promotion image of download ymail app
Promoted
[ Fla ] ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

Vorrei aprire un mini-dibattito.. Omosessuali e adozioni?

Cosa ne pensate del fatto che la legge proibisca agli omosessuali di adottare bambini?

E' una legge giusta o sbagliata?

E nel caso..

La ritenete giusta perché siete conservatori o perché il vostro pensiero è rivolto alla crescita psicologica del bambino?

La ritenete sbagliata perché siete progressisti? O avete già considerato la possibilità di crescita poco regolare del piccolo e ritenete che sia improbabile che abbia problemi?

Scusate, un po' troppe domande.. Ma consideratela una specie di scaletta per dare il via alle vostre opinioni.. Naturalmente rispondete a schema libero, per carità, non è certo un questionario..

*un mio parere preferisco scriverlo dopo, per evitare di ricevere le solite "si hai ragione, certo".. Vorrei raccogliere un po' di pareri diversi e sapere cosa ne pensate voi answerini di questa faccenda.

Aggiornamento:

Penso anche io che l'educazione fornita da una mamma e un papà sia la stessa di due papà o due madri; però va considerata questa cosa: per quanto ormai la maggioranza (insomma) delle persone abbia accolto e accettato l'idea che persone con "gusti diversi" siano tali e quali a noi (perchè in fondo, si tratta di questo, no?), resta una fetta di popolazione che li discrimina ancora e li considera diversi ("diversi" va assunto come dispregiativo, in questo caso).

Queste famiglie retrograde (è un mio parere, nessuno si offenda) passano i propri pensieri e le proprie convinzioni ai figli, fino all'età in cui questi non hanno la capacità di pensare con la propria capoccia.. Ma, nel frattempo, questi bambini si relazionerebbero con il figlio adottivo della coppia omosessuale, giusto? E sarebbero portati a discriminare e isolare, forse, il bambino, che crescerebbe male e triste, fino a diventare un adulto "traballante".. Non c'entrano niente i genitori, secondo me, ma i coetanei, quindi..

Aggiornamento 2:

@ Giulia.. Sei davvero una persona altruista, wow. Ti ammiro..

Aggiornamento 3:

@Fily Basta.. Si, sono d'accordo.. E anche gli altri, qui, mi sembra; l'educazione sarebbe normale, come quella di una coppia di genitori etero. Il problema, secondo me, è quello che tu hai accennato, ossia la discriminazione esterna alla famiglia e i problemi che può portare al figlio (per famiglia intendo quella di cui stiamo parlando, coppia di omosessuali + bambino).

Vabbè, poi contempli anche la possibilità che il figlio cresca omosessuale.. Ma non mi sembra sia un problema, no? E viste le risposte, sono molti qui quelli d'accordo, e suppongo sia d'accordo anche tu..

Aggiornamento 4:

@@ Fily Basta.. Avevo interpretato male alcune tue parole. Credevo fossi tu a supporre che potesse crescere omosessuale il figlio di una coppia gay.. Scusa, avevo letto male..

@ Il doppio.. Questa cosa non la sapevo, e non ne capisco il senso: perchè un transessuale può e un omosessuale no? Beh, questo per la prossima domanda ^^

Però, possibile che nessuno di voi consideri il modo in cui il bambino verrà forse emarginato dagli altri (non si può negare che succederebbe, perchè società bigotta = famiglie bigotte = figli bigotti contro gli omosessuali)?? Questo per me è uno dei punti fondamentali del discorso!

A proposito dell'affetti che riceverebbe il bambino sono d'accordo, con Fily Basta, con il Doppio, con Gotico e con chi sostiene questo punto di vista.. Ma nessuno di voi ha considerato il mio "punto fondamentale"

12 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Prima di tutto chiarisco che vengo in pace e spero di non suonare lapidario e chiarisco che se scriverò delle parole in maiuscolo sarà perché le avrò reputate parole chiave; mi scuso per il loro impatto visivo.

    Dunque...

    Sono contrario al ritenere che una coppia omosessuale NON possa adottare un figlio. Penso per esempio al fatto che in molti stati, Italia compresa, questo permesso è concesso alle coppie etero che abbiano uno dei deu genitori transessuale. Ora, io sono bisex e transessuale ftM (cioè da donna a uomo) dunque mi sento chiamato in causa da ambo le parti.

    Ritengo che se non viene considerato diseducativo, compromettente, lesivo per il bambino che abbia un genitore transessuale non vedo perché lo debba essere per due genitori omosessuali. A mio avviso transessualità ed omosessualità sono entrambe sullo stesso piano, giuste, legittime, possibili e dunque meritevoli (sempre a seconda dei casi singoli, valutando le persone che vorrebbero adottare, proprio come per le coppie etero) di avere un loro bambino.

