wicky=)... ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 1 decennio fa

ALLATTAMENTO GATTINI!!!!!!?

mi sapete dire qualche modo per allattare un gattino con il biberon????

perché la gatta non sembra voglia collaborare, e ho paura che muoia!!! poverino... aiutatemi!! scrivete dei modi per allattarlo, perché da quel che so il latte normale non va bene...ah, e vanno bene i biberon quelli che si trovano con le caramelle???

10 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    ALIMENTAZIONE con BIBERON

    L'allattamento artificiale consiste nel far succhiare ai micetti -né troppo velocemente né con troppo sforzo- del latte maternizzato. Si può attuare con appositi biberon per uso animale dotati di tettarelle di varie misure [reperibili nei negozi d'animali, ottimo il Borden's: bisogna fare attenzione che il foro della tettarella NON permetta una fuoriuscita eccessivamente veloce del latte. In alternativa -non consigliabile quando non si abbia troppa esperienza- è possibile utilizzare le normali siringhe da 2,5 cc/ml. oppure da 5 o 10 cc/ml, naturalmente senza ago: attenzione a NON iniettare velocemente o si può causare una fatale aspirazione polmonare, ndt].

    Qualunque cosa utilizziate, dovrà SEMPRE essere sterilizzata tramite ebollizione prima di ogni uso.

    Il latte in polvere dev'essere ricostituito in acqua bollente secondo istruzioni del produttore, e poi lasciato intiepidire nel biberon. Il latte in formulazione liquida può essere riscaldato mettendo il biberon pieno in una ciotola d'acqua bollente (noi sconsigliamo l'uso del forno a microonde per la disomogenea temperatura). Mentre la formulazione in polvere è più conveniente e ha il vantaggio di venire preparata fresca ogni volta, non sempre è possibile ricostituirla senza formare grumi. In questo caso, noi preferiamo la formulazione liquida. Dev'essere somministrato quando raggiunge la temperatura corporea felina, ovvero circa 38° C.

    I micetti ciucciano il latte di mamma-gatta in posizione PRONA[supini corrono maggiori rischi di rigurgiti, aspirazione polmonare o ingestione d'aria: qui http://www.smartmart.com/angelpuss/kitty.html una fotografia che illustra la posizione più corretta, ndt]: è possibile sorreggere il micino con una mano oppure appoggiarlo in grembo: in ogni caso, è prudente munirsi di una piccola salvietta. Bagnate con una goccia di latte la tettarella o la cannula della siringa e introducetela delicatamente nella bocca del micetto, curando che la testa resti leggermente sollevata ed estesa mentre ciuccia. Controllate il livello del latte nel biberon e regolatene l'angolazione in modo che non ingerisca aria: ogni poppata deve essere seguita da relativa deglutizione [se indugia a succhiare, resistete alla tentazione di premere sul biberon o sullo stantuffo, ndt]. Se del latte fuoriesce dalle narici state ...affogando il piccolo! Succhiando ingerisce più latte di quanto possa inghiottirne: se la tettarella ha un foro troppo grande, è necessario usarne una con foro più piccolo.

    Quanta pappa somministrare?

    Nei primissimi giorni è preferibile rischiare di sotto-alimentare piuttosto che sovra-alimentare: il micetto smette solitamente di ciucciare quando si sente sazio. Qui al FOOTHILL FELINES preferiamo somministrare il latte tramite siringhe di plastica (senza l'ago). Approssimativamente, si calcolano 25 ml. di latte ogni 100 gr. di peso corporeo al giorno, divisi nel numero di somministrazioni necessarie nell'arco delle 24 ore (sì, anche la notte!). Un pasto medio può variare da una a tre siringhe: chi preferisce utilizzare il biberon non avrà necessità di riempirlo nuovamente. Qui sotto riportiamo delle dosi puramente indicative, saranno loro a regolarsi [controllate che lo stomaco sia pieno ma non disteso, ndt]. I micetti non sazi possono piangere continuamente, cercare continuamente di succhiare e/o avere le ossa prominenti nelle anche e nella schiena:

