? ha chiesto in Arte e culturaArti visiveScultura · 1 decennio fa

10 punti a chi mi aiuta ;-)?

mi servono delle ricerche di storia dell'arte:

- cosa c'è raffigurato nella corazza della statua " augusto di prima porta"

-il tempio di zeus ad olimpia

- il partenone

specialmente le ultime due non molto lunghe xk mi sevono solo per ripassare e buttare un occhio durante l'interrogazione

grazie a tt in anticipoo =)

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    La corazza imperiale era tipicamente in cuoio con inserti in metallo. È scolpita come aderente, facendo risaltare il fisico atletico, che ricorda le sculture greche di eroi.

    Grande importanza simbolica hanno i rilievi che la decorano, con particolare riferimento alla storia contemporanea e all'ideologia di augusto. Vi sono raffigurati:

    • In alto una personificazione del Caelum

    • Sotto di esso vola la quadriga del Sol

    • Precedono la quadriga l' Aurora e il Phosphorus

    • Al centro vi è la scena di re Fraate IV dei Parti che restituisce le insegne dei Romani prese ai romani durante la sconfitta di Crasso; il generale romano che le riceve, con ai piedi un cane, è forse Tiberio

    • Al lati si trovano le personificazioni di due province vinte, la Germania e la Pannonia, dove era intervenuto Tiberio tra il 12 e l'8 a.C.

    • Sotto di esse si trovano due Vittorie alate

    • In basso, semisdraiata, si trova la Tellus

    Il tempio di Zeus ad Olimpia (460 a.C.) era un tempio di ordine dorico, con sei colonne sulla facciata e tredici sui lati lunghi, con cella, portico e opistotono.

    I blocchi della costruzione erano in calcare locale, coperto con stucco per nascondere le imperfezioni, mentre le piastrelle del tetto e le sculture erano in marmo.

    La scena sul frontone orientale raffigura i preparativi per la gara di corsa su carri tra Pelope e re Enomao, le cui statue affiancano quella centrale di Zeus, giudice invisibile della gara. Sul frontone occidentale, Lapiti e Centauri combattono alle nozze di Piritoo, presiedute dalla figura centrale di Apollo, anch'egli invisibile ai contendenti.

    Le metope marmoree scolpite ornavano i portici sul fronte e sul restro dell'edificio, non l'esterno del tempio; il soggetto illustrato erano le fatiche di Eracle.

    Nella cella, tra i due colonnati, fu posta alla fine dei lavori una statua crisoelefantina (oro e avorio) di Zeus, opera di Fidia; la figura seduta del dio raggiungeva il tetto del tempio e la mano destra distesa reggeva una statua di Nike, la Vittoria.

    Partenone Il tempio maggiore dell'Acropoli di Atene, dedicato ad Atena Parthénos (vergine). Edificato al posto di un grande tempio arcaico (Hekatómpedon), poi sostituito da un tempio incompiuto (distrutto durante il saccheggio persiano del 480 a.C.), fu iniziato, su ordine di Pericle, nel 447 a.C., consacrato nel 438 a.C. e concluso nel 432 a.C.

    Gli architetti Ictino e Callicrate progettarono un grandioso edificio interamente in marmo pentelico, di 70 x 31 metri circa; l'ordine dorico della costruzione è addolcito e reso estremamente elegante grazie alle proporzioni studiatissime, agli espedienti utilizzati per correggere le aberrazioni ottiche determinate dall'enorme massa dell'edificio, e all'impiego di elementi dell'ordine ionico. Il colonnato esterno presenta otto colonne sulle facciate e diciassette sui lati lunghi. Lo spazio interno è occupato dalla cella, divisa in tre navate da un colonnato a due ordini sovrapposti, e da un ambiente destinato a ospitare il tesoro della lega delio-attica, ornato da quattro colonne ioniche.

    L'apparato scultoreo, progettato da Fidia (che sovrintendeva all'intera costruzione), comprendeva la grande statua di Atena in oro e avorio, posta nella cella, e la decorazione architettonica. Le novantadue metope del fregio dorico raffiguravano le battaglie dei giganti, delle amazzoni, dei centauri, e la distruzione di *****. Il fregio ionico, sul muro esterno della cella, raffigurava nei 160 metri del suo sviluppo la processione delle Panatenee, conclusa di fronte agli dèi che assistono alla consegna del velo per l'antica statua di Atena Polìade. Sui frontoni erano a est la nascita di Atena, a ovest la disputa fra la dea e Poseidone per il possesso dell'Attica. Le sculture sono ora esposte, come Marmi di Elgin, al British Museum di Londra.

    Il Partenone è il principale monumento dell'arte greca e una delle più alte testimonianze della civiltà occidentale; l'arte classica trova qui un perfetto equilibrio fra forma architettonica e decorazione scultorea. Il tempio costituisce, nel contempo, l'espressione somma delle tradizioni e della vita culturale dell'Atene periclea, nel momento più alto della sua storia.

    del partenone:piu piccolo di cosi penso non si puo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.