Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

La pratica del velo islamico, in realta' e' posteriore a Maometto?

L'antropologa italo-palestinese Ruba Salih, ha scritto un libro( la donna svelata), in cui analizza il ruolo della donna nel mondo islamico, prima della venuta di Maometto e dopo la sua venuta.

L'epoca di Maometto viene vista come un'epoca d'oro, in cui le donne vivevano veramente la liberta' che Maometto aveva insegnato, insieme ai loro uomini.

" La verginità femminile assumeva un'importanza assoluta, laddove la prima moglie di Maometto, Khadija, era già stata sposata prima delle nozze col Profeta; si affermava in via definitiva la pratica del velo; si sovrapponevano tradizioni precedenti dei luoghi conquistati ai costumi tipici degli arabi. Proprio tradizioni come il velo, che oggi sono considerate come parte della tradizione islamica, supportate secondo l'islam ortodosso dal Corano e altre fonti, sono in realtà pratiche che l'islam ha fatto sue successivamente all'epoca di Maometto. In effetti la conquista araba si accompagnò all'assimilazione delle diverse culture, consuetudini ed istituzioni sociali di tutte le aree mediorientali, in particolare per quel che concerne le relazioni di genere".

Che ne pensate?

http://it.peacereporter.net/articolo/138...

Angelica

Aggiornamento:

Salah: io non so a chi credere! Uno dice una cosa..l'altro ne dice un'altra!

Ma alla fine...vorrei capire quanto ritenete giusto, voi, nel mettere quel velo in testa ad una donna! ;-) Alla fine...conta quello che pensiamo noi sia giusto, altrimenti, siamo solo dei robot non pensanti!

Aggiornamento 2:

@ Hanifa: non dire cose inesatte! la violenza sulle donne nel mondo musulmano, e' uguale a quella di qualsiasi altro posto al mondo! basti pensare ai "bottini femminili " di guerra!

Il fatto che si nascondano certe cose e che la Societa' lo permetta, non significa che una cosa non accada! ;-) Non ci vuole un genio per capire che la violenza di un uomo, deriva dal suo dentro...da un istinto!

Cerca di essere sincera!

Angelica

Aggiornamento 3:

@ Perla: e' vero..sono contraria al velo e non mi sono mai nascosta!

Ti faccio una domanda..visto che dici che e' una libera scelta: poniamo che una donna nasca libera in un Paese in cui non esiste alcun tipo di usanza estetica.

Credi che si metterebbe spontaneamente il velo?

Non e' una scelta.

E' che e' stato detto a Lei, che e' una sua scelta. Ma non lo e' e non mi nascondo dietro false parole o ipocriti discorsi, perche' non fa parte della mia Natura! Come dicevo..i veli me li voglio togliere..ma so che quelli esteriori( e questo volevo far capire), sono solo il riflesso di veli interiori che ben pochi, sanno scorgere!

Aggiungo..che esprimere il proprio parere( come sto facendo), anche se contrario, non significa criticare..ma esprimere il proprio parere.

Difatti..ascolto le risposte! ;-) Ma non rinuncio alla mia opinione..a meno che, non mi si convinca( ma non e' ancora accaduto) del contrario. Posto le domande apposta.

Aggiornamento 4:

@ Perla: il fatto che io dica che sono contraria al velo, non implica che non possiate metterlo. ma come voi avete vdiritto di metterlo..noi abbiamo diritto a criticarlo! Capisci? Posso dire che una cosa non la trovo giusta, pur lasciandoti la liberta' di farla?

Se vuoi rispetto..permetti anche agli altri, di dire la loro opinione.

Aggiornamento 5:

@ Per quanto riguarda la tua amica..lei si e' trovata in contatto con una realta' precisa.

Se quel velo non fosse mai esistito..nessuna donna lo indosserebbe spontaneamente. Non ho dubbi in questo! A meno che..non serva per coprirsi dal freddo..o dalla pioggia! Allora si'..anche gli uomini tenderebbero a metterlo! Ma per motivi morali e religiosi..nessuna donna lo metterebbe se non ci fossero regole precise! ;-) Angelica

13 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    Quel che mi sono sempre sentito dentro, il profeta Muhammad era un saggio (un'anima realizzata). Ha esaltato il ruolo femminile, sua moglie e sua figlia erano esempi di forza e grazia femminile!

    Le regole imposte successivamente alla sua venuta mi ricordano le diversioni di tante religioni "a posteriori"...Tu sai a cosa mi riferisco no?

