Finalmente vai al lavandino. È tutto pieno di acqua e non puoi appoggiare la borsa, te la appendi alla spalla, non capisci come

    funziona il rubinetto con i sensori automatici e tocchi tutto finché riesci finalmente a lavarti le mani in una posizione da gobbo di

    Notredame per non far cadere la borsa nel lavandino; l'asciugamani è così scarso che finisci per asciugarti le mani nei pantaloni, perché non vuoi sprecare un altro kleenex per questo! Esci passando accanto a tutte

    le altre donne che ancora

    aspettano con le gambe incrociate e in quei

    momenti non riesci a sorridere spontaneamente, cosciente del fatto che

    hai passato un'eternità là dentro. Sei fortunata se non esci con un pezzo di carta igienica attaccato alla scarpa o peggio ancora con la

    cerniera abbassata! A me è capitato una volta, e non sono l'unica a quanto ne so! Esci e vedi il tuo ragazzo che è già uscito dal bagno da un pezzo e gli è rimasto perfino il tempo di leggere Guerra e Pace

    mentre ti aspettava. "Perché ci hai messo tanto?" ti chiede irritato.

    "C'era molta coda" ti limiti a rispondere.

    E questo è il motivo per cui noi donne andiamo in bagno in gruppo, per

    solidarietà, perché una ti tiene la borsa e il cappotto, l'altra ti tiene la porta e l'altra ti passa il kleenex da sotto la porta; così è

    molto più semplice e veloce perché tu devi concentrarti solo nel mantenere "la posizione". E la dignità.

    Questo è dedicato alle donne di tutto il mondo che hanno usato un bagno pubblico e a voi uomini,

    perché capiate come mai ci stiamo tanto.

  • 1 decennio fa

    questo è lapecorasclera..si mi piace quel sito...fabio fatti questo è + bello:

    Ma quanto è lungo il campo di Holly e Benji???

    Risposta: per trovare la distanza a cui vediamo l'orizzonte, basta un po' di trigonometria: il raggio della terra (6327 km), il raggio della terra più' l'altezza dell'osservatore (facciamo un 1,70 m, anche se sono giapponesi e, di conseguenza nani) e la linea che va dall'osservatore alla linea dell'orizzonte, formano un angolo rettangolo. L'angolo al centro della terra risulta essere 180-2x.

    Da questo posso impostare l'equazione: 6378 Km=6378,0017Km*cos(180-2x), da cui ricavo il valore dell'angolo al centro della terra. A questo punto, la distanza fra l'osservatore e la linea dell'orizzonte si calcola semplicemente come 6378,0017km*sin(angolo al centro della terra). Cosa? Volevate solo la misura? Ops! *^_^* La distanza a cui uno di1,70 m vede l'orizzonte e' di circa 4,5 Km. Tenuto conto che la linea di porta compare quando un giocatore e' più' meno sulla tre-quarti del campo, il campo e' lungo, circa...... 18 Km!!!!!!!!

    Ok ok, fin qua ci siamo, ma ora la vera domanda e': a che velocità' media corre Holly, o Mark, o Julian (questo spiega perché' sto povero malato di cuore non riesca mai a concludere una partita per riuscire a farsi tutti i 18 km del campo nel poco tempo in cui riesce a farli) ??

    No, la domanda e' un'altra....hai presente quando Holly dalla sua area tira una mina che attraversa tutto il campo (18 km), buca la rete e sfonda il muro? La domanda e': ma in Giappone li fanno i controlli anti-doping ?

    E se si': quanti altri kriptoniani sono scampati all'esplosione? (spero pochi, perché' quelli vivi sono tutti qui di fisso....cacchio arrivano sulla Terra e diventano immortali....sarà' mica il paese della Cuccagna? Chi volete che sia cosi' fesso da non venirci?)

    E poi ancora:

    - Che schema usano per occupare tutto il campo? L'1-1-1-1-1-1-1-1-1-1?

