Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneScuole primarie e secondarie · 1 decennio fa

Mi serve aiuto per una ricerca ! chi mi aiuta ?

Ciao a tutti allora io sono Caterina ed ho appena finito la terza media fin qui tutto bene , ma c è solo un piccolo problema tra meno di una settimana ho l' esame a questo punto mi servirebbe una bella ricerca sul America Settentrionale ! Ma mi raccomando vorrei qualcosa di non troppo difficile e senza tante cifre da tenere in mente ok ? Tenete conto che l' interrogazione durerà circa 5-6 minuti !!!

Vi ringrazio già tantissimo in partenza vi prego mi serve aiuto .

P.s I 10 punti sono assicurati a chiunque risponda con una bella ricerca dettagliata ! Ciao Ciao

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    ciao..la miglior cosa secondo me è prendere tutto dal tuo libro..anke io ho gli esami e cmq se porti l'america la devi sapere tutta se vuoi ti posso scrivere qllo che ho studiato io e che rikordo..ora ti scrivo l'america del nord poi il resto x me lo dovresti già sapere ..

    TERRITORIO

    L'America settentrionale ha all'incirca la forma di un cuneo, con la parte più larga a nord. Gran parte del suo territorio si estende alle medie latitudini, con una parte notevole nell'Artico e una più stretta intorno al tropico del Cancro. Il continente si espande da est a ovest per circa 176° di longitudine, dai circa 12° di longitudine ovest di Nordost Rundingen (Capo Nordest) nella Groenlandia nordorientale ai circa 172° di longitudine est dell'estremità occidentale di Attu Island in Alaska. La sua estensione nord-sud è di circa 69°, dai circa 83° di latitudine nord di capo Morris Jesup nella Groenlandia orientale (il punto più settentrionale dell'intero pianeta) ai circa 14° di latitudine nord nel Messico meridionale. L'America settentrionale è bagnata a nord dall'oceano Artico; a est dall'oceano Atlantico; a sud dal golfo del Messico e a ovest dall'oceano Pacifico. La superficie del continente è di circa 23,5 milioni di km².

    Il contorno dell'America settentrionale è estremamente irregolare; alcuni estesi tratti costieri sono relativamente uniformi, ma in generale le coste sono frastagliate e ricche di insenature, con molte isole che si stagliano al largo. Il continente presenta tre enormi insenature: la baia di Hudson a nordovest, il golfo del Messico a sudest e il golfo dell'Alaska a nordovest. Molti sono gli isolotti nei pressi delle coste orientale e occidentale, ma le isole più estese si trovano all'estremo nord.

    FLORA

    La vegetazione naturale dell'America settentrionale è stata notevolmente modificata dall'attività umana, ma le sue caratteristiche generali sono ancora visibili in gran parte del continente. L'area forestale più significativa è la taiga, o foresta boreale, un'enorme estensione prevalentemente di conifere (soprattutto abeti, pini, tsuga e larici) che copre gran parte del Canada meridionale e centrale e si espande in Alaska.

    Negli Stati Uniti orientali una foresta mista, dominata da piante decidue a nord e da varie specie di pino giallo a sudest, è stata perlopiù estirpata o tagliata, ma una notevole area ha visto ricrescere gli alberi a partire dagli anni Quaranta. Nella parte occidentale del continente, le foreste sono principalmente diffuse sulle catene montuose e le conifere sono dominanti. In California alcune specie di sequoie e di pini raggiungono dimensioni gigantesche. Una gran varietà di specie, adattate ai diversi climi dell'altopiano o delle zone costiere, caratterizza gli ambienti tropicali del Messico.

    Il manto verde nelle regioni secche del continente è costituito principalmente da praterie. Le pianure centrali e le praterie degli Stati Uniti e del Canada meridionale avevano in origine un manto erboso, ma gran parte della flora naturale è stata sostituita con piante utili, tra cui in particolare il frumento. Le terre aride degli Stati Uniti occidentali e del Messico settentrionale presentano una vegetazione steppica in cui predominano le artemisie insieme ad arbusti e cactus di diverse specie. Oltre la linea degli alberi all'estremo nord domina la tundra, che presenta una flora composita di bassi falaschi, erbe, muschi e licheni.

    FAUNA

    La fauna nativa dell'America settentrionale era un tempo cospicua e varia, ma la diffusione degli insediamenti umani ha avuto il risultato di restringere gli habitat e di diminuire il numero di animali. In generale la fauna dell'America settentrionale è simile a quella delle regioni settentrionali dell'Europa e dell'Asia.