    Le donne erano tenute in grande considerazione dal profeta Muhammad, un po' di verità che finalmente esce fuori e mi allevia il cuore.

  • 1 decennio fa

    sono donna e cattolica ma penso comunque che quando scrivi:

    alla fine...vorrei capire quanto ritenete giusto, voi, nel mettere quel velo in testa ad una donna! ;-) Alla fine...conta quello che pensiamo noi sia giusto, altrimenti, siamo solo dei robot non pensanti!

    stai trattando le donne allo stesso modo di chi gli impone qualcosa, pensando che non siano capaci di scegliere per la loro vita.

    non mi sembra molto rispettoso delle donne, visto che quella frase potrebbe essere letta come una offesa alla loro intelligenza.

    nessuna dovrebbe giudicare le scelte di una altra donna, se sono libere scelte. quello che è giusto per te è sbagliato per altre e viceversa. pensare di essere in una situazione migliore è illusorio ed è superbia.

    la mia migliore amica e collega di lavoro è italiana e convertita di sua spontanea volontà all' islam:preghiamo insieme per Maria Dio E Gesù liberamente e suo marito la adora letteralmente.

    non passa giorno che non le dia dimostrazione del suo sentimento con piccoli pensieri, poesia scritte e nascoste dentro la borsa che poi lei ritrova, messaggi al cellulare in cui le augura una buona giornata.

    è libera di uscire (andiamo in palestra a fare aerobica insieme) da sola o con amiche, non deve chiedere nessun permesso ed è molto serena da quando si sono sposati.

    io sono cattolica, italiana e senza velo, eppure non ho mai conosciuto un uomo che mi rispettasse tanto quanto il marito rispetta lei. forse è il caso che mi metta il velo anche io, visto che sono queste le sfortune delle donne musulmane secondo qualcuno o qualcuna...

    Fonte/i: ================= RISPOSTA: 1) scrivi: Perla: e' vero..sono contraria al velo e non mi sono mai nascosta! e che cambia fra la tua contrarietà e l' imposizione? è lo stesso meccanismo psicologico che ha portato ad imporre tante cose nella storia. se sei contraria al velo e nessuno ti obbliga a metterlo, non capisco perchè tu dovresti imporre ad altre di non metterlo. cosa cambia fra il dire "questo velo è sbagliato perchè secondo me non andrebbe messo" e "questo velo è giusto perchè andrebbe messo?" Non è la stessa cosa? si pretende di decidere per tutto il genere umano sulla base esclusiva delle nostre convinzioni, senza preoccuparci di pensare che altri potrebbero non essere d' accordo con noi, oppure che potremmo essere proprio noi a sbagliare. 2) scrivi: Ti faccio una domanda..visto che dici che e' una libera scelta: poniamo che una donna nasca libera in un Paese in cui non esiste alcun tipo di usanza estetica. Credi che si metterebbe spontaneamente il velo? te lo ho scritto, la mia migliore amica vive in italia, è italiana e liberamente ha messo il velo, senza mostrare alcun dispiacere anzi il contrario. nessuno glielo ha imposto, nè il velo nè la conversione. è stata una sua scelta dopo il matrimonio civile, quando erano già sposati. si sentiva bene nell' islam. chi sono io o altri per criticare le sue scelte? io penso che se in questo modo si sente più vicina a Dio, l' importante è questo. non sono certo io che devo sostituirmi a Dio e dire cosa va bene o cosa va male per gli altri. lo stesso succede in spagna, germania, america, inghilterra e in mezzo altro mondo. quindi a quanto pare si' , lo metterebbero liberamente, come fa anche mia madre, che a 80 anni non esce di casa senza avere un fazzoletto in testa. ed è italiana e cattolica. penso proprio che i problemi delle donne siano altri, a partire dalla violenza in famiglia. non è il velo che ammazza le donne, ma le botte e gli stupri. e quelli non hanno mica religione o nazionalità. ci stanno in italia quanto in marocco. penso proprio che se si vuole aiutare concretamente le donne di tutto il mondo, sarebbe il caso di dirigere le battaglie pacifiche verso atteggiamenti realmente dannosi e imposti, che non sono certo il velo ma ben altri e in TUTTE le culture.ciao. PS - che è passata un' orda di antislamici in due secondi?incredibile, in 1 minuto hanno messo 6 pollici versi" hanno delle mani o dei tentacoli? sono più veloci delle piovre! oppure è un utente solo con tanti troll? secondo me è la seconda ipotesi... ========================== RISPOSTA: SONO CATTOLICA. lo ho scritto ben 3 volte, mi rendo conto che non hai letto con attenzione quanto ho scritto. continui a dire che sei contraria, secondo le TUE opinioni. parli delle tue opinioni come se fossero certezze e fossi nel giusto. questo è lo stesso principio con cui nei secoli sono stati imposte molte usanze. continuo a non vedere nessuna differenza fra la convinzione di essere nel giusto di non mettere il velo, e la convinzione di essere nel giusto nel mettere il velo. ma sicuramente sbaglio io, visto che tu sei certa di quello che dici e sei sicura che tutte le donne la pensino come te, io devo essere in errore (anche se sono donna, non sono musulmana e non la penso affatto come te). ovviamente se avessi la possibilità di promulgare una legge, magari lo vieteresti anche chi lo sa, perchè è a parere tuo sbagliato, esattamente come altri farebbero una legge per imporlo. cosa cambi fra le due opinioni non è dato saperlo. buonanotte e grazie della risposta, non continuo oltre, visto che neanche si leggono le risposte date. ciao.
  • 1 decennio fa

