Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 1 decennio fa

Chi può darmi delle informazioni a proposito dei funghi allucinogeni?

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    I funghi allucinogeni crescono praticamente ovunque e sono considerati la più antica droga nota all'umanità. Tradizionalmente i funghi allucinogeni sono utilizzati a scopo medico e rituale in diversi luoghi del mondo (Sud-est asiatico, America centrale e America latina). I funghi magici contengono le combinazioni psicoattive psilocibina e psilocina. I più conosciuti sono gli psilo, i messicani e gli hawaiani. I fughi allucinogeni possono essere consumati freschi o essiccati, ma possono anche essere sintetizzati in una polvere bianca.

    L'effetto massimo dei funghetti subentra non prima di due ore dall'assunzione per diminuire dopo 4 - 5 ore. Un rischio particolare nell'assunzione di questo tipo di droga è costituito dalla possibile confusione con funghi velenosi: per questo motivo, è raccomandabile conservare sempre un esemplare dei funghi consumati al fine di consentirne la determinazione.

    Attenzione: sul mercato sono venduti dei funghi ordinari cosparsi di LSD per poi essere spacciati per funghi allucinogeni!

    I funghi appena raccolti si mantengono in stato non essiccato per al massimo un giorno, dopo di che il consumo di proteine fungine deperite può causare nausea e vomito.

    Gli effetti

    I funghi allucinogeni fanno parte delle sostanze psichedeliche e i loro effetti sono simili a quelli dell’LSD anche se molto meno intensi. Il termine deriva dal greco “psyche”, anima, e “delos” (chiaro, evidente). Nei testi di legge, nei verbali di polizia e nei mass media le sostanze “psichedeliche” sono definite generalmente droghe allucinogene.

    In piccole quantità (tra 0.3 e 0.8 g) i funghi sono stimolanti e tonificanti, in dosi più pesanti (tra 1 e 5 g) i funghi sono allucinogeni e producono degli effetti psicadelici intensi. Come l’LSD, i funghi causano modificazioni profonde della coscienza, della sensazione dell'io e della percezione del mondo circostante. A differenza dell’LSD, la durata del viaggio con i funghetti è generalmente minore e più facile da gestire rispetto all'LSD. Ad elevato dosaggio di funghi magici o in seguito al consumo di un mix di funghi e alcol il pericolo di un "horror trip" può essere più elevato rispetto all’LSD. La psilocibina genera solitamente un umore stabilmente positivo e gli sbalzi d'umore sono meno frequenti rispetto al viaggio con l'LSD. Inoltre, la psilocibina causa minore ansia nel caso in cui possano riaffiorare conflitti personali apparentemente rimossi. Lo smaltimento dell'effetto e la rigenerazione dopo il consumo dei funghetti sono considerati da consumatori esperti meno traumatici.

    Tramite l'effetto di queste sostanze il cervello entra artificialmente in una sorta di stato di trance che normalmente si presenta solo nei sogni e, nonostante ciò, ti trovi per molte ore in uno stato di ipervigilanza. I funghi intensificano e alterano la tua percezione sensoriale e vivi intense allucinazioni visive. La realtà percepita dai tuoi occhi viene reinterpretata dal tuo cervello in forme, colori e immagini diverse. I suoni prendono colore, gli oggetti cominciano a mostrare la loro energia. Più le idee scorrono velocemente, più diventa difficile esprimerle oralmente. Si perde la nozione del tempo e diventa impossibile rendersi conto di che ora sia. Anche le sensazioni uditive, olfattive, gustative e tattili sono più intense e in parte profondamente distorte. Il tuo umore e le tue sensazioni possono cambiare repentinamente. Un senso di beatitudine e di allegria può trasformarsi di colpo in un attacco di panico e di terrore e viceversa. L’esperienza con queste sostanze è molto forte e lascia un ricordo duraturo. Gli effetti dei funghi sono comunque molto legati al dosaggio (“drug”), al “set” e al “setting”.

    Rischi e effetti secondari

    Sotto l’effetto dei funghi le pupille si dilatano, il polso e la pressione sanguigna cambiano, la temperatura corporea aumenta e si fa più fatica a respirare. In alcuni casi, si può avvertire un senso di nausea e vomito. Si possono inoltre presentare dei disturbi dell’equilibrio, delle distorsioni nella percezione del tempo e dello spazio, ansia e panico.

