Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 decennio fa

quali sono stati i motivi scatenanti la guerra civile americana tra nordisti e sudisti?

ricordo che i sudisti erano schiavisti mentre il nord era x la libertà e l'uguaglianza di tutti ma non so se sia stato questo il motivo. potreste dirmi anche le conseguenze della guerra?

Aggiornamento:

nei film americani è spesso presente la guerra civile e ora mi è venuta la curiosità di saperne di +

8 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Studiando le ragioni della guerra civile americana si nota quanto esse siano più complesse e profonde di quanto non appaia a uno sguardo superficiale. Pochi storici parlano ormai della questione della schiavitù, in sé e per sé, come autentico motivo scatenante il conflitto. La guerra di secessione appare sempre più come un sanguinosissimo confronto civile in cui lo scontro dipese essenzialmente dai modelli di sviluppo economico che s'intendevano perseguire, al di là dei pur nobili ideali antischiavistici. Il Nord non entrò in conflitto col Sud per una propria visione del mondo liberale e particolarmente moderna per l'epoca (i Sudisti si ritenevano i veri rappresentanti del liberalismo, e proprio sulla base delle proprie idee liberali pretendevano di decidere del proprio futuro economico quanto alle loro proprietà, gelosamente difendendo le proprie prerogative giurisdizionali, come assicurava d'altronde loro la Dichiarazione d'Indipendenza, senza alcuna interferenza da parte dello Stato federale centrale)

    Fu uno scontro di interessi. La questione della schiavitù seguì come fattore non strutturalmente necessario. Non fu un problema morale quello posto dalle popolazioni del Nord, ma economico: se gli uomini politici desideravano la liberazione degli schiavi (che anche dopo l'emancipazione rimasero sottomessi, discriminati e sfruttati) era perché essi consentivano redditività al modello liberistico basato sull'agricoltura latifondistica del Sud, in contrasto coi processi d'industrializzazione del Nord, bisognoso di protezionismo e, per ciò stesso, tendente all'egualitarismo. Era poi importante per il Sud mantenere in piedi il sistema tradizionale, che si reggeva sulla "regola dei tre quinti", per cui gli schiavi, pur non avendo diritto di voto, venivano conteggiati nella popolazione degli Stati nel calcolo dei rappresentanti che spettavano a ciascuno.La guerra di secessione non fu una guerra romantica, come ce la si può figurare in Europa, ma una guerra americana e moderna, nel senso che dietro lo schermo delle idee difese c'erano interessi economici che attizzarono il fuoco delle passioni. La guerra fu lanciata da un'America moderna ed industriale in nome di una dottrina che governa ancora la politica estera americana. Con le sue azioni politiche il Sud mise in pericolo gli interessi economici e industriali del Nord: questo pericolo doveva essere messo a tacere.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    La questione della schiavitù, il sud favorevole, il Nord abolizionista.

    By a i

  • Yakuza
    Lv 5
    1 decennio fa

    le cause che scatenarono la guerra americana sono: la schiavitù dei neri, il nord che voleva diventare industriale, emise le dogane,

  • 1 decennio fa

    Il motivo scatenante è stato lo schiavismo delle persone di colore, il nord voleva renderli liberi il sud con i suoi latifondi aveva bisogno di braccia a basso costo che lavorassero la terra

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    L´abolizione della schiavitú,proclamata da Abramo Lincol,Presidente degli u.s.a,Il sud non era d´accordo che avevano enormi guadagni con il lavoro degli schiavi-Clicca anche sul link e leggi-

    http://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_civile_america...

