Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Syria
Lv 5
Syria ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

Ma è vero che la contraccezione non sempre è stata messa al bando dal Vaticano?

Ho letto su "Famiglia cristiana" che, una quarantina di anni fa, durante la guerra nell'ex Congo Belga, le suore missionarie che si trovavano in quel luogo, nel terrore di poter essere violentate dai militari, assumevano la pillola con il beneplacito delle autorità ecclesiastiche. In tempi più recenti, negli anni Novanta, accadde lo stesso in Bosnia, durante la cosiddetta "pulizia etnica". Secondo voi, c'è da crederci, oppure è un ennesimo tentativo di screditare la Chiesa?

Aggiornamento:

@Quarto re: purtroppo non posso darti il link della notizia in quanto l'ho letta su una "Famiglia cristiana" nell'anticamera del dentista, ma ti assicuro che c'era scritto proprio quello.

7 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Già tempo addietro risposi ad una domanda che 'schivava' questo tema. Non solo il preservativo o la pillola sono stati usati in passato dalle religiose, ma lo è tutt'ora. Suore che vengono mandate in missione in paesi e luoghi a rischio, per la popolazione locale, specie se di religione diversa o arcaica, sono solo delle donne e non rivestono niente di sacro. Sono dunque a rischio stupro in qualsiasi momento possa succedere una rivolta, un attacco alle missioni, una scorreria. Penso che questo sia giusto. Ciò che non è giusto è il privilegio che viene assegnato alle religiose e non a tutte quelle donne che sono a rischio come loro, sempre le stesse a pagare queste situazioni di guerra o guerriglia. Ricordiamoci la guerra nella ex Yugoslavjia, gli stupri di massa di donne bosniache, e i commenti papali che 'pontificavano' dai loro alti e comodi scranni il 'dovere' di quelle donne rimaste incinte di far nascere la creatura. A parte la libera scelta che deve avere una donna nel procedere o no nella gestazione, se ad esempio è di grave pregiudizio alla sua salute e benessere mentale, forse non ci sarebbe stato tutto questo usando massicciamente la pillola da parte di queste popolazioni. Pare che le lezioni non scompongano più di tanto la chiesa, per cui il privilegio rimane: loro sì, gli altri no.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    il sito dove si puo leggere l'affermazione fatta da chi ha posto la domanda e:http://www.aggiornamentisociali.it/0607casalone.ht...

    Nel 1961, quando «il Papa avrebbe concesso alle suore nell'ex Congo Belga il ricorso alla pillola»(22), in zone in cui c'erano stati numerosi casi di violenza sessuale a carico di religiose. Insigni teologi convennero sulla liceità dell'assunzione di contraccettivi per impedire la gravidanza.(23)

    CI ASPETTIAMO UNA VALANGA DI RISPOSTE MA ANCHE DI DOMANDE IN MERITO.

    VEDIAMO CHI HA IL CORAGGIO DI RISPONDERE.

    http://www.comodo.it/supporto/homepage/la-chiesa-d...

    http://archiviostorico.corriere.it/1993/luglio/25/...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Seconno me le sore e pillole le usavano non per terrore d'esse violentate...

    Fonte/i: Osteria Mia
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Se è vera, è grave. Ripeto: se è vera.

    Il risultato di uno stupro etnico non è dunque anche lui una creatura di Dio?

    Dov'è la vantata apertura alla vita?

    Se una bambina sudamericana di nove anni deve accettare il dono che Dio le ha messo in grembo tramite il suo incestuoso patrigno, cosa impedisce alle ben più mature e consapevoli suore di tramutare in atto d'amore la violenza subita, sfornando aitanti chierichetti e seminaristi a maggior gloria di Dio?

    EDIT: beh, casca l'asino. Se le suore possono assumere degli anticoncezionali per evitare di rimanere incinte se vengono violentate, può farlo qualunque altra donna, visto che in Italia c'è uno stupro ogni mezz'ora.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Un tentativo di screditare la chiesa da parte di "Famiglia Cristiana" ?

    Eh, sì sa che quelli di "Famiglia cristiana" sono dei bolscevichi atei anticlericali, del resto...

  • 1 decennio fa

    Ciao syria Non ho elementi per sapere se quanto dici è vero: ma la contraccezione è disapprovata quando l'uomo / donna vuole godere dell'atto sessuale senza accettarne le naturali conseguenze. E non credo che le suore che eventualmente avessero assunto la pillola nelle circostanze in cui dici rientrino in questo caso.

  • 1 decennio fa

    Mi sembra improbabile che "Famiglia Cristiana" possa avere un vantaggio nello screditare la Chiesa.

    Comunque quella notizia l'avevo avuta anche io.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.