    - 1° settimana (fino a 7 giorni)

    - 2° settimana (da 7 a 14 giorni)

    - 3° settimana (da 14 a 21 giorni)

    - 4° settimana (da 21 a 28 giorni) siringa da 2,5 cc/ml

    siringa da 2,5 o da 5 cc/ml.

    siringa da 5 cc/ml.

    siringa da 5 o da 10 cc/ml. 2,5-5 ml. ogni 2 ore [giorno e notte]

    5-10 ml. ogni 2 [giorno] e 3 ore [notte]

    10-15 ml. ogni 3 ore [giorno e notte]

    15-20 ml. ogni 4 ore [giorno e notte]

    Noi raccomandiamo l'utilizzo del latte maternizzato KMR "Kitten Milk Replacer", disponibile nelle farmacie che trattano prodotti veterinari o nei migliori negozi di animali [in alternativa, PET2000 "Kitten Milk" di CHIFA.. Il latte di vacca così com'è NON è adatto: come soluzione estemporanea, può essere adattato così: 60 ml. latte senza lattosio+14 ml. panna liquida+1 tuorlo+ un poco di formaggino+ integratore vitaminico/minerale con taurina, ndt].

    Dopo ciascun pasto, è opportuno che il micetto faccia "il ruttino" appoggiato contro la vostra spalla. Un'altra tecnica è tenere il micetto con la schiena contro il vostro petto e coccolarlo mentre gli massaggiate delicatamente il pancino [ricordate anche di pulirgli il muso con un asciugamano ruvido leggermente inumidito d'acqua calda: il massaggio, gentile ma veloce, simulerà le leccate di mamma-gatta, ndt].

    E' opportuno pesare ogni micetto ad orari fissi: un guadagno costante di circa 10 gr. al giorno è ottimale, ma non sorprendetevi se il peso rimane stabile per un giorno o due, per poi raggiungere di colpo il livello previsto. Dopo ogni poppata, i micetti necessitano di esplet

  • Anonimo
    1 decennio fa

    no il biberon delle caramelle non vanno bene .. sono in vendita in negozi di animali.. il mio martino l'ho allattato con latte della bayer in polvere.. sostitutivo a quello della mamma.. glielo dai ogni due ore e devi massaggiargli il pancino delicatamente ...la mamma per farli digerire li lecca cosi gli stimoli la digestione e il gattino sta bene.. mentre mangia tienilo a pancia in giu..

    devi stimolarlo anche per fargli fare i suo bisognini.. con un batuffolo d cotone bagnato ..nella sua cesta è meglio che metti una trapuntina ...anche una pezza di cotone va benissimo... gli serve calore .. gli puoi mettere la borsa dell'acqua calda .. auguri :))

  • Anonimo
    1 decennio fa

    SONYA NATALY NON SEI ANCORA STANCA DI SCRIVERE SEMPRE LA STESSA RISPOSTACOPIATA DA INTERNET , RIDICOLA ^^

    Per l’alimentazione degli orfani la cosa migliore è poter disporre di uno dei sostituti del latte di cagna o di gatta che sono in commercio quali ad es. Esbilak â (PetAG) o Lactol Milk Powder â (Shirley’s) per i cuccioli, oppure KMR â (PetAG) o Whiskas â Instant Milk Substitute (Pedigree Petfoods) per i gattini. In mancanza di un sostituto del latte materno (o milk replacer) specie specifico, si può utilizzare (in situazioni di emergenza e per non più di 24 ore) una dieta fatta in casa. Esempio di dieta per i cuccioli: 1 litro di latte bovino, 4 tuorli d’uovo ed un cucchiaio di olio. Esempio di dieta per i gattini: 3 once di latte condensato, 3 once di acqua, 4 once di yoghurt intero e 3 tuorli d’uovo. In generale, il latte bovino è troppo ricco di lattosio soprattutto per i cuccioli che tendono a manifestare diarrea. Negli orfani che vengono alimentati artificialmente la diarrea è un problema comune, e spesso indica sovranutrizione. Il nutrimento può essere somministrato con una sonda gastrica oppure mediante un piccolo biberon. La capacità dello stomaco del cucciolo è di circa 50 ml/kg di peso, ovvero 10 ml/200 g di peso. Non nutrire con il latte un neonato finchè la T corporea non è risalita a livelli normali, dargli piuttosto una soluzione di glucosio riscaldata per via gastrica.

