Anonimo
Anonimo ha chiesto in SportCalcioCalcio - Altro · 1 decennio fa

indovinnello!!!!!!abbastanza facile?

Aggiornamento:

giocava nel santos

è braziliano

5 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    Edison Arantes do Nascimento...cioe PELè!!!

    . ...............--Lo pseudonimo Pelé con cui è universalmente noto nacque dal soprannome che gli fu dato ai tempi della scuola.[6] È anche conosciuto come O Rei (in italiano Il Re),[4] O Rei do Futebol (Il Re del Calcio)[7] o anche Perla Nera (in portoghese Pérola Negra).[8]

    Fu l'unico calciatore a vincere tre edizioni dell'allora Coppa Rimet,[9] con la Nazionale brasiliana nel 1958, 1962 e 1970. Il suo gol realizzato alla Svezia nella finale del 1958 è considerato il terzo più grande gol nella storia della Coppa del Mondo FIFA[10] e primo tra quelli realizzati in una finale di un campionato del mondo.

    Detiene il record di reti realizzate in carriera: 1.281 in 1.363 partite.[11][12][4]

    Inoltre è stato nominato Calciatore sudamericano dell'anno nel 1973,[13] "Atleta del Secolo" dal CIO nel 1999 e "Calciatore del Secolo" insieme a Maradona dalla FIFA nel 2000,[14] mentre è stato dichiarato "Tesoro nazionale" dal presidente del Brasile Jânio Quadros.[4] Fa anche parte della National Soccer Hall of Fame[15] ed è stato inserito dal settimanale statunitense TIME nel "TIME 100 Heroes & Icons" del XX secolo.[16]

    Figlio dell'ex calciatore Dondinho (all'anagrafe João Ramos do Nascimento), che terminò prematuramente la propria carriera a causa di un infortunio al ginocchio, e di Maria Celeste Arantes, Pelé fu inizialmente soprannominato Dico dai suoi parenti.[18] A 5 anni, nel 1945, si trasferì con la famiglia a Bauru.

    Da bambino si guadagnò compensi extra pulendo scarpe e quando il padre gli disse di giocare a calcio inizialmente, vista la povertà della famiglia, non potè comprare un pallone ma giocò solitamente con un calzino o degli stracci riempiti con carta e legati con una laccio oppure con un pompelmo.[19]

    Fu in quel periodo che un suo compagno di scuola gli diede il soprannome Pelé. Il nomignolo gli fu dato per farlo arrabbiare, poiché Pelé pronunciava Pilè il nome del portiere Bilé.[6][20] Sebbene egli non abbia mai nascosto di non gradirlo, esso rimane l'appellativo con cui è stato consegnato alla storia del calcio. In realtà, Pelé ha sempre ricordato con orgoglio come il suo vero nome, cioè Edison o Edson, con il quale vorrebbe essere chiamato, gli sia stato imposto in onore di Thomas Alva Edison.[6]

    La prima squadra in cui giocò Pelé fu il Bauru, squadra dilettantistica locale, ma a breve fu notato da Waldemar de Brito, ex nazionale brasiliani degli anni trenta e quaranta, che all'età di 15 anni lo convinse a fare un provino per il Santos.[21]

    Santos [modifica]

    Pelé (a sinistra) e Sivori prima dell'amichevole tra Juventus e Santos del 26 giugno 1963 a Torino.Nel 1956 Waldemar de Brito disse alla dirigenza del Santos che quel ragazzino di 15 anni sarebbe diventato il miglior calciatore del mondo.[22] Pelé raggiunse così le giovanili del Santos e vi giocò per una stagione prima di approdare in prima squadra.

    Pelé debuttò con la maglia del Santos il 7 settembre 1956 in amichevole contro il Corinthians,[23] subentrando a Del Vecchio e segnando al 36° minuto un gol nel 7-1 finale per la squadra di Santos.[24]

    Nel 1957, all'inizio della stagione, Pelé, che fu soprannominato Gasolina in onore di un cantante brasiliano,[18] fu inserito stabilmente come titolare della prima squadra e, all'età di soli 16 anni, divenne il capocannoniere del Campionato Paulista.[25][26] Dieci mesi dopo aver firmato il suo primo contratto professionistico il ragazzo fu anche convocato in Nazionale.

    Dopo il Mondiale 1962, diverse squadre europee offrirono cifre importanti per acquistare il giovane giocatore,[27] ma il governo del Brasile dichiarò Pelé "Tesoro nazionale" per evitare qualsiasi possibile trasferimento.[4]

    Il 19 novembre 1969 Pelé segnò il 1.000° gol in carriera. La rete, chiamata familiarmente O Milésimo (Il Millesimo),[28] è stata realizzata contro il Vasco da Gama su calcio di rigore allo Stadio Maracanã.[29]

    Busto di Pelé e placca commemorativa presso lo Stadio Rua Javari, a ricordo del gol più bello del calcitore brasiliano.

    Secondo Pelé il suo più bel gol fu quello segnato allo Stadio Rua Javari il 2 agosto 1959 in una partita del Campionato Paulista contro il Clube Atlético Juventus. Siccome non esiste una registrazione visiva di quella partita la rete è stata ricostruita con un'animazione a computer su richiesta dello stesso Pelé.[19][30] A ricordo di quel gol nell'agosto 2006 sono stati realizzati un busto e una targa all'esterno del Rua Javari. Nel marzo 1961, Pelé invece ha realizzato il cosiddetto gol de placa (gol da targa): una rete contro la Fluminense, ritenuta così spettacolare che fu realizzata un targa con una dedica al più bel gol mai segnato al Maracanã.[29]

    Negli anni sessanta e settanta il Santos era considerata la squadra migliore del mondo, tanto che girava i continenti disputando amichevoli con innumerevoli squadre, una sorta di Harlem Globetrotters del calcio. Singolare è l'episodio avvenuto in Colombia in cui un arbitro espulse O Rei: il pubblico si imbestialì a tal punto che Pelé rientrò in campo e fu il direttore di gara stesso a dover abbandonare il rettangolo verde.[31] Per non parlare del fatto che nel 1967 le due fazioni che stavano combattendo la guerra civile in Nigeria siglarono una tregua di 48 ore per poter vedere giocare Pelé in amichevole a Lagos.[21] Questo episodio fu la testimonianza che la figura di Pelé trascese i confini sportivi più di qualunque altro atleta al mondo, entrando nella storia come una delle maggiori icone contemporanee.