    - In cosa consiste la tecnica del contropiede?

    - Come fa l'anziano della difesa a chiamare il fuori gioco, spara un razzo in aria?

    - L'arbitro gira per il campo in moto? E se investe qualcuno? E se gli finisce la benza? E se estrae il cartellino rosso mentre va a 80 all'ora con tutti i carabinieri li' intorno?

    - Per fermare il gioco cosa usa, la tromba?

    - Per fermare un giocatore lontano gli spara? Alle gambe o "purché' lo fermi"?

    - Se un tifoso fa invasione di campo quando lo ripigliano?

    - Se un giocatore resta a terra non rischia di creparci prima che qualcun lo veda?

    - Come cacchio si fa a fare ostruzione in un'area di circa 180 Km quadrati ?

    - A fine partita gira l'autobus per il campo o i giocatori se la devono cavare da soli?

    - I guardalinee usano una vela per le segnalazioni? E quando devono mettersela tra le gambe per segnalare i rigori?

    - Se uno segna, dall'altra parte del campo come lo scoprono?

    - Se uno attraversa tutto il campo palla al piede, scarta tutti, scarta anche il portiere e giunto davanti alla porta vuota, dopo stimiamo un paio d'ore di corsa, la butta fuori cosa fa, si spara ? Si butta sotto la moto dell'arbitro? E quando scopre che la partita era già' finita da mezz'ora (e che c'era pure stato l'intervallo)?

    - Se in una partita c'è più' di una rete passa alla storia?

    - Se un giocatore chiamato dall'arbitro scappa via per non far riconoscere organizzano una squadra di ricerche?

    - Se uno perde palla sotto porta dopo azione continuata (tre quarti d'ora) della squadra cosa gli fanno? Vivisezione?

    - Quando devono fare un cambio mandano le frecce tricolore ad avvisare?

    - Da quanti anelli sono composte le tribune? 800??

    - Gli ultra' si menano ugualmente o sono troppo lontani?

    - Ora che ci penso....E SE CI FOSSE LA NEBBIA?

  • 1 decennio fa

    tutto qst tempo x leggere

    solo x dire ke Babbo Natale è morto...O.o

    E il mio regalo?? Dov'èèèèè???? O_O

  • 1 decennio fa

    bhe!!!!!ankio me la sn sempre fatta questa domanda quando ero piccolo!!!ora ho smess di crederci ma ho sempre quel dubbio(ora pero grazie a te ho avuto una specie di risposta)(pero vorrei saper se questa affermazione e sicura al 100 per 100 o e sl una specie di storiavera-leggenda)grazie cmq mi hai specie tlt un peso!!!!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 anni fa

    non ci crederai ma sono abbastanza umile e savio da saperlo e da aspirare advert ottimizzare le situazioni che ho e che quindi mi merito. So anche che il tuo merito non aveva una connotazione valutativa ma era riferito al qui ed ora..... so pero' che si puo' sempre tentare di respirare meglio o di camminare con le spalle dritte anche sul "qui ed ora" :)

  • 1 decennio fa

    XD.

    E ancora XD.

    Fonte/i: u.ù; xD, :D!!!
  • tollo
    Lv 4
    1 decennio fa

    grazie mille...l'avevo letta parecchi anni fa sta roba e non la avevo piu trovata !!!! cmq mi dispiace per le renne poverine

  • Anonimo
    1 decennio fa

    hihihi... non che io ci abbia capito molto ma grazie dell'informazione

  • Anonimo
    1 decennio fa

    santa claus...un'anigma...hahahahha...be forse è vero ocme dice faccia oscura sopra di me xo se esisteva BN allora esisteva pure la befana infatti esistono/esistevano le streghe anke in italia...di conseguenza l'unica ipotesi giusta e ke esisteva.. anke se non si sa la sua data di decessione comunque credo sia esistito...o forse no? o.O

  • Anonimo
    1 decennio fa

    atù è morto prima di portare il mio regalo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.