    Durante un viaggio psichedelico il desiderio sessuale è spesso accentuato. I giochi erotici e l'orgasmo vengono vissuti in una nuova dimensione. Aumenta la disponibilità per pratiche sessuali a rischio (in relazione alla trasmissione di AIDS e di epatite). È quindi assolutamente necessario che eventuali rapporti sessuali sotto l'influsso di queste droghe vengano decisi prima, sperimentando le relative pratiche in stato normale, con l'adozione delle necessarie precauzioni per ridurre il rischio e sempre con il preservativo.

    Se raccogli tu stesso i funghi nei boschi, rischi di confonderli con alcune specie mortali.

    I funghi magici non causano danni all'organismo, ma nella fase iniziale del viaggio psichedelico possono tuttavia verificarsi leggeri disturbi della respirazione, cardiopalmo, modificazione della pressione sanguigna e sudorazione in seguito a ipertermia.

    I ri

  • 1 decennio fa

    Di questo tipo di funghi diffusi in tutto il mondo ne esistono circa duecento varietà e ogni anno i micologi ne classificano di nuove.

    Evidenze storiche e archeologiche dimostrano che una pluralità di culti e tradizioni, sia a scopo religioso che terapeutico, si è sviluppata intorno ad essi.

    I cactus e i funghi allucinogeni erano e sono tuttora tradizionalmente diffusi presso le popolazioni indigene di diverse zone dell'America e il loro uso (legato a riti sacri e fatto risalire al 2000 a.C.) si è perpetuato presso le culture degli Inca, degli Aztechi e dei Maya.

    L'uso di funghi allucinogeni è poi continuato in varie tribù dell'Amazzonia, presso gruppi di indios Huicholes, nelle regioni dell'attuale Messico e anche presso tribù indigene nord-americane delle zone semi-desertiche.

    Il loro uso pare non fosse estraneo, fin dall'età della pietra, anche nelle culture europee, africane e asiatiche

    Effetti

    In seguito all'ingestione, sia il Peyote che i funghi allucinogeni possono determinare disturbi gastrici, nausea, vomito, vertigini, arrossamento cutaneo, aumento della temperatura corporea.

    Questi sintomi in genere hanno breve durata (seppure possano essere alquanto fastidiosi, soprattutto nel caso del Peyote) e sono lentamente sostituiti dagli effetti psichedelici delle sostanze che, come l'acido lisergico sintetizzato in laboratorio, oltre le ripercussioni sulle percezioni possono avere effetti "enteogenici" (sensazioni di contatto profondo con la realtà interiore ed esterna, atteggiamento contemplativo, disposizione alla pace interiore).

    Spesso i consumatori riferiscono di provare una sensazione di totale controllo della mente e di riuscire ad avere una immagine di sé e della propria personalità da un'ottica esterna, ciò può rivelarsi piacevole per alcuni individui o viceversa creare forte disagio con conseguenti disturbi psichici. Bisogna rilevare che le allucinazioni ricercate dai consumatori sono solo la punta dell'iceberg di uno stato mentale altamente disturbato che può virare verso reazioni di tipo psicotico e determinare conseguenze tutt'altro che positive, sia in relazione allo stato allucinatorio di intossicazione acuta che riguardo i postumi.

    Sovradosaggio: non sembra che il sovradosaggio di psicocibina sia in grado di provocare danni permanenti, almeno a breve termine

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Cerca con google.

    Questo non è un servizio che incentiva o promuove l'uso di sostanze psicotrope.

    Comunque tanto per farti avere un idea ci sono un paio di siti che vorrei segnalarti:

    www.vu-du.com

    www.tessier-ashpoool.com

    www.sijamaan.com

    tieni presente che qualsiasi uso ludico-religioso è sconsigliato come il semplice consumo umano se non hai almeno 18 anni (e anche se avessi 18 anni ti sconsiglio ugualmente qualsiasi uso)

    saluti

  • Cerca in internet.. ma non ti consiglio di prenderli... sai non si sa di preciso quanto principio attivo possa contenere un singolo fungo.. quindi stai attento.. magari non ti fa ninete o magari resti sotto sul serio... .

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.