veg, cosa ne pensate della santificazione di Maria Goretti?

visto che non posso fare altro tipo di domande, provo con questa.

di indubbio interesse generale.

ripropongo la mia domanda precedente:

bere latte fa benissimo?

Aggiornamento:

quello dei cambogiani non lo so, però ti devo dire che berrei volentieri il tuo

11 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Chiediti: se bere il latte fa tanto bene, come mai allora la maggioranza della popolazione MONDIALE non è in grado di digerirlo? Possibile che una cosa che molti faticano a digerire sia così salutare?

    @Fab: conosco uno che si è INTOSSICATO proprio per quello che hai detto tu. Gli avevano consigliato di bere il latte per "buttare via" i residui di vernicie.

    Da www.Mednat.org

    "Indipendentemente dal fatto che il latte di mucca va molto bene per i vitelli e non è un alimento adatto all'alimentazione umana e nessun animale raggiunta l'età adulta beve latte, quello che compri al supermercato o in latteria non ha nulla in comune con il latte munto dal contadino.

    Il latte di mucca è un fluido malsano, proveniente da animali malati che hanno un'ampia gamma di malattie pericolose, che contiene sostanze che hanno un effetto negativo cumulativo su tutti coloro che lo consumano.

    Quasi tutto il latte di mucca ha 59 ormoni attivi, allergeni in gran quantità, grasso e colesterolo.

    La maggior parte del latte di mucca contiene quantità misurabili di erbicidi, insetticidi e diossina fino a 2.200 volte il livello di sicurezza, fino a 52 potenti antibiotici, sangue, pus, feces, batteri e virus. (Il latte di mucca può avere tracce di qualsiasi cosa che la mucca mangi incluso fuoriuscite radioattive provenienti dagli esperimenti nucleari.) Uno di quei 59 ormoni è un potente ormone della crescita (IGF-1) con fattore di crescita uno.

    ...

    La FDA (Amministrazione Federale degli Alimenti e dei Farmaci) insiste che l'IGF-1 si distrugge nello stomaco.

    Se fosse vero l'FDA ha dimostrato che l'allattamento non funziona. Questo fattore di crescita fa in modo che il vitello neonato cresca rapidamente, come madre natura intende. Un'altra sostanza chimica presente nel latte è la caseina. È un potente agglomerante, un polimero usato per fare plastiche e colle, ottimo per fare solidi accessori o incollare etichette alle bottiglie di birra.

    Ottanta delle proteine del latte sono caseina; è anche un allergene, un'istamina che crea molto muco.

    E' permesso che nel latte siano presenti delle feci che sono una sorgente principale di batteri.

    Il latte viene di solito pastorizzato più di una volta prima di arrivare sulla vostra tavola, ogni volta per circa 15 minuti a 73° centigradi.

    Per sterilizzare l'acqua occorre farla bollire a 100° per alcuni minuti.

    Tieni presente anche che a temperatura ambiente il numero di batteri del latte raddoppia ogni 20 minuti circa.

    Le mucche inserite nel ciclo industriale del latte, come certamente saprai, non vengono munte dal contadino ma vengono collegate alle mungitrici meccaniche automatiche, in maniera intensiva per ottenerne il massimo sfruttamento possibile. Questo causa l'insorgenza della mastite e l'infiammazione purulenta da staffilococchi della mammella che viene "curata" con antibiotici. Dato che le mucche continuano ad essere sottoposte a mungitura meccanica la mastite diventa cronica.

    Il pus passa nel latte assieme alle altre sostanze (antibiotici, ormoni, medicinali vari) e quindi le autorità sanitare hanno stabilito quanto pus può essere ammesso nel latte senza che faccia danno alla salute. (secondo loro).

    In un cm3 di latte di mucca commerciale è permesso dalle autorità sanitarie che vi siano fino a 750.000 "cellule somatiche" il cui nome comune è pus e 20.000 batteri vivi prima possa venire ritirato dal mercato.

    Il tutto ammonta a 20 milioni di batteri vivi e fluttuanti e fino a 750 milioni di cellule di pus per litro.