  • 1 decennio fa

    Quanto hanno questi mici?

    comunque io con il biberon non mi sono mai trovata bene, soprattutto quando erano piccoli di giorni.

    ottenevo ottimi risultati con la siringa (senza ago ovviamente).

    e ho sempre dato latte allungato con acqua, mai utilizzato altro.

    però io sono praticamente abituata a farlo, quindi semmai tu chiama il veterianario, saprà darti ottimi consigli

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Macchè biberon delle caramelle, stai scherzando?!

    Ci vuole un biberon apposito per cuccioli altrimenti usa una siringa (senza ago, ovviamente!).

    E anche il latte dev'essere quello in polvere o per cuccioli, comunque non certo il nostro latte intero o scremato!

  • 1 decennio fa

    Posso dirti che se vai in un negozio per animali provi sia il latte in polvere per il piccolo e il biberon a posta(quello che dici delle caramelle non so' quanto possa andare bene e' la tettarella molto importante ed il flusso del latte che arriva al piccolo).Quando l'hai preso lo prepari come descritto sulle istruzioni e cerchi all'inizio di aprirgli la bocca se non la apre da solo...piano piano e con amore vedrai che lo prenderà' e tutto andrà' bene.In bocca al lupo.

  • 1 decennio fa

    nooo nn dargli il latte normale...

    segui questa guida ottima ti dira tt oltre a qllo ke gli devi da da mangiare

    http://www.micimiao.it/gattini_soccorso.htm

    ;-)

  • 1 decennio fa

    La situazione è triste e drammatica se il micio ha poche ore di vita...

    Ho buona esperienza, e quando succedono queste cose è meglio che lasci fare alla natura.... risparmierai al micio giorni di terribile agonia.

  • 1 decennio fa

    Sì, vanno bene quei biberon, i più piccoli possibili. Se la gatta non vuole allattarli, dagli il latte normale, di certo non puoi mungere la gatta ;-) il latte materno contiene gli anticorpi adatti a fortificare i cuccioli, ma possono farcela anche con il latte normale. A volte ls mia gatta non allattava i cuccioli quando capiva che erano malati, cmq tu provaci, non è difficile. I gatti succhiano da soli.

    Buona fortuna, in fondo allattare gattini sarà per te una bellissima esperienza.

    Fonte/i: Sarà come dicono gli altri, ma i miei sono sempre sopravvissuti anche allattati con normale latte di mucca e mi è successo spesso di svezzarli.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    ciaoooo

    allora se vai in un pet shop troverai il latte in polvere ( è ottimo quello della bayer) e i biberon

    se vuoi è molto piu facile perke non devi fare il buco usare le siringhe ovviamente senza ago.

    devi dargli il latte ogni 2 ore (se la mamma non gli da il latte)

    devi tenere il gattino a pangia in giu mentre gli e lo dai (come ke mangiasse dalla mamma)

    poi dopo prendi un pezzettino di cotone lo imbagni con un po di acqua tiepida e gli massaggi il pancino in modo da stimolare per fare i bisognini.

    nella cuccetta metti una borsa di acqua calda e la avvolgi in una asciugamano in modo ke non sente freddo.

    è una cosa bellissima allattare i piccolini e cercare di salvarli non ha prezzo la gioia ke ti danno!!!!

    un bacione e auguri

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.