promotion image of download ymail app
Promoted
bird ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

ciao potete farmi il riassunto del deserto lo devo portare all'esame in scienze fatemi un riassunto possibilme?

grz è urgente per favore ciao

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    In geografia è definita come deserto un’area della superficie terrestre totalmente o quasi completamente disabitata in cui le precipitazioni quasi mai superano i 250 millimetri all'anno e il terreno è prevalentemente arido.

    Alternativamente la parola deserto viene utilizzata per indicare un luogo disabitato, non abitato da esseri umani (e scarsamente da altre specie viventi), secondo questa definizione i deserti sono estesi anche ai climi più freddi, come ad esempio l'Artide e la tundra o piu in generale le Regioni polari.

    Un deserto è un ecosistema che riceve pochissima pioggia e di solito si pensa che possegga poca vita, ma questo dipende dal tipo di deserto; in molti la vita è abbondante, la vegetazione si è adattata al basso tasso di umidità e la fauna solitamente si nasconde durante il giorno, il che significa che un deserto è un ecosistema solitamente arido (la sua più grande caratteristica) e che quindi rende difficoltoso, se non talvolta impossibile, l’instaurazione permanente di gruppi sociali. I deserti costituiscono una delle aree emerse più grandi del pianeta: la sua superficie totale è di 50 milioni di chilometri quadrati, circa un terzo della superficie della Terra. Rappresenta il 30% delle terre emerse, (il 16% è costituito da deserti caldi, il 14% da deserti freddi).

    TIPOLOGIE:

    * Deserto caldo (deserto roccioso dove il suolo è costituito da pietre o ciottoli chiamati con la parola araba di Hamada; può essere anche ghiaioso, chiamato Reg, oppure sabbioso a dune, chiamato Erg), presenti nelle regioni tropicali, caratterizzate da accentuata aridità, vegetazione ridotta o assente, mancanza di corsi d'acqua perenni, tendenza alla siccità; il clima a cui si associa tale ambiente è il clima desertico caldo (secondo la classificazione dei climi di Köppen);

    * Deserto freddo (chiamato anche, un po' impropriamente, "deserto temperato"), presente nelle regioni temperate più continentali, caratterizzate da fortissima aridità e da notevolissime escursioni termiche annue di temperatura, con estati caldissime e inverni freddisimi; il clima a cui si associa tale ambiente è il clima desertico freddo (secondo la classificazione dei climi di Köppen, );

    * Deserto polare (deserto bianco), presenti nelle regioni settentrionali e meridionali a margine dei continenti boreali e australi (Groenlandia, Artide e Antartide), caratterizzate da freddo intenso e perenni distese di neve e ghiaccio; il clima a cui si associa tale ambiente è il clima glaciale (secondo la classificazione dei climi di Köppen, ).

    ondizioni

    I deserti per via delle loro condizioni climatiche possono essere classificati come

    * deserti caldi sono spesso composti per la stragrande maggioranza da sabbia, che per l'azione del vento dà luogo alle caratteristiche dune. Anche affioramenti di strutture rocciose sono abbastanza comuni e la vegetazione è molto scarsa.

    * deserti freddi sono spesso composti da rocce.

    * deserti polari sono invece composti soprattutto da ghiaccio e l'assenza di vegetazione è quasi totale. Deserti caldi e freddi sono accomunati comunque da un fattore preponderante: il vento.

    Deserto in Marocco

    Non è raro che i deserti possano contenere depositi di minerali preziosi formatisi in un ambiente arido, o esposti successivamente a causa dell’erosione dell’ambiente circostante. A causa della siccità taluni deserti, possono essere ideali per la conservazione di artefatti umani o fossili.

    Fonte/i: ho cercato e letto per un'ora. è la parte più sintetica e completa del web
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.