promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneScuole primarie e secondarie · 1 decennio fa

riassunto abbastanza breve sugli USA??????????

mi serve X gli esami e doma devo portarlo a scuola . AIUTOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Grazie!!! Ciau!!!

1 risposta

Classificazione
  • lara
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    BREVE STORIA DEGLI U.S.A.

    I primi coloni anglosassoni si stabilirono lungo la fascia costiera atlantica. Dopo la dichiarazione di indipendenza e la guerra contro l’Inghilterra, una legge definì “proprietà federale” le terre a ovest degli Appalachi. Le regioni avevano il diritto di essere riconosciute come Stati dopo aver raggiunto il numero di 60.000 abitanti, il primo fu l’Ohio nel 1803. I francesi e gli Spagnoli che avevano iniziato la colonizzazione del Texas e della California, furono costretti a rinunciare ai loro possedimenti. Le caratteristiche dell’economia degli Stati del Nord e del Sud erano profondamente diverse. Il Nord era ricco di industrie, il Sud era agricolo. Nel 1860, undici stati del sud si separarono dall’unione e formarono una Confederazione: il contrasto sfociò in una sanguinosa guerra civile che fu vinta dal Nord nel 1865. Il Sud rimase a lungo emarginato dallo sviluppo. Nel 1869 fu completata la prima ferrovia transcontinentale. Si rinnovò nelle terre del West l’antichissimo contrasto tra allevatori e agricoltori. Le vittime maggiori furono gli Indiani spinti a trasferirsi sempre più verso Ovest e poi costretti in territori ancora più limitati le “riserve”. Nel 1898, con una guerra, gli U.S.A. si impadronirono delle ultime colonie spagnole in America, Cuba e Portorico divenute poi indipendenti. Portorico oggi è uno Stato libero associato agli Stati uniti, mentre Cuba è in contrasto con gli U.S.A. Nelle due guerre mondiali, gli Stati uniti intervennero in Europa contro la Germania e affermarono il loro ruolo decisivo nel mondo.

    CARATTERISTICHE FISICHE

    MORFOLOGIA E CLIMA

    Dal punto di vista morfologico si possono individuare tre grandi regioni principali:

    ∞Gli Appalachi: sono una catena montuosa di antica origine geologica, come dimostra la modesta altezza, e di notevole importanza dal punto di vista economico, per le risorse forestali e i giacimenti carboniferi e di ferro che ebbero un ruolo fondamentale nella prima fase d’industrializzazione del paese;

    ∞Le Grandi Pianure: occupano la vasta regione centrale del paese, e coincidono in gran parte con il bacino idrografico del Missouri – Mississippi. La parte settentrionale è costituita da un bassopiano modellato dalle glaciazioni ed esteso intorno ai Grandi Laghi, sulle cui sponde meridionali sorgono importanti città collegate da una fitta rete di fiumi navigabili e canali artificiali;

    ∞Le Montagne Rocciose: sono un complesso sistema montuoso di recente formazione geologica, dove sono ancora in atto processi e manifestazioni sismici e vulcanici. Estese dall’Alaska al Messico, comprendono numerose catene e vasti altopiani all’interno.

    Negli Stati Uniti il clima è ovunque temperato, a esclusione dell’Alaska, ma presenta tuttavia variazioni regionali dovute alla disposizione dei rilievi e alla diversa influenza degli oceani. La regione interna del paese è esposta alle masse d’aria fredda provenienti da Nord e, in senso opposto, alle masse d’aria calda provenienti dai tropici che, scontrandosi violentemente danno origine ai tornado e agli uragani. La sezione orientale del paese, è soggetta a sud ad influssi subtropicali, che rendono gradevole il clima della Florida, a nord agli influssi continentali, come dimostra il clima severo di New York. La sezione occidentale è invece condizionata climaticamente dalle correnti oceaniche del Pacifico a nord mentre a sud, nella California prevalgono gli influssi subtropicali che apparentano il clima locale a quello mediterraneo. Tutta la parte interna, invece, schermata dai rilievi, è poco piovosa e in certe aree addirittura desertica. Gli Alisei portano condizioni atmosferiche calde e asciutte nelle aree sud-occidentali del paese.

    Le abbondanti nevicate invernali negli Stati Uniti orientali sono causate dal rapido raffreddamento dell’aria del Golfo.

    LE ISTITUZIONI DEGLI STATI UNITI

    Gli Stati Uniti come entità politica e geografica si formarono in seguito ad una progressiva conquista del territorio da parte dei coloni europei: questi, stanziatisi inizialmente lungo le coste atlantiche, col tempo occuparono nuovi territori e rivendicarono il diritto di rendersi autonomi dal dominio coloniale della madrepatria. Ai primi tredici stati federati si aggiunsero quelli che andavano via via formandosi nelle regioni interne, fino ad arrivare ai cinquantun stati che costituiscono attualmente gli U.S.A.

    Fonte/i: io ho questa tesina, puoi accorciarla. Scusa questo è il resto: POPOLAZIONE E ASPETTI DEMOGRAFICI La popolazione degli Stati Uniti è il risultato di un processo immigratorio imponente avvenuto nel giro di un paio di secoli. Oggi la popolazione, dominata dalla cultura anglosassone, è di circa 255 milioni di abitanti. La sua distribuzione è molto ineguale. La più popolosa è la sezione orientale, dove si registrano densità medie superiori. Gli abitanti statunitensi si caratterizzano per la loro grande mobilità. La composizione etnica è estremamente diversificata e tutt’altro che stabilizzata. Il gruppo maggiore è di razza bianca (80%), ma sono diminuiti gli anglosassoni e sono aumentati gli ispanici che provengono dall’America Latina. I neri sono il 12% ma in alcune regioni e città sono la maggioranza. Gli indiani d’America che oggi sono chiamati “nativi” sono circa un milione. Gli squilibri fra queste razze sono ancora profondi specialmente nelle grandi città. Fino a pochi anni fa si credeva nel mito del Melting Pot, cioè in una fusione totale di popoli e razze. Oggi si vede che ciascun gruppo conserva le proprie caratteristiche religiose, culturali e sociali pur formando un unico popolo. La lingua ufficiale è l’inglese, parlato dalla grande maggioranza della popolazione. Tuttavia circa 32 milioni di residenti parlano in famiglia una lingua diversa. Il 56% della popolazione è cristiana protestante, il 2% ebraica seguita da quella musulmana, buddista e induista.
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.