    Fra i grandi mammiferi spiccano diverse specie di orsi, il più grande dei quali è il grizzly, il bighorn (pecora delle Montagne Rocciose) e i bisonti, ora soltanto in mandrie protette, i caribù e gli alci americani, i buoi muschiati e gli wapiti. Non mancano i carnivori, tra cui il puma e, nelle regioni più meridionali, il giaguaro; infine si hanno lupi e coyotes, o lupi delle praterie, e, all'estremo nord, l'orso polare. Una specie di marsupiale, l'opossum comune, è indigena. Pochi fra i numerosi serpenti, diffusi negli Stati Uniti sudoccidentali e in Messico, sono velenosi: fra questi il serpente corallo (gen. Micrurus), vari crotalidi come il serpente a sonagli e l'Agkistrodon contortorix, il Gila monster (Heloderma suspectum) e l'unica varietà al mondo di lucertola velenosa. Una grande varietà di pesci e crostacei vive nelle acque marine e anche i fiumi e i laghi d'acqua dolce sono popolati di numerose specie ittiche.

    Fonte/i: spero di esserti stata di aiuto ciao ciao voti??
  • 1 decennio fa

    ecco qi

    L'America settentrionale o America del Nord è un continente dell’emisfero boreale e dell’emisfero occidentale. È delimitato a nord dal mare glaciale artico, a est dall'oceano Atlantico, a sud-est dal mar dei Carabi, a sud e a ovest dall'oceano Pacifico. Il Sud America si trova a sud-est. Copre una superficie di circa 24.700.000 km quadrati, circa il 5% della superficie terrestre e circa il 16% delle terre emerse. Nel luglio 2007 la sua popolazione è stata stimata in quasi 524 milioni di persone. Per superficie è il terzo più grande continente del mondo, dopo l’Asia e l’Africa, ed è il quarto per popolazione dopo l'Asia.

    È comunemente accettato che Nord e Sud America siano stati così nominati in onore dell'esploratore fiorentino Amerigo Vespucci che fu il primo europeo a suggerire che le Americhe non fossero le Indie Orientali, ma un diverso territorio, precedentemente non ancora scoperto dagli europei. Vespucci fu il primo a scoprire il Sud America, collegando le sue scoperte con quelle di Cristoforo Colombo.

    Il Nord America occupa la parte settentrionale del territorio generalmente denominato Nuovo Mondo (l’emisfero occidentale), le Americhe, o semplicemente l'America. L’America del Nord si lega con il Sud America presso il confine tra Colombia e Panama secondo la maggior parte delle convenzioni. Prima che l’America centrale fosse sollevata, la regione era sommersa e le isole delle Indie Orientali (Caraibi) delineavano un ponte di terra che collegava l’America del Nord con il Sud America attraverso la Florida e il Venezuela.

    La costa continentale è lunga e irregolare. Il Golfo del Messico è il più grande corpo idrico che rientri nel continente, seguito dalla Baia di Hudson. Numerose sono le isole al largo delle coste del continente: principalmente l'Arcipelago artico canadese, le Grandi e le Piccole Antille, l'Arcipelago Alexander e le Isole Aleutine. La Groenlandia, sotto la corona danese, è l’isola più grande del mondo

    La stragrande maggioranza del Nord America poggia sulla Placca nordamericana. Parti della California e del Messico occidentale sono sul bordo con la Placca pacifica dove le principali zolle si incontrano lungo la Faglia di Sant'Andrea

    Il continente può essere suddiviso in quattro grandi regioni (ciascuna delle quali contiene diverse sotto-regioni): le Grandi Pianure; la montagne geologicamente giovani dell’ovest; l’altopiano dello Scudo canadese; la variegata regione nord-orientale, , la piana costiera lungo il litorale atlantico, e la penisola della Florida. Le montagne occidentali sono divise a metà, dalle due catene principali: le Montagne Rocciose e le catene costiere di California.

    Le lingue più diffuse nel Nord America sono inglese, spagnolo, e francese. Il termine Anglo-America è utilizzato per riferirsi ai paesi anglofoni delle Americhe: vale a dire il Canada e gli Stati Uniti.

    Economicamente il Canada e gli Stati Uniti sono le due nazioni più ricche e sviluppate del continente, seguite dal Messico, paese di nuova industrializzazione. I più importanti mercati comuni sono il Caribbean Community and Common Market (CARICOM) e il North American Free Trade Agreement (NAFTA). Recente dai paesi centro americani è stato firmato un accordo di libero scambio il CAFTA con l’intento di migliorare la loro situazione finanziaria.

    Ho semplificato alcuni dati numerici così sn + facili da ricordare ho reso il tutto piu facile possibile accorciando e abbreviando ci sono cmq alcune cs da ricordare a memo...

    spero di esserti stata utile:)

  • 1 decennio fa

    perche nn te la fai da sola?? su google troverai tantissimo..

  • 1 decennio fa

    non ho tempo !! ma ti pare-.-''

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    ma di storia o geografia?

  • purtroppo non ho trovato nulla.*stellina*

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.