Cosa devo fare secondo voi?

Un mio zio abita con me, mia madre e mie sorelle in casa ( mio padre è morto da 6 anni). Da un po' di tempo a questa parte si comporta in modo strano, per non dire che non si comporta per nulla bene. E' spesso insofferente, occhi al cielo, parla male degli altri alle spalle, risponde a tono ( anche con mia madre) un vero cafone. Ieri pure a me, all'ora di cena stavo parlando di una determinata cosa e lui ha alzato gli occhi al cielo, un vero maleducato. Non ci ho visto più e gli ho semplicemente detto: perché sollevi gli occhi al cielo? Sapete come mi ha risposto? Lasciami la testa in pace, con fare arrogante. Ho passato per colpa sua la serata di malumore, da uno zio subire queste offese non è il massimo. Altre volte poi si comporta da essere superiore, non ti guarda in faccia, fa finta di nulla, ha un modo di fare veramente antipatico. ieri sera ne ho parlato con mia madre, e lei mi ha detto: fai il bravo, fallo per me, perdonalo. ma sinceramente lo sopporto sempre meno. Tutto questo capita perché è separato da moglie e figli da due anni ed è malato ( ha avuto un infarto brutto nel 99, è diabetico). Io così non ce la faccio ada andare avanti con uno zio che odia la gente compreso me, cosa devo fare secondo voi? Grazie.

Aggiornamento:

Scusate però, se non avete delle opinioni in merito, non state a dire le classiche frasi, non lo so, non so cosa dire...non rispondete e basta! Ma che risposte sono queste?? Grazie!!

Aggiornamento 2:

Miele, io a mio zio gliene ho perdonate tante, però adesso sta rasentando ogni limite, non sono io che devo avere compassione, ma lui degli altri, io ho la coscienza a posto, credimi, ciao.

Aggiornamento 3:

Si, Briciola, hai ragione. Lo sai quanto ha di pensione al mese? quasi 2000€!!!!!ed io che non ho un soldo ( meno di 500€ al mese) me lo devo sempre sopportare, e dorme pure con me!!!! Sto pensando di andarmene, non lo sopporto più!!!!

Aggiornamento 4:

Grazie Marnie, mi zio dal punto di vista economico è pienamente autosufficiente, potrebbe prendersi un appartamentino e vivere per conto suo senza essere di peso a nessuno, ma da mia madre ha tutto, la pappa pronta, ecco perchè non se ne va. E' un egoista, ed anche molto cattivo, dato che noi lo trattiamo con riguardo, mentre i suoi figli e la sua ex moglie l'hanno rinnegato e ripudiato come un cane rognoso. E il bello è che va pura a trovare la figlia!!!! A mia madre la tratta male, è provo una rabbia enorme ( mia madre non è una ragazzina, ha 76 anni, ed io non sono un bambino, tra un pò ne faccio 43). per me è solo opportunista cattivo ed egoista, sto pensando di andarmene, anche se darei un dolore a mia madre, è questo che non mi fa stare sereno, ciao.

Aggiornamento 5:

scusate gli errori, ho scritto velocemente.

Aggiornamento 6:

Grazie per i consigli marnie, ma ho già deciso, andrò a vivere per conto mio, non voglio essere oppresso dagli atteggiamenti infantili di certe persone come mio zio, ciao.

8 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    ciao ..brutta situazione.io sono del parere che aiutare una persona non debba far star male tutta la famiglia,un sacrificio per una persona in difficoltà si fa volentieri,ma a tutto c'è un limite. te lo dico io che ne ho passate tante, ingoiando tanta rabbia, tanti dispiaceri,fino a quando non ce l'ho fatta più.

    io in questi mesi mi sto "scontrando" con una mia cara amica,sposata da 4anni in attesa del suo primo bimbo.andava a casa del nonno materno di 90anni per preparargli da mangiare e pulirgli casa,dopo la gravidanza siccome doveva stare a riposo ha preso la decisione di portarsi a casa il nonno,perchè le veniva meglio e il marito non doveva stare avanti e indietro..da allora è cominciato l'inferno.

    quello che sembrava un vecchietto innocuo si è rivelato un opportunista,un prepotente,un bugiardo e soprattutto un grandissimo ingrato.non scendo nei particolari ma ti assicuro che a tuo zio gli fa 100 a zero.

    lei non lo sopporta più,il marito tace e subisce per amore della moglie,ma prima o poi il sacco diventerà troppo pieno ed esploderà.da dire che è un uomo autosufficente,forte, e ..molto furbo..ora ho capito perchè su 5 figli nessuno lo vuole.nonostante questo la mia amica ancora non si decide a farlo tornare a casa sua.

    ti dico questo per farti capire che il buon cuore a volte non viene riconosciuto.

    tuo zio non è proprio capace di badare a se stesso? non puo permettersi un appartamentino in affitto? per le faccende e le altre cose si può chiedere l'assistenza domiciliare al comune.voi comunque gli starete sempre vicino per ogni cosa,

    insomma chiaritevi tra di voi,parla apertamente con tua madre e cercate una soluzione,così non potete andare avanti.