  • 1 decennio fa

    göi stati del sud non vollero accettare L' elezione di lincoln a presidente perché lo ritenevano antischiavista

  • 1 decennio fa

    il motivo scatenante è stato l'abolizione della schiavitù decisa dal presidente Lincoln e alcuni episodi di vandalismo nel confine tra due stati (non ricordo quali erano), ma il vero motivo era sostanzialmente un altro: all'epoca gli stati americani erano una confederazione e non una federazione (come lo sono oggi). Questo significa che erano un po' come l'Ue oggi: gli stati erano abbastanza indipendenti dal governo centrale che però aveva certi poteri e poteva fare alcune leggi obbligando gli stati ad eseguirli. Gli stati del nord volevano l'unità in uno stato federale credendo così di rafforzare il territorio da attacchi esterni (la guerra contro la Gran Br. era finita da poco): ed il presidente Lincoln era uno dei maggior sostenitori di questo movimento. Ma tra nord e sud esistevano molte differenze sociali ed economiche: il nord era più ricco (basava la sua economia sul commercio mentre il sud sulla produzione di cottone con mezzi e procedimenti ancora arretrati tecnologicamente) e questo faceva temere agli stati del sud una predominanza del nord nella gestione dello stato. Inoltre, gli stati del nord erano contrari alla schiavitù e ad altre usanze nella società del sud: un evenuale unione federalista avrebbe comportato una maggiore intrusione del nord in affari che i suddisti consideravano "privati". Quindi abbiamo due schieramenti: il nord che voleva l'unità ed il sud che voleva lo status quo (che le cose rimanessero così com'erano, cioè confederazione). La situazione si surriscaldò alla fine degli anni '50 dell'800 quando alcuni stati del sd proclamarono la loro intenzione a separarsi dalla confederazione e crearne una loro: ci furono gli incidenti di confine e ci fu la guerra successione che in pratica fu un invasone del sud da parte del nord (i primi non avevano proprio speranza di vincere: il nord aveva armi più avanzate).

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Studiando le ragioni della guerra civile americana si nota quanto esse siano più complesse e profonde di quanto non appaia a uno sguardo superficiale. Pochi storici parlano ormai della questione della schiavitù, in sé e per sé, come autentico motivo scatenante il conflitto. La guerra di secessione appare sempre più come un sanguinosissimo confronto civile in cui lo scontro dipese essenzialmente dai modelli di sviluppo economico che s'intendevano perseguire, al di là dei pur nobili ideali antischiavistici. Il Nord non entrò in conflitto col Sud per una propria visione del mondo liberale e particolarmente moderna per l'epoca (i Sudisti si ritenevano i veri rappresentanti del liberalismo, e proprio sulla base delle proprie idee liberali pretendevano di decidere del proprio futuro economico quanto alle loro proprietà, gelosamente difendendo le proprie prerogative giurisdizionali, come assicurava d'altronde loro la Dichiarazione d'Indipendenza, senza alcuna interferenza da parte dello Stato federale centrale).

    Fu uno scontro di interessi. La questione della schiavitù seguì come fattore non strutturalmente necessario. Non fu un problema morale quello posto dalle popolazioni del Nord, ma economico: se gli uomini politici desideravano la liberazione degli schiavi (che anche dopo l'emancipazione rimasero sottomessi, discriminati e sfruttati) era perché essi consentivano redditività al modello liberistico basato sull'agricoltura latifondistica del Sud, in contrasto coi processi d'industrializzazione del Nord, bisognoso di protezionismo e, per ciò stesso, tendente all'egualitarismo. Era poi importante per il Sud mantenere in piedi il sistema tradizionale, che si reggeva sulla "regola dei tre quinti", per cui gli schiavi, pur non avendo diritto di voto, venivano conteggiati nella popolazione degli Stati nel calcolo dei rappresentanti che spettavano a ciascuno.

    La guerra di secessione non fu una guerra romantica, come ce la si può figurare in Europa, ma una guerra americana e moderna, nel senso che dietro lo schermo delle idee difese c'erano interessi economici che attizzarono il fuoco delle passioni. La guerra fu lanciata da un'America moderna ed industriale in nome di una dottrina che governa ancora la politica estera americana. Con le sue azioni politiche il Sud mise in pericolo gli interessi economici e industriali del Nord: questo pericolo doveva essere messo a tacere...

    Ciao...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.