    La Comunità Europea e il Canada danno il permesso per un latte meno "gustoso" con 400 milioni di cellule di pus per litro. Di solito questi valori sono più bassi, ma potrebbero raggiungere questi livelli ed essere permesso che quel latte arrivi sulla tua tavola.

    Commento NdR:

    La mancanza negli umani dell'enzima lattasi che demoleculizza e scinde il lattosio in maltosio e destrosio, due zuccheri assimilabili dall'intestino umano, genera negli individui tanti disturbi, non facilmente riconducibili al latte vaccino.

    Le caseine, specie l'alfa-s2, non sono facilmente demoleculizzabili dai batteri autoctoni della flora intestinale biovitale, per cui vengono a generarsi altri problemi sovrapponibili a quelli di cui sopra, generando facilita' alle allergie, riniti, sinusiti, dolori articolari, cattiva digestione, irritabilita', eczemi, stanchezza, ecc.

    (vedi i lavori del CNR di Torino guidati dal dott. Amedeo Conti).

    Contrariamente a quanto fino ad ora affermato dai medici allopatici, il latte non salvaguardia dall'osteoporosi, in quanto proprio nelle nazioni del mondo ove se ne fa' piu' uso, sono quelli con il piu' alto indice di quella malattia."

    Premetto che non sono un medico ma ho constatato di persona che normalmente i bambini che sono soggetti ad allergie o a stanchezze croniche o peggio a disturbi dell'apprendimento sono quelli a cui è stato costretto il consumo di latte dalle madr. Credo tuttavia che quanto scriva mednat sia attendibile.

    Dimenticavo di dire che il consumo di un alimento NON destinato a nessuna specie se non alla propria può alterare significativamente (e in alcuni casi anche togliere) le ESP (Extra-sensory perception, percezione extrasensoriali) tipo percepire il pericolo, percepire il pensiero "forte" (positivo o negativo) di una persona e tutte queste cose.

    @Groovy: Sì ma allora come mai se vai dal dietologo la prima cosa che ti domanda è "mangi verdura"? Cioè magari l'intestino umano è più adatto a certi alimenti che non ad altri, ma sicuramente più alla verdura che alla secrezione mammaria che viene dalla mammella di un altro animale (e farlo oltre che a provocare seri danni energetici tipo l'alterazione delle percezioni e capacità extra-sensoriali - ESP - è anche contro la dignità, è come se accettassi quotidianamenti di auto-calpestarmi la dignità cosa altamente dannosa per il Ki, l'energia vitale), ma la verdura possono mangiarla TUTTI gli esseri umani perlomeno, il latte no. In più basta pensare ad un curioso parallelismo che fece un anonimo maestro orientale sul consumo di latticini: si sa infatti che una popolazione, come quella europea che dà molta importanza a questi alimenti, ha una visione della vita e una mitologia infantile. Dio è il padre e la popolazione i figli. Nel senso che lo stesso rapporto uomo-divinità è basato su un rapporto non dissimile da quello uomo-madre nell'infanzia. E io al mio KI ci tengo :-D

    @Besciamellone: più che cosmica, è corretto dire energia vitale è quella che permette (tramite però addestramenti specifici) di sparare quelle che grazie al doppiaggio merdaset di Dragon Ball chiamiamo "Onde energetiche". Per carità non vedi le fasce luminose, ma le senti.

    @Bescy: super-saiyan no, ma ti assicuro che gente in grado di spaccare le pietre senza sviluppare calli ESISTE.

