Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

luisa c ha chiesto in Matematica e scienzeIngegneria · 1 decennio fa

cicli frigoriferi in cascata?

qualcuno sa dirmi quando vengono utilizzati i cicli frigoriferi in cascata?io non riesco a capire la loro utilità!

1 risposta

Classificazione
  • IORIA
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao!

    Dal punto di vista del ciclo termodinamico è fondamentale la scelta del fluido frigorigeno più adatto relativamente alle temperature delle capacità termiche (più alta e più bassa).

    Infatti:

    1) per avere uno scambio termico accettabile ci deve essere infatti una differenza di temperatura di non più di 5-10°C tra il fluido in condensazione o in evaporazione e la capacità termica con cui esso scambia calore;

    2) la pressione massima del ciclo frigorifero (che si registra all'interno del condensatore) non deve essere troppo alta, per motivi di dimensionamento meccanico del sistema;

    3) la pressione minima del ciclo frigorifero (che si registra all'interno dell'evaporatore) non deve essere inferiore alla pressione atmosferica, per impedire l'infiltrazione di aria all'interno della macchina frigorifera;

    4) la pressione e la temperatura del fluido al condensatore devono essere ben al di sotto dei valori critici affinchè la sottrazione di calore sia per lo più isoterma.

    Se non si riesce a trovare nessun refrigerante che soddisfi le suddette condizioni, se la differenza di temperatura massima e minima è eccessiva, si possono utilizzare due cicli frigoriferi in cascata, operanti con differenti fluidi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.