Anonimo
Anonimo ha chiesto in Musica e intrattenimentoMusicaMusica - Altro · 1 decennio fa

domanda per esperti di basso?

Sapete dirmi che differenza c'è fra un basso a cinque corde ed uno normale (nella qualità del suono)!

ed esiste ua tecnica ti permetta di avere con un basso un ritmo più simile ad una chitarra?? (Scusate l'ignoranza -_-! è da poco che mi sto appassionando)

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Allora...

    Esistono essenzialmente 3 tipologie di bassi elettrici: a 4, a 5 e a 6 corde...

    In questi strumenti gli intervalli di accordatura rimangono invariati, si accordano cioè per quarte ascendenti o quinte discendenti.

    Prendendo per esempio campione il classico strumento quadricorda avremo un'accordatura che sarà, dalla corda più alta alla più bassa: G(sol), D(re), A(la) ed E(mi)...Nello strumento a 5 corde viene aggiunto un B(si) basso, aumentando così l'estensione bassa dello strumento di 2 toni e mezzo...I 6 corde invece, oltre al B basso aggiungono anche un C(do) alto...

    La qualità del suono di uno strumento nn si modifica in base al numero di corde presenti, ma bensì in base alla tecnica e alla qualità costruttiva, è infatti abbastanza difficile trovare dei buoni 5 o 6 corde a prezzi ridotti, poichè il B basso risulta una corda molto poco tesa. la quale rischia di risultare estremamente molle e decisamente troppo mobile se la costruzione dello strumento non è di ottima fattura...I migliori 5 o 6 corde al di sotto dei 1000/1500 euro sono i bassi delle serie Trb 1005 e Trb 1006 della Yamaha, in questi strumenti il B risulta decisamente fermo e teso, con un suono molto omogeneo rispetto alle altre corde...

    L'unica differenza tra i tre strumenti presi in considerazione è la tecnica e l'impostazione con cui devono essere suonati, poichè le dimensioni del manico aumentano drasticamente all'aumentare delle corde, quindi possono risultare molto faticosi da suonare ad un primo approccio...Poi c'è da considerare il genere che si vuole suonare, e l'effettiva utilità dell'aggiunta di una o due corde...diciamocelo, se si suona Punk, un 6 corde è assolutamente inutile...

    Per quanto riguarda la tua domanda sulla possibilità di un sound chitarristico, posso dirti solo una cosa: un basso deve rimanere un basso, i 6 corde permettono in parte di intrufolarsi nel range sonoro di una chitarra, anche se con risultati assolutamente nn eccellenti nella parte accordistica, per quanto riguarda la parte solistica invece permette ottime escursioni sugli alti...Però questo è assolutamente inappropriato nella maggior parte dei generi musicali...

    Per farti un idea prova a cercare dei video di John Patitucci con il suo Yamaha TRB6 JP e di Richard Bona con il suo Fodera Imperial Elite 5...Ti farai un idea...

    Spero di esserti stato d'aiuto...

  • Paul
    Lv 7
    1 decennio fa

    se per normale intendi un basso a 4 corde. beh la differenza è che c'è una corda in meno! la quinta corda viene inserita dalla parte "bassa" per cui hai la possibilità di fare note ancora più basse e profonde di un basso a 4 corde.

    se intendi plettrare col basso, beh in qualche frangente si può fare anche se non è tanto il suo lavoro. se vuoi fare i ritmi di una chitarra, beh ti devi comprare la chitarra!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.