    Quella della donna velata è in realtà una tradizione di antichissime origini pagane che pare risalga addirittura ai tempi in cui si venerava la dea madre, simbolo del sacro femminino raffigurato senza volto. L' Islam riprende questa tradizione come prima l' aveva ripresa il primo cristianesimo che si sviluppò in modo particolare nel medio oriente. Paolo loda linfatti a tradizione delle cristiane arabe di velarsi e le cita ad esempio.

    L'uso di velare completamente il volto nell' Islam fu in un primo tempo imposto solo alle vedove, dopo la morte del profeta, ma senza dubbio ai tempi di Maometto e anche nei secoli successivi, il rispetto che l' Islam riconosceva alla donna era di gran lunga superiore a quello che le riconoscevano i cristiani inspirati dai Padri della Chiesa, in primo luogo Sant' Agostino, tutti presi dalla loro forsennata misoginia che li portava a identificare il femminino con la fonte primaria di ogni tentazione e quindi con lo stesso Satana, principe tentatore..

  • 1 decennio fa

    al tempo dell' impero Persiano alcune donne portavano il velo.ciao

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Cara Angelica queste sono storie dei riformisti, coloro che stanno rovinando il mondo islamico.

    Il Profeta, pace e benedizioni su di lui, ordinò: «Durante l' Hajj [il Pellegrinaggio a Makkah] una donna non deve coprire il suo viso col niqab, né indossare i guanti», riportato da al-Bukhari, Muslim, Abu Dawud, autenticato da shaykh al-Albani.

    Perciò, da questo hadith sahih, si può comprendere chiaramente come le Sahabiyyat, che Allàh sia soddisfatto di tutte loro, avessero l'abitudine di coprire il loro viso col niqab in tutte le altre occasioni, altrimenti non sarebbe stato necessario che il Profeta (saws) ne vietasse specificamente l'uso durante lo stato di Ihram [sacralizzazione].

    La Madre dei Credenti 'Aisha, radi' Allàhu 'anha, disse: «I pellegrini passavano accanto a noi, mentre ci trovavamo col Messaggero di Allàh. Quando erano vicini a noi, abbassavamo una parte del velo che portavamo sulla testa per coprire il nostro viso», riportato da Abu Dawud e Ibn Majah. Ad-Daraquthi riporta un hadith simile sull'autorità di Umm Salama (r).

    A proposito della Rivelazione del versetto dell'Hijab della Sura an-Nur[2], 'Aisha (r) disse: «Che Allàh (SWT) benedica le prime Muhajirat [donne Emigranti]. Quando Allàh (SWT) rivelò: … di lasciar scendere il loro velo fin sul petto …

    esse presero una parte dei loro veli e si coprirono…», riportato da al-Bukhari.

    Ibn Hajar al-Asqalani, che è riconosciuto come Amir al-Mu'minin [Principe dei Credenti] nel campo degli ahadith, disse che la frase "si coprirono" nell'hadith ora citato, significa che "coprirono i loro visi", riportato in "Fath al-Bari".

    E con questi ahadith ho dimostrato:

    - l'importanza di Aisha (ra) nella tradizione islamica (alcuni ahadith che ho riportato sono attribuiti ad Aisha ra)

    - le prime musulmane si coprivano (cade la teoria della sign. Ruba Salih)

    - molte donne indossavano il niqab.

