Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoImmigrazione · 1 decennio fa

L'Islam è già applicato nella vita quotidiana anche dei non-occidentali !!!!!!?

La città è Rotterdam; l'anno il 2009: nella città, il cui sindaco è il marocchino Ahmed Aboutaleb [foto sopra, a sx], il comico marocchino Salaheddine Benchikhi [foto sopra, a dx] tiene uno spettacolo seguendo la sua idea di opposizione all'integrazione dei nordafricani nella società europea. Il teatro lascia perciò alcune file ad uso esclusivo delle donne, cercando di separarle dagli uomini.

Nei fatti, però, donne e uomini hanno preferito mescolarsi tra i vari settori del teatro. Peccato (avrà detto Benchikhi o quelli come lui)! Sarà... per la prossima volta [intervento del 16 febbraio 2008]!

Un'intera balconata in un teatro rigorosamente riservata alle sole donne, in nome della sharia. Non accade in Pakistan o in Arabia saudita ma a Rotterdam, il cui sindaco da febbraio è di origine marocchina, Ahmed Aboutaleb. In occasione dello spettacolo del comico Salaheddine Benchikhi, anch'egli di origine marocchina, il teatro Zuidplein ha accolto la sua richiesta di riservare a sole donne le prime cinque file della balconata, e cioè 50 posti su un totale di 590. Salaheddine, editorialista del sito Morokko.nl, è noto per la sua opposizione all'integrazione dei musulmani nelle società occidentali, un tema al quale aveva dedicato la serata. Il tutto in una città dove la quota di residenti di origini non olandesi supera il 40%.

In realtà, le spettatrici musulmane che hanno assistito allo spettacolo, molte anche con il velo sui capelli, si sono mescolate tra il pubblico di sesso misto, consentendo a spettatori maschi di sedersi con loro nelle file 'riservate' senza problemi. La vicenda è però stata sufficiente per scatenare virulente politiche, avviate dalla destra populista olandese. "E' una questione di principio" ha tuonato Anita Fahmel, eletta del partito locale 'Leefbaar Rotterdam' (Rotterdam vivibile). Al contrario, il consiglio municipale ha difeso la sua scelta. "Secondo i nostri valori occidentale - è scritto in un comunicato - la libertà di vivere la propria vita in funzione delle proprie convinzioni è un bene prezioso" [non a caso... l'Olanda è anche il Paese del Partito dei Pedofili..., ndr].

Inoltre, ha proseguito, "le donne hanno il diritto di scegliere se vogliono uomini accanto o no" [come mai queste iniziative non riguardano già anche altri spettacoli o teatri? ndr]. Anche un portavoce del teatro ha difeso la scelta.

"Siamo un teatro popolare rivolto a persone con un livello di istruzione non elevato. E' un gruppo difficile da far venire in teatro, per questo siamo pronti ad adattarci".

Il governo olandese, però, non è affatto d'accordo. Il ministro dell'Interno Eberhard van der Laan, rispondendo in Parlamento all'interrogazione di un deputato liberale, ha definito "inaccettabile" creare file di posti riservati alle donne in un teatro che per di più è finanziato dal comune e dallo Stato. Secondo il ministro, si tratta di una violazione della legge sul diritto sull'eguaglianza dei trattamenti. Lo stesso van der Laan aveva d'altro canto [proposto] una separazione dei sessi per i corsi di integrazioni introdotti dal governo olandese, ma questo, aveva spiegato, per evitare che le donne musulmane rifiutassero di andarci per non mescolarsi a uomini. Il ministro ha tuttavia sottolineato che tutti gli immigrati devono "abituarsi al principio di eguaglianza tra uomini e donne" [grazie a quali iniziative? Grazie a quali esempi? Perché l'andazzo non promette molto, ndr].

Fonti: Dall'articolo "Sharia in teatro, le donne sedute separatamente dagli uomini" (Aduc, 18 aprile 2009):

Aggiornamento:

@ Amedeo d= *****, mò si che sò triste:(, io che sono sia anti-cattolico che anti-islamico :( !!!!! IO NON MORIRO' DA VILE !!!!!!

A NAPOLI IO E I MIEI AMICI ABBIAMO REMIXATO UNA CANZONE DEL GRUPPO EPIC METAL SVEDESE BATHORY IN:

One Rode to Castelvolurno Bay

Una strada per la baia di castelvolturno

La canzone parla dell feroce arrivo dell'islam in Campania

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    ti dico solo una cosa: il cristianesimo diventò religione ufficiale dell'esercito romano nel 300 d.c., benchè fu soggetto negli anni precedenti a pesanti perseguitazioni che sfociavano nelle torture con i cristiani legati nudi nei pali delle arene e fatti sbranare dai leoni...

    quanto ce ne può mettere una religione che non è perseguitata, ma che anzi trova parecchie agevolazioni soprattutto tra le popolazioni nord-europee? (da non dimenticare che si tratta di nazioni che se c'è da offendere l'italia non si tirano mai indietro)....vai a vedere su wikipedia l'anti-italianismo..

    l'europa diventerà a maggioranza islamica, questo ormai è appurato, non c'è niente da fare, l'unica è mettersi l'anima in pace e smetterla di lottare contro i mulini a vento.

    la politica di integrazione europea non prevede torture come quelle subite dai cristiani, ma sembra più che altro comportarsi come ponzio pilato..

    il destino dell'europa è questo, potrà piacere o non piacere ma è questo.

    ciao!!

    comunque sia è vero, non ci si può fare niente, l'islam è un fenomeno religioso in larga espansione, è una religione forte e non è probabile che in alcuni paesi europei di forte immigrazione divenga anche la prima come numero di adepti..poi ovviamente da cosa nasce cosa..è improponibile e impensabile, facendo parte dell'unione europea, pensare di fermare tutto questo senza incappare in violazioni di diritti umani che porterebbero l'italia a pesanti sanzioni internazionali se non all'espulsione dall'unione europea..

    chi vivrà vedrà.

  • 1 decennio fa

    Le religioni, TUTTE le religioni, devono stare fuori dai governi. questa è la mia idea..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    se viene meno la libertà individuale... viene meno tutto, poi possiamo dare la copla all'islam ect.

    fino a quando le cose non vengono imposte possono anche stare da sole le donne, ma questo non deve escludere che se uno o una , con o senza velo si vuole sedere non gli dve essere negato il suo diritto di sedersi.

    queste cose poi vengono strumentalizzare solo per far politica ed è peggio se lo fanno in mone di una norma non scritta.

  • 1 decennio fa

    alla prima pretesa che fanno qui: gli sapro in ****

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.