    Nel 1974, dopo 19 stagioni con la maglia del Santos, Pelé decise di ritirarsi dal calcio dopo aver giocato insieme a grandissimi calciatori come Zito, Pepe e Coutinho, vincendo 10 titoli paulisti, 5 Taça Brasil consecutive dal 1961 al 1965, record del calcio brasiliano (allora il campionato brasiliano ancora non esisteva e la coppa nazionale di fatto eleggeva la squadra migliore del Paese), 3 Tornei Rio-San Paolo, una Taça de Prata, 2 Coppe Libertadores, 2 Coppe Intercontinentali[25] e una Supercoppa dei Campioni Intercontinentali.[32]

    New York Cosmos [modifica]

    Nel 1975, dopo un anno lontano dai campi di gioco, Pelé fu ingaggiato dai New York Cosmos, squadra della North American Soccer League (NASL), che gli offrì, con il beneplacito del governo brasiliano, un contratto di circa 4,5 milioni di dollari per tre anni.[33]

    La Warner Communications, proprietaria del club, volle Pelé, oltre che per la suo doti tecniche, anche per promuovere il calcio nell'America del Nord[4][34] e mise insieme una parata di giocatori d'eccezione quali, oltre a Pelé, Carlos Alberto, Beckenbauer e Chinaglia.

    Pelé esordì con i Cosmos il 15 giugno 1975 in amichevole contro i Dallas Tornado (2-2), partita nella quale realizzò un gol e fu autore di un'assist.[35] Con la squadra di New York riuscì a vincere l'edizione del 1977 del giovane campionato nordamericano di calcio. In tutte e tre le stagioni di militanza fu inserito nell'All-Star Team della NASL,[36] di cui fu nominato MVP nel 1976.[37]

    Il ritiro [modifica]

    Il 1º ottobre 1977 Pelé concluse la sua carriera disputando un'amichevole tra Cosmos e Santos, le sue due squadre. La partita fu disputata in un Giants Stadium tutto esaurito e fu trasmessa dalle televisioni di 38 Paesi di tutto il mondo.[38] Il brasiliano giocò il primo tempo con i Cosmos e il secondo con il Santos.[39] Il match fu vinto dalla squadra statunitense: a segnare furono Reynaldo per l'1-0 del Santos e Pelé su punizione nella prima metà della gara e Mifflin, che all'intervallo aveva preso il posto dello stesso Pelé nelle file dei Cosmos, per il 2-1 finale. Durante l'intervallo i Cosmos ritirarono la maglia numero 10 di Pelé[40][41] e alla fine della partita O Rei, impugnando una bandiera del Brasile nella mano destra e una degli Stati Uniti in quella sinistra, fu caricato sulle spalle dai compagni di squadra e portato in trionfo fuori dal campo.[21] Dopo il suo ritiro J.B. Pinheiro, ambasciatore brasiliano presso l'ONU, dichiarò:[38][42]

    « Pelé ha giocato a calcio per ventidue anni e durante quel periodo ha promosso l'amicizia e la fraternità mondiali più di qualunque ambasciatore »

    Pelé si ritirò dal mondo del calcio dopo aver realizzato 1.281 gol,[11] che gli valsero il titolo di più grande goleador della storia del calcio. Arthur Friedenreich secondo alcune fonti, forse anche per un errore di trascrizione, avrebbe segnato ancora di più: ben 1.329 reti dal 1909 al 1935,[43] ma a differenza di O' Rei non esistono statistiche ufficiali per confermarlo e quindi per la FIFA il primato spetta a Pelé.[4]

    Nazionale [modifica]

    Pelé debuttò nella Nazionale brasiliana il 7 luglio 1957, tre mesi prima del suo 17° compleanno, contro gli storici rivali dell'Argentina che in quell'occasione sconfissero il Brasile per 2-1. L'unica rete dei verdeoro fu messa a segno proprio da Pelé.[44]

    Mondiale 1958 [modifica]

    Maglietta di Pelé del Mondiale 1958 presso il Museo dello Sport del Maracanã.Pelé fu convocato dal CT verdeoro Feola per i Mondiali 1958 svoltisi in Svezia.[45] Pelé disputò la prima partita ai Mondiali contro l'URSS nella fase a gironi.[46] Era il più giovane del torneo e il più giovane ad avere mai giocato una partita della fase finale della Coppa del Mondo.[47][48] Realizzò il primo gol ai Mondiali contro il Galles il 19 giugno 1958, rete che determinò l'1-0 finale consentendo al Brasile di qualificarsi alle semifinali.[46] In semifinale contro la Francia il 24 giugno Pelé segnò una tripletta che determinò il 5-2 finale. Grazie a queste reti diventò il più giovane marcatore nella storia della Coppa del Mondo (17 anni e 2

  • 1 decennio fa

    ronaldo non cristiano

    p.s.che indizi sono?????????

  • 1 decennio fa

    la risposta è Pelè ...abbastanza facile..(se è lui)

  • 1 decennio fa

    la so è fango di jovanotti!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    se nn metti gli indizi

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.