    o subisci e sopporti,o uno dei due dovrà andare via di casa.

    spero che tu riesca a risolvere.

    ti saluto

    a maggior ragione!!!

    perchè devi separarti da tua madre per colpa sua? ha pure una buona pensione,cosa vuole di più?

    parla a tua madre col cuore in mano,abbracciala e dille le tue intenzioni.dille che le vuoi un bene immenso e che non vuoi separarti da lei,ma che non ce la fai più a sopportare tuo zio.

    una soluzione si deve trovare,tue sorelle non si pronunciano?

    comunque se non ti va di parlare qua davanti a tutti si può fare in privato...bisogna risolvere accidenti.

    se mia madre fosse viva non permetterei a nessuno di separarmi da lei,non esiste proprio.

  • 1 decennio fa

    Non dargliela vinta.Assolutamente.Pensa a tua madre. E rispondi a tono a tuo zio.Sei un uomo e DEVI FARTI VALERE.....tu del resto sei a casa tua.E' lui l'ospite,mica tu!

    Fonte/i: non dare questo dispiacere a tua madre eparlane meglio con lei. in bocca al lupo.
  • 1 decennio fa

    mi dispiace tanto per la tua situazione :( .. io ti consiglierei di ignorarlo.. so che è brutto ignorare uno zio ma se non si comporta bene alla fine è l'unica soluzione, ignoralo vedrai che capirà, almeno spero.. non ti consiglio di discuterci dato che fa l'arrogante anche perchè rischieresti incubare un aria di tensione a casa e poi farlo per tua madre.. il mio consiglio è di ignorarlo.. ciao e buona fortuna.. spero tuo zio si comporti meglio. un bacione

  • 1 decennio fa

    scusa e se prendesse una casa tutta sua? ho capito che a tua madre fa pena però prima venite te e le tue sorelle e poi lui

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    ciao Ametista, davvero una situazione poco piacevole e me ne dispiace. L'unico consiglio che posso darti é quello di assecondarlo. Vuole che gli lasci la testa in pace? Evitalo, esci e quando torni non degnarlo manco di uno sguardo. Quando sei in casa rivolgiti solo agli altri familiari e mai a lui tranne che per cose che non puoi fare a meno. Quando proprio ti devi rivolgere a lui, fallo con distacco. "Per favore, grazie, mi porgi quello?". Non reagire ad eventuali provocazioni, voltagli le spalle ed allontanati. Magari dovrebbero far lo stesso anche gli altri componenti della famiglia, probabilmente il suo comportamento é dovuto ai problemi fisici, personali ed al fatto che comunque si sente il fulcro del nucleo familiare. Bisogna ridimensionare "la sua posizione all'interno del nucleo familiare".

    Questi sono solo i miei consigli, magari ascolta chi davvero ha studiato le relazioni familiari. Io personalmente mi comporterei in questo modo (giusto o sbagliato che sia).

    Per quanto riguarda il malumore, non preoccuparti, ci si abitua anche a quello (questo te lo posso dire per esperienza personale).

    In bocca al lupo caro amico!

  • ailep
    Lv 4
    3 anni fa

    Guarda, sinceramente mi viene in mente un passo, che credo parla proprio di te: Luca 9:sixty two Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che ha messo mano all'aratro e poi si volge indietro, è adatto consistent with il regno di Dio» Però posso dirti che l. a. cosa può essere anche uno spunto consistent with dare "luce" a questi altri tuoi amici; infatti l. a. stessa cosa +o- è successa a me, non ho nessun amico che frequenta l. a. Chiesa o qlc del genere, però devo dire che loro hanno visto un mio cambiamento, e siccome l. a. testimonianza è l. a. prima cosa consistent with un Cristiano, secondo me non devi rompere i rapporti del tutto, magari devi imparare a saperli dosare; ricordati che bisogna sempre mettere al primo posto Dio, non ti a good distance rubare da loro quello che Dio sta facendo nella l. a. tua vita. Io ti posso dire di non rompere in maniera brusca o repentina, consistent with poter dare così a loro adito a dire cose brutte su di te, comportati in modo che non abbiano niente da rimproverarti, se loro parlano male di te, ma sai di essere nel giusto, e di non aver fatto niente di male, non devi aver pura di niente. Cmq solo tu conosci l. a. situazione bene, e solo tu puoi dare una giudizio fatto bene sul da farsi, insooma consistent with me se questa situazione nuoce veramente alla tua fede, lasciali stare, altrimenti dosa le occasioni di incontro se possibile. ciao

  • 1 decennio fa

    Sono felice di poter risponderti e spero di riuscire a darti un buon consiglio. Prova a capire tuo zio. Mettiti nei suoi panni. Sta male, sta soffrendo... Probabilmente cerca di non fare vedere quanto in realtà stia male e la conseguenza è questa sua arroganza. Sicuramente devi cercare di sopportarlo, ma non solo. Dovresti anche cercare di aiutarlo, di farlo stare meglio...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    non saprei proprio cosa consigliarti...

    mi dispiace...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.