    Saluti,

    Salaam

    _________

    Angelica: "Non vi sia costrizione nella religione" recita il Corano, non obblighiamo nessuno ad entrare nell'Islàm!

    Chi è musulmano è giusto che segua Muhammad (saws) e il Corano in tutto e per tutto, perciò per noi musulmani è giustissimo che le donne portino il velo, che gli uomini si coprano e che i bambini a 7 anni inizino ad ascoltare la recitazione del Qur'an. Non siamo robot, rispettiamo solamente la nostra fede.

    'Umar ibn al-Khattab, che Allàh sia soddisfatto di lui, dichiarò: «Lasciate che la Sunnah si diffonda, e non limitatela con le opinioni personali!».

    ________

    ANIMALIFE: l'uomo può tradire?

    A'udhu billahi mina sh-shaytani ar-rajim!

    Per favore parla con cognizione di causa, ora inizio a dire che i cani hanno 7 zampe e due teste (dato che sei leader della sezione), siamo seri per favore, soprattutto su queste cose dato che potresti offendere qualche credente.

    Saluti

    __________

    Non gli succede niente?!

    "La pena prevista per gli adulteri (maschi o femmine è indifferente) dipende se l'adultero è sposato o no. Se chi commette l'adulterio è celibe o nubile viene punito con 80 colpi di frusta, se chi commette adulterio è sposato\a viene punito\a con la lapidazione."

    Dal Corano: ”Flagellate la fornicatrice e il fornicatore, ciascuno con cento colpi di frusta e non vi impietosite [nell'applicazione] della Religione di Allah, se credete in Lui e nell'Ultimo Giorno, e che un gruppo di credenti sia presente alla punizione.”

    (XXIV: 4)

    "[..]La punizione legale: Se il crimine della fornicazione è eseguito da un individuo che è sano, maturo, musulmano e si sposa con una persona che è anche sana, matura, musulmana, e che il loro matrimonio è completato, poi la punizione legale sara che egli/lei sarà preso a sassate(rajm)." Muhammad ibn Adam, Darul Iftaa Leicester , UK

    Ti basta o sei ancora così presuntuoso/a da volermi insegnare la mia religione?

    Ti rinnovo l'invito: informati prima di fare queste figure.

    Una buona giornata.

    PS poi mi speghi di quale "evidenza" parli dato che la tua mi sembra solo ignoranza.

  • Desert
    Lv 5
    1 decennio fa

    Invece mi sembra che anche Maria, madre di Gesù, si coprisse come fanno le donne musulmane, velo sui capelli incluso... c'è anche una vasta rappresentazione iconografica che lo prova

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Volevo solo dire che nessuno "ci mette quel velo in testa"...la vogliamo piantare con ste cavolate??? Ci sono milioni di donne musulmane fiere ed orgogliose di esserlo che indossano con altrettanto orgoglio il velo. I buoni musulmani non obbligano a fare un bel niente, perchè la fede è nel cuore e nell'anima e se il velo lo porti per obbligo non serve proprio a niente...per indossare il velo ci vuole una buona conoscenza della religione e sapere che il velo non è solo un pezzo di stoffa ma ha in se un valore enorme, e ti assicuro che un buon musulmano questo lo sa, quindi aiuterà la moglie a capirne il vero significato!!! Perchè ogni tanto non vi chiedete perchè donne NON musulmane venogno picchiate, dai loro NON musulmani mariti??? Sono meno importanti??? Non credo, la donna deve essere rispettata in quanto donna...sia essa musulmana, atea, cattolica, ebrea...

  • 1 decennio fa

    il discorso come per altre religioni, e' il fatto che la bibbia e' stata scritta per pugno di uomini.. questo significa che l'hanno modificata a loro piacimento.. nel caso del corano i maschietti sono stati dei gran furbacchioni.. nel senso che per loro tutto e' lecito, per le donne aime' NO. i maschietti possono avere fino ha 4 mogli.. le donne NO!

    Le loro donne devono essere completamente coperte, perche' nessuno a parte loro le guardi.. pero' in occidente quando vedeno passare una ragazza vestita oll'occidentale ho notato che non si voltano dall'altra parte.. anzi le fanno la radiografia completa con gli occhi...

    i maschietti mussulmani se tradiscono nessuno le dice nulla.. ad una donna ancora oggi in alcuni paesi esiste purtroppo la lapidazione..

    potri continuare perche' ci sarebbe tanto da dire ancora.. posso dire di essere contento che tanti movimenti femminili dell'islam incominciano ha farsi sentire.. FORZA DONNE...

