Melissa ha chiesto in Relazioni e famigliaFamiglia · 1 decennio fa

chiedo un aiuto forte e serio...?

mio fratello ha gravi problemi...vive tutto il giorno rinchiuso nella sua cameretta a fumare canne (tanto che tutta la casa puzza di canne), non studia, non lavora, non esce quasi mai..è fidanzato ma la sua ragazza la tratta da schifo....i miei in diverse occasioni hanno provato a parlarci ma lui urla e li sbatte fuori dalla camera..non vuole parlare con nessuno.....io non riesco a parlarci xkè nonostante sia sua sorella il nostro rapporto è praticamente inesistente e mi blocco mi viene da piangere se provo a parlarci....questa situazione ormai va avanti da quando si è diplomato e ha lasciato l'università (circa 3 anni)....ho saputo che mia madre non ce la fa più a vivere qui..è oppressa..vuole lasciare mio padre....un po di tempo fa si è rivolta anche ad una psicologa e le ha detto che mio fratello e anche mio padre soffrono di sindrome maniaco depressiva bipolare e che per risolvere la situazione bisognerebbe fare una terapia di famiglia ma mio fratello nn ne vuole sapere....aiutatemi datemi qualche consiglio il mondo mi sta crollando addosso...

p.s. niente prese x il cùlo è una cosa seria...se potete accendete una stellina

Aggiornamento:

grazie a tutti per le bellissime risposte davvero..non sapete quanto ho bisogno di qualcuno che mi riesca ad ascoltare anche se "virtualmente"....ho paura che se i miei cacciassero mio fratello da casa (non credo avverrà mai) lui prenda una cattiva strada (spaccio)...e inoltre sono molto preoccupata per i miei...

25 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ho un figlio affetto da sindrome bipolare, ha 23 anni,e posso capire quello che state passando tutti, ha anche tentato per ben tre volte il suicidio,perché loro hanno un umore a salti.Ossia se una cosa le va male, il morale scende a zero, e quando una cosa le va bene sale a 100.Non conoscono vie di mezzo, o si abbattono o gioiscono,passano da un estremo all'altro.In casa sono nervosi, non sopportano niente, basta una parola, anche chiedere cosa vogliono da mangiare che gridano, si rivoltano contro con delle parole pesanti, anche insulti.E quando sono contenti( mi disse il psichiatra, di non dimenticare che anche in quel momento sono malati).

    Il consiglio che vi posso dare é di spingerlo con qualsiasi mezzo, tramite amici, persone a lui care, dottori, qualunque persona che lui si fida, a rivolgersi ad uno psichiatra,( non psicologo, perché ha bisogno di medicine come i stabilizzanti d'umore, ed un psicologo non puó scriverle)altrimenti se non prendete provvedimenti( anche contro la sua volontá se necessario) distruggerà la vostra famiglia, e non servirà a niente perché lui resterà sempre uguale, il suo stato di salute se non prendete provvedimenti, resterà tale, e voi siete distrutti e al limite della sopportazione.Lui ha il problema e si deve curare, perché il suo problema rende le persone che gli sono intorno sulle crisi di nervi.A mio figlio, su consiglio del psichiatra, lo abbiamo sedato e portato in ospedale, lo so é una cosa orrenda, ma vederlo stare male nella sua camera al buio, con le tapparelle chiuse, senza nemmeno un po di luce per 3 giorni,era ancora piú brutto.Gli abbiamo detto che abbiamo dovuto portarlo in ospedale perché era svenuto.Poi per delle crisi lo avevano trasferito in psichiatria,Ora sta meglio, prende delle medicine, ed é migliorato molto, certo non é guarito, ha ancora i suoi alti e bassi, ma sono piú controllabili.Ha ripreso a lavorare( pittore in carrozzeria)ed una vita piú o meno normale

    Fonte/i: esperienza
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Prendi su baracca e burattini e TU CON TUA MADRE lasciate questi due strònzi nel loro brodo perchè NON ESISTE che vi rovinino l'esistenza! Semplice dai...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io avrei un'ideina.. prova a scrivergli una lettera x fargli capire quello che sta succedendo.. cerca di farla dolce e triste.. in modo che si commuova... e forse capisca che quello che sta facendo è sbagliato.. se non vuole che entri in camera.. fagliela passare da sotto la porta..

    spero di esserti stato utile e che si risolva tutto!!

    baci baci in bocca al lupo!!

  • 1 decennio fa

    Vorrei prima di tutto farti i miei complimenti (completamente inutili, tra l'altro) per l'immenso coraggio che hai avuto a esprimerti chiaramente e a comunicare a degli completi sconosciuto ciò che sta vivendo.

    La tua è senzadubbio una situazione difficile e credo di capire (più o meno) come tu ti senta in questo momento.

