Quanto difficile è fingere uno stato d'animo?

...Ascoltando la radio mi è venuta in mente questa domanda.

Uno speaker radiofonico, così come un presentatore televisivo o ancora un attore di teatro, facendo del loro lavoro il contatto con il pubblico, il quale vuole svago, non dovrebbero mai lasciar trasparire stati d'animo negativi o comunque appartenenti alla sfera personale, nonostante pure per loro la vita riservi alti e bassi...

Ma voi ce la fareste a dover sempre apparire intrattenitori nonostante qualche giornata o periodo veramente storti?

Buona giornata a tutti!

Aggiornamento:

Ciao cara Sara!

23 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Io a volte devo "fingere" il mio stato d'animo perche' sono una mamma..

    ma devo farlo per loro..i miei bambini..

    per un personaggio famoso o altro..sara' veramente difficile..

    ed io sarei la classica conduttrice che piange in diretta..:(

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ..puoi fingere quanto vuoi ,ma ..gli occhi ..quelli, non mentono mai..almeno per quel che mi riguarda|!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Per il tipo di carattere che ho mi è praticamente impossibile, ogni stato d' animo che provo è dipinto sul mio viso, impossibile simulare.

    Fonte/i: Bacio;-)
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ci vogliono un'incredibile professionalità e una grande capacità di controllo delle proprie emozioni.

    Probabilmente reggerei fino a un certo punto, poi finirei come Hans Schnier di "Opinioni di un clown".

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    fingere a parole a gesti....si potrebbe anche fare...

    il problema mio grosso..

    SONO GLI OCCHI!!! Troppo espressivi..:-)

  • @
    Lv 5
    1 decennio fa

    Finchè si tratta di giornata o periodo "storti" l'ho fatto ampiamente...so celare discretamente il malumore fingendo il sorriso,se necessario.

    Diverso il caso di un grande dolore...lì non c'è niente che possa nascondere il mio annichilimento,e se non posso celarlo,sono io che preferisco direttamente nascondermi.

  • 1 decennio fa

    x me è difficilissimo nascondere uno stato d'animo! Se sn felice scoppio di gioia....se sn triste nn parlo... se una persona nn mi è simpatica glielo faccio capire dall'atteggiamento e cs via....

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Quanto è difficile?

    poco..

    per quanto mi riguarda sono esattamente 35 giorni (ora più ora meno) che fingo..si fingo,sono una brutta persona?forse..ma è l'unico modo per andare avanti senza stressare gli altri per i miei problemi del càzzo.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Si e no, dipende cosa c'è imballo. Io sin da piccola per orgoglio ho sempre trattenuta dall'esternare le mie emozioni, alle elementari ero stata l'unica bambina che nn aveva mai pianto (in realtà piangevoma nn mi ha mai vista nessuno perchè mi nascondevo). Sono riuscita a trattenermi le lacrime anche se il groppo in gola mi strozzava e così vale per tutte le altre emozioni. Solo chè questo comporta (almeno x me) un gran dispendio di energie, sopratutto quando sei fortemente arrabbiata perciò se stò facendo un qualcosa di importante (come appunto ho un lavoro in tv) sicuramente mi tratterrò dal piangere o dal dare di matto.

  • 1 decennio fa

    Sai che cosa? secondo me per quelli da te citati è più facile fingere uno stato d'animo, speaker, presentatori, attori, in qualche modo sono sempre un pò "costruiti", il loro lavoro in un certo senso consiste nel seguire uno schema, e la cosa secondo me diventa ancora più facile per gli attori, che comunque a volte anche per esigenze di copione sono costretti a fingere comportamenti che magari non gli appartiengono.

    Penso che in qualche modo è più difficile per noi che facciamo lavori "normali" e che comunque siamo costretti a fingere perchè gli stati d'animo soprattutto se negativi non vanno mai portati sul posto di lavoro.

  • Mostra altre risposte (13)
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.