    Penso all'impatto psicologico che un bambino avrebbe quando un suo genitore gli dicesse "sai, io un tempo non ero un maschio ma una femmina", cosa potrebbe pensare quel bambino? Probabilmente nulla di shockante perché la famiglia si sarebbe preoccupata di sensibilizzarlo alla tematica e avrebbe fatto di lui in individuo tollerante e comprensivo verso il prossimo, chiunque sia quel prossimo.

    Poi penso all'impatto psicologico che un bambino potrebbe avere vedendo i propri genitori come due mamme o due papà e alcuni altri bambini coi genitori papà e mamma. Dove sta la differenza? Se la famiglia comporta Amore, se il clima intero alla famiglia è buono, giusto e corretto, quel bambino crescerà come tutti gli altri.

    Qualcuno dice: un figlio cresciuto da due madri o due padri sarà lesbica o gay a sua volta. Io dico: sono nato in una famiglia etero, cattolica convinta, conservatrice, omofoba e tutto il resto, eppure sono lo stesso transessuale e bisessuale, quindi il contesto famigliare NON influisce in alcuna misura sull'orientamento sessuale o l'identità di genere di un figlio, altrimenti non esisterebbero a prescindere le persone LGBT e saremmo tutti etero.

    Posto tutto questo concludo dicendo che la famiglia, padre-madre, padre-padre o madre-madre che possa essere, deve MERITARSI di adottare quel bambino, in primis, e per secondo a mio avviso dovrebbe essere quello stesso bambino a SCEGLIERE quale famiglia vorrebbe avere piuttosto che viceversa. Laddove sia possibile ritengo che un bambino abbia il DIRITTO di crescere nella famiglia che ritiene giusta per sé e che preferisce (dopo che ogni possibile famiglia sia stata calutata come idonea, ovviamente) e non invece il genitore che, mosso da EGOISMO, scelga il bambino che più preferisce.

    Spero di essere stato chiaro, buona serata ^^

    ---

    Prima di tutto ti ringrazio per l'apprezzamento.

    Dopo di che ti terrò d'occhio per rispondere alla domanda sulle adozioni da parte dei transessuali (ma dico subito che il motivo che ci sta alla base è semplice: un* trans che adotti lo farebbe se e solo se fosse sposat* con una persona del sesso opposto, dunque si parlerebbe di etero, quindi il motivo sarebbe quello stesso arcano che sta dietro ad un genitori etero sì-genitori omosessuali no).

    Tornando al punto cruciale del tuo discorso, non l'ho preso in considerazione semplicemente perché se le adozioni da parte di coppie omosessuali fossero concesse ce ne sarebbero tante, non poche, dunque i figli di omosessuali non sarebbero dei casi isolati e facilmente intaccabili ma piuttosto potrebbero spalleggiarsi vicendevolmente. In sostanza non sarebbe molto diverso da quel che vivevano gli immigrati: nei primi anni erano visti come dei criminali, dei pezzenti, dei reietti, ora invece sono parte integrante della nostra società e salvo dai razzisti vengono rispettati. Per i figli di omosessuali sarebbe lo stesso. Nei primi anni sarebbero maltrattati, poi a seguire sarebbero visti come tutte le altre persone salvo da coloro che sono sempre stati e sempre saranno degli omofobi.

    Non lo vedo come un problema così grande, qualunque cattiveria da parte di chiunque può essere affrontata e combattuta (possibilmente con la non-violenza) dopo di che d'accordo, l'Italia non sarà il paese migliore in questo senso, ma se si applicasse un discorso simile ad un qualunque stato un po' più tollerante di suo secondo me non ci sarebbe veramente nulla di male nell'adottare da parte di due padri o due madri.

    Fonte/i: Il mio neurone Diego, pro adozione da parte degli omosessuali [Adigrat lover *_*]
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Omosessuali si nasce non si diventa,l'educazione influisce sul bambino ma non al punto di farlo diventare omosessuale.

    Un figlio nato da una coppia etero che poi i genitori si separano e il figlio assiste allo sfascio della famiglia,non rimane traumatizzato?

    Quale trauma più avere un bambino che cresce con due uomini?

    Se io e il mio compagno cresciamo un bambino,sicuramente subirà l'influenza esterna,ma non da noi,probabilmente sarà preso in giro dai coetanei,potrà odiarci per questo,perchè è l'ambiente esterno che segue il tradizionale,e lui lo faranno sentire diverso.

    In questo caso è l'Italia che non è pronta ad acettare le adozioni da parte nostra,ma so per certo che in altri paesi i bambini che crescono con omosessuali non hanno problematiche ,e nell'età dell'adolescenza maturano consapevoli perchè quello che hanno ricevuto è amore.

    Non esisto controindicazioni,molte donne crescono figli senza la figura maschile,dipende dal genitore dare un esempio di vita,per cui se io do un esempio positivo anche se siamo due padri al bambino non creiamo traumi,non cresce gay.

    Io un figlio in Italia per ora non lo crescerei,in altri paesi si.

    Ci sono ragazzi ora adulti cresciuti con omosessuali,mai sentito che si dica che ci sono stati problemi,passiamo anche noi la trafila burocratica delle adozioni e gli psicologi,se siamo valutati idonei,cosa ci impedisce di essere buoni genitori?

    ><<

    un figlio se non nasce omosessuale non cresce omosessuale,seguirà il suo istinto eterosessuale,un figlio non va influenzato sessualmente senno questo si chiama plagio e lo può subire in qualsiasi contesto famigliare,etero o gay che sia.Sarebbe reato e danno al minore.Non mi risulta che le coppie gay che hanno adottato sia incappate in questo discorso.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Julie
    Lv 5
    1 decennio fa

    io sono omosessuale, e vorrei tanto potermi sposare un domani... ma ritengo un atto egoistico l'adozione dei figli, secondo me deve continuare a rimanere proibita. io sono cresciuta sol ocon mamma, che rimase vedova, dunque so cosa significa crescere senza un padre.. e io non metterò mai al mondo un figlio senza che ci sia anche il suo padre di sangue...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Luca
    Lv 7
    1 decennio fa

    Analizzando la questione prendendo in considerazione le relazioni interpersonali che il bambino si troverà ad affrontare fuori dal nucleo familiare a cui dovrebbe appartenere, visto è considerato che la società di oggi non è ancora sufficentemente pronta per accettare una cosa del genere, penso che l'adozione di un bambino da parte di una coppia di omosessuali possa avere delle ripercussioni negative sulla sua sfera psicologica, dal momento in cui dovrà, in seguito, confrontarsi con una società che potrebbe trovare aberrante il fatto di avere due papà.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    credo ke sia sbagliato proibire l adozione ad una coppia di omosessuali in quanto possono dare una giusta educazione al bambino ovviamente spiegando kiaramente la loro situazione.poi i bambini nn sono così stupidi da non capire se dette le cose in modo giusto e una volta grande farà le sue scelte.ma ciò d cui ha + bisogno credo sia qualcuno ke tiene a lui, gli vuol bene e nn gli faccia mancare nulla

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    la ritengo giusta perché può influire nella crescita psicologica del bambino negativamente!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 anni fa

    Come rimanere incinta velocemente? Ecco una serie di consigli e accorgimenti a cui potete far ricorso quando decidete di avere un bambino http://GravidanzaMiracolosa.netint.info/?x5D3

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 anni fa

    Penso che sia indirettamente collegata alla lotta che da anni si svolge nel senso di legalizzare le coppie di fatto e di consentire il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Ma, guarda che non è una tematica così taciuta, perché dato che in usa advert esempio è possibile adottare bambini, anche according to i single, si discute della necessità di estendere questa possibilità anche nel nostro paese. Il punto focale penso sia la viscosità di ordine culturale, che non permette cambiamenti così radicali. Ne è un esempio il Governo nazionale che ci siamo trovati.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Da quando è mondo per avere figli ci serve un MASCHIO e una FEMMINA.. Non mi pare giusto stravolgere tutto il ciclo vitale perchè c'è chi è omosessuale.. Se due persone vogliono essere omosessuali perfetto!!!!! Fatti loro.. Però non possono pretendere di avere anche figli!! Guardando anche l'altro lato della medaglia, però, non importa chi sono i genitori basta che si prendano cura del bambino, poi se sono entrambi dello stesso sesso è un probl loro e si arrangeranno a risolverlo..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Sbagliatissima, certi dicono che un figlio ha bisogno di un padre e di una madre; per me sono cazz@te. Per me un figlio ha bisogno di un'educazione corretta poi se a dargliela siano due uomini o due donne o uomo e donna non centra nulla. E non sono gay. Solamente che certe persone vedono la famiglia solamente con mamma , papa' e figli. Levatevi i paraocchi. Guardate certi ragazzi che vivono in normali famiglie, rubano , uccidono, spacciano; percio' non ditemi che influisce negativamente sui figli. Voto Fily Basta al 100%

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.