    Non posso darti grandi consigli, non sono un dottore, non studio la psiche umana ne le scienze sociali ma posso solo dirti di cercare di reprimere il dolore.

    Non sempre si può fare qualcosa, quando non si può si deve solo cercare di andare avanti.

    Nonostante la vita di tuo fratello si sia eclissata, la tua è ancora viva.

    Cerca di aiutare tua madre e tuo padre, ma sopratutto cerca di aiutare te stessa.

    Lo so, ora ti starai chiedendo "come?" e "con che cuore potrei contrentrarmi su me stessa?" ma credo davvero sia la cosa migliore.

    I passati turbolenti, le profonde crisi famigliari, i traumi... sono tutte cose incidono profondamente sul carattere e sulla vita di una persona.

    Molte persone con un passato difficile hanno preso la via sbagliata e hanno trovato una vita di desolazione, altre persone sono riuscite a trovare "la luce".

    E no, non intendo in modo religioso o spirituale.

    Forse non puoi salvare la vita di tuo fratello ma puoi fare qualcosa per la tua.

    Con questo, sto solo cercando di dirti di non buttare giù e continuare a vivere con lo scopo di non finire come lui, nella depressione e con la droga come unica matrice.

    Cerca di crearti un futuro gioioso che, chissà, magari potrà risanare la tua intera famiglia.

    "Non permettere mai che tu debba pagare per gli errori di qualcun altro"

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    ki osa prendere x il cùlo qst domanda è 1 emerito pezzo d mèrda ... cmq nn so cm qiutarti, neanke immagino cs provi, posso sl accenderti 1 stellina... mi disp

  • 1 decennio fa

    io ti capisco perchè io ho mia mamma che soffre di crisi depressive da 30 anni io praticamente sono cresciuta con sta malattia,non c'è cosa più brutta vedere chi vuoi bene distruggersi la vita è non ti permettono di aiutarli...io l'unica cosa che ti consiglio con tutto il cuore vai a parlare con la pisicologa è fatti indirizzare come muoverti per aiutarli...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Melissa, innanzitutto mi dispiace, perchè leggere situazioni tristi come la tua dispiace davvero tanto.

    Non so bene cosa consigliarti, in quanto solo chi, come te, vive o ha vissuto una situazione simile potrebbe davvero consigliarti.

    anche uno psicologo serio ed esperto potrebbe esser d'aiuto a tuo fratello.

    Non credo che tua madre lo voglia fare, ma forse è davvero l'unico rimedio. Se tuo fratello vuole fare la vita di una sanguisuga che la faccia altrove e con qualcun altro, e forse i tuoi genitori dovrebbero fargli presente che è arrivato il momento di trovarsi una nuova sistemazione e un lavoro. Sono sicuro che ci porverà e, se troverà difficoltà, è giusto che le vostre porte siano aperte, ma solo in caso di impegno e di volontà.

    Mi auguro davvero che la situazione si ristabilisca al più presto, e che i tuoi genitori tornino ad essere felici.

    Dal canto tuo hai poco di cui incolparti. Mi sembra di capire che ne soffri tantissimo di questo, e forse anche a te farebbe bene "provare" a cambiare un po' aria, giusto per tranquillizzarti e provare una nuova esperienza. Magari anche tuo fratello si "sveglierebbe" fuori.

    Qualsiasi cosa accada, e qualsiasi decisione prendano i tuoi genitori e tuo fratello, ti faccio un grandissimo "in bocca al lupo".

  • Anonimo
    1 decennio fa

    mi dispiace per la tua situazione..ma solo i tuoi genitori possono prendere decisioni..anche se è difficile e ti preoccupi molto lascia che i tuoi prendano provvedimenti!

  • 1 decennio fa

    Mi dispiace un casino...dovresti un po' riprendere i rapporti con tuo fratello...incomincia magari a parlarli di te..forse con l' andare del tempo si fiderà di te..secondo me un psicologo non servirebbe perché non può fidarsi di lui...

    ti auguro si riprendaaa

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Cavolo mi spiace.. secondo me dovresti incoraggiarlo anche solo ad andare a prendere un gelato insieme,facendoti vedere sicura di cio che vuoi,cioè aiutarlo.. niente lacrime e niente abbattimenti se ti sbatte fuori dalla camera la prima volta,prova e riprova ogni giorno sempre facendoti vedere sicura e facedogli capire che tu non lo prendi x pazzo,quindi niente terapie.. devi essere tu la sua terapia..

    Buona fortuna..

    un bacio.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ciao...nn so cosa dirti...credo ke se io fossi al tuo posto scapperei di casa!!!!! prova a far venire i servizi sociali o qualcosa del genere

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.