    @Groovy: capirai che privazione guarda! XD Il latte energeticamente è Yin (molto Yin) quindi espansivo e gonfia (parecchio pure). Per dirla alla Golia Pezzulla: "Da un punto di vista energetico, il latte è espansivo e rilassante, quindi indugiare troppo nell’uso di latticini provoca lentezza sia nelle funzioni fisiche che mentali. In effetti i neonati dopo la poppata si addormentano, e questo si manifesta in modo più moderato anche in noi adulti. E’ un controsenso quindi berlo al mattino. Molti sostengono che bere un bel bicchiere di latte al mattino li fa sentire sazi fino all’ora di pranzo. Ma questo purtroppo ha a che fare con la difficoltà di digestione, che causa un leggero gonfiore di pancia (ma tanto siamo abituati e quindi non ci facciamo più caso), che noi confondiamo con senso di sazietà!" Anche perché il latte al contrario di altri alimenti (frutta, verdura, cereali) non è affatto indispensabile. Semmai il latte è un'AGGIUNTA che non è necessaria più che una possibile privazione. Poi non tanto il latte, ma l'atto stesso di assumere un "baby food" provoca poi conseguenze psicologiche (non fisiche) tipo dipendenza affettiva, possibile bassa autostima, estrema gelosia etc. perché significa non essere in grado di effettuare un distacco "mentale" da tutto ciò che è "materno" e io onestamente sono contento di essere adulto e cresciuto.

  • Non dimenticatevi che la è la prima cosa di cui ci nutriamo da neonati, e rimane per alcuni mesi l'unico tipo di nutrimento. Se nn ti pare una risposta convincente...

  • 1 decennio fa

    non ho capito cosa significa o perchè non puoi fare un altro tipo di domanda

    il latte fa bene

    è uno slogan ,

    dopo aver verniciato bevo un bicchiere di latte bianco

    disintossica parzialmente

    specie per quel sapore di veleno che scende dal sistema olfattivo

    verso il palato nonostante si siano usate maschere protettive o fazzoletti

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Anche in Asia la conoscete?

    Io ti dico che bere il latte fa bene, senza dubbio, in cambio tu però mi devi dire com'è invece bere il sangue dei cambogiani?

    Però questa domanda ha avuto il grande merito di dare la possibilità a groovy di spiegare alcune cosette, non la sapevo quella degli americani che stanno male per un salame o per del parmigiano, anche noi per loro siamo un paese a rischio alimentazione. Me l' immagino l' espertone americano ai suoi connazionali "mi raccomando non mangiate niente che non sia plastificato o non venga dal McDonald, è per la salute dei nostri americani all' estero, e di vino solo tavernello".

    al sosia di San Marco: e ki è sto ki? l' energia vitale del cosmo? ma sai che mi ricordi proprio qualcuno.....

    http://www.youtube.com/watch?v=s5oKfHcw5yA

    Youtube thumbnail

    &feature=related

    Accidenti e io che sono chiuso nella mia piccola cultura occidentale... dovrei aprirmi di più, entrare in contatto col mio ki e anche quello di ki sa ki, magari divento anchio supersaian...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 anni fa

    I programmi online per la perdita di peso sono protocolli di dieta e sport coniati per aiutare i partecipanti a dimagrire. Uno dei migliori in assoluto è sicuramente questo http://FattoreBruciaGrasso.gelaf.info/?HlJM

    Questi programmi includono un'assistenza che interessa tutti gli elementi necessari alla perdita di peso come: la definizione degli obiettivi, il monitoraggio dei progressi, l'organizzazione dei pasti, la pianificazione dell'allenamento ed il sostegno di un personal trainer o di un personal coach.

  • 1 decennio fa

    Bere latte vaccino fa benissimo se si è dei teneri vitellini. Se si è homo sapiens non direi. Nel latte c'è pus (come dicevi giustamente ieri), a causa delle mastiti di cui si ammalano le mucche per la loro innaturale mungitura. Se si vuole bere qualcosa da aggiungere al caffè o all'orzo si beva latte di riso o di soia.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ma so solo che è tipo una frigìda...poi di santi non ne son molto sono atea.

    non lo so c'è chi dice chi si e chi dice no...nel dubbio preferisco non fare separare una mamma dal suo vitellino.,.

    il mio latte l'ho preso dalla mia mamma umana e così va bene

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sono d'accordissimo.

    Ma sei nella sezione sbagliata!

    :)

  • Secondo la medicina tradizionale si.

    Secondo un gruppo di squilibrati che qui è ben rappresentato no.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    lascia perdere Santa Maria Goretti che è un faro per la dignità della donna e sappi che il latte fa bene. certo non sempre e non a tutti.

    Fonte/i: personalmente preferisco il latte crudo.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.