    @ Salah ad-Din ▪Deoband!-Deoband!▪-- io dovrei parlare per cognizione di causa?? ho capito bene!!?................................

    non capisco la cognizione di causa tra le zampe di un cane (dove NON sono il leader).. e il tradimento..

    forse non hai capito, lo rispiego: intendo che un uomo mussulmano, se tradisce la moglie, non gli succede nulla. se lo fa' la donna, in certi paesi ancora ignorantemente vige la lapidazione e altre torture di morte.. O SBAGLIO?????!!!

    CIOE', VOGLIO DIRE SI PUO' NEGARE TUTTO, MA NON L'EVIDENZA.. EHHH...

    @ perla miseria-- sono d'accordo con te..

  • salam (pace) ...

    il Hijab (detto velo in occidente anche se è sbagliato) .. è una usanza che è stata Rivelata in diversi Messaggi della Divinità ..

    questo libro spiega bene quello che riguarda il Hijab:

    L'Hijâb ... Perché? : http://www.huda.it/books/libri_hijab.htm

    e ci sono diversi hadith (detti e fatti) del Profeta, che confermano il cambiamento del comportamento prima e dopo l'ordine della Divinità del Hijab tramite la Parola Rivelata che ben precisa e si trova nel link sopra ..

    NOTA: siamo tutti d'accordo che nessun uomo può obbligare un altro a fare con la forza .. ma non si vergogna chi viene a dire non praticare questa regole della Divinità a chi sceglie di praticarla??

    http://www.youtube.com/watch?v=VRUvMQlvM8I

    Youtube thumbnail

    http://www.youtube.com/watch?v=eeuqNjAMUNk

    Youtube thumbnail

    http://www.youtube.com/watch?v=754R1qXcL1w

    Youtube thumbnail

    http://www.youtube.com/watch?v=khjtrIkYU5I

    Youtube thumbnail

    la pace su tutti voi

    Giustizia per Gaza

    http://www.wafa.it/gaza

    ------------

    @Perla: è verissimo perla .. chi obbliga le donne a non indossare il velo (legge francese) è eguale a chi obbliga le donne ad indossarlo con costrizione

    @Angelica: se fosse tu sei chi forma la legge in Italia, obblighi le donne che scelgono di indossare il velo in Italia a non indossarlo?

    tipo la ragazza che vedi nel video su di California .. come tante ragazze italiane come lei, tu le obblighi di non indossare il velo?

    http://www.huda.it/ritorno/ritorno.htm (qua trovi le storie di alcune ragazze)

    http://www.youtube.com/watch?v=754R1qXcL1w

    Youtube thumbnail

    (obblighi Angela a non indossare il velo?)

    Nicole Queen ?

    http://www.youtube.com/watch?v=khjtrIkYU5I

    Youtube thumbnail

    e questa spagnola?

    http://www.youtube.com/watch?v=kZcKAc07iE8

    Youtube thumbnail

    Tanya?

    http://www.youtube.com/watch?v=hVY-5nGQUpc

    Youtube thumbnail

    e questa francese?

    http://www.youtube.com/watch?v=R0f6_N98lYk

    Youtube thumbnail

    Rachel?

    http://www.youtube.com/watch?v=8H9qBOQqOuE

    Youtube thumbnail

    e questa inglese?

    http://www.youtube.com/watch?v=FvclYrYpA0k

    Youtube thumbnail

    e questa Olandese?

    http://www.youtube.com/watch?v=vSiNjS4odC0

    Youtube thumbnail

    Lina?

    http://www.youtube.com/watch?v=qZ1CMIUaupo

    Youtube thumbnail

    Katia?

    http://www.youtube.com/watch?v=vUxeflv-umQ

    Youtube thumbnail

    questa coppia?

    http://www.youtube.com/watch?v=NItaC8fGQtw

    Youtube thumbnail

  • 1 decennio fa

    La pratica della velatura, storicamente, è di gran lunga anteriore alla venuta di Maometto.

    L' uso del velo non è un esclusivo precetto religioso dell' Islam, innanzitutto; di conseguenza, è scorretto dire "velo islamico".

    Si tratta di una antichissima regola societaria, civile ancor prima che religiosa, praticata da millenni ed introdotta da popolazioni di stampo misogino e patriarcale dell' area mediterranea ed egea.

    La più antica testimonianza storica sull' obbligo di indossare un velo risale al XII° secolo a.C. nella Mesopotamia:una legge assira obbligava le donne sposate a velarsi completamente.

    Si ipotizza che questa tradizione, comunque, sia ancora più antica e risalente alla società sumera, anche se non c'è sostanziale accordo fra gli studiosi.

    Il ritrovamento di alcune tavolette a Ninive parlano della condizione femminile fra i sumeri: la donna non era libera e veniva considerata proprietà dei genitori prima e del marito poi. L' età media in cui veniva data in sposa raramente superava i 12-13 anni e non poteva avere altri contatti con uomini, anche se fratelli o parenti, una volta sposata. Però, era libera di uscire in compagnia di altre donne, di istruirsi, ma solo allo scopo di istruire a sua volta i figli, di amministrare il culto sacerdotale e di ricoprire cariche religiose anche rilevanti. Questi particolari hanno fatto presupporre l' uso del velo fuori casa.

    In una tavoletta trovata nell' area di Giza, però, si legge che le prostitute si velavano per non gettare il disonore sui loro figli. Anche nella Bibbia c'è un riferimento analogo:

    - Genesi 38, 15 : "Giuda la vide e la credette una prostituta, perché essa si era coperta la faccia."

    Di conseguenza, non è da escludere che il velo abbia assunto significati anche profondamente diversi, in base alla località o al periodo storico di riferimento.

    L' uso del velo, secondo le cronache, era comune nel 1° secolo d.C. in tutto il Medioriente, a prescindere dal culto praticato:

    « Le nazioni barbariche, e tra loro soprattutto i persiani, sono estremamente gelosi, severi e sospettosi nei confronti delle loro donne, non solo delle loro mogli, ma anche delle schiave e concubine, che trattano così severamente che nessuno le vede all'aperto; trascorrono la loro vita tra le mura domestiche e quando fanno un viaggio, vengono trasportate con dei carri con delle tende da tutti i lati. »

    (Plutarco. Vite parallele, Vita di Temistocle 26,1)

    Era comune anche in Grecia e in tutta l' area mediterranea. Le donne "rispettabili" si velavano; solo le prostitute erano libere di girare senza velo ed essere istruite (la cultura era considerata uno "svago" per donne che non dovevano crescere figli, quindi poco "rispettabili").

    L' uso del velo nell' Islam e nel Cristianesimo (anche nel cristianesimo la donna doveva usare il velo:ancora oggi le donne coprono la testa in chiesa e anche fuori, in alcune zone e confessioni) deriva dagli usi, dai costumi e dai precetti del popolo ebraico, descritti nell' Antico Testamento:

    - Genesi 24, 64-65: «Alzò gli occhi anche Rebecca, vide Isacco e scese subito dal cammello. E disse al servo: “Chi è quell’uomo che viene attraverso la campagna incontro a noi?”. Il servo rispose: “È il mio padrone”. Allora essa prese il velo e si coprì.»

    - Genesi 38, 14: "Fu portata a Tamar questa notizia: “Ecco, tuo suocero va a Timna per la tosatura del suo gregge”. Allora Tamar si tolse gli abiti vedovili, si oprì con il velo e se lo avvolse intorno, poi si pose a sedere all’ingresso di Enaim, che è sulla strada per Timna.».

    Nel Nuovo Testamento, si legge:

    - Prima lettera ai Corinzi 11, 7: "L'uomo non deve coprirsi il capo, poiché egli è immagine e gloria di Dio; la donna invece è gloria dell'uomo. E infatti non l'uomo deriva dalla donna, ma la donna dall'uomo; né l'uomo fu creato per la donna, ma la donna per l'uomo. Per questo la donna deve portare sul capo un segno della sua dipendenza "

    - Prima lettera ai Corinzi 11,5: "Ogni donna che prega o profetizza senza velo sul capo, manca di riguardo al proprio capo, poiché è lo stesso che se fosse rasata. Se dunque una donna non vuol mettersi il velo, si tagli anche i capelli! Ma se è vergogna per una donna tagliarsi i capelli o radersi, allora si copra."

    - Timoteo 2, 12 : "Non concedo a nessuna donna di insegnare, né di dettare legge all'uomo; piuttosto se ne stia in atteggiamento tranquillo. Perché prima è stato formato Adamo e poi Eva; e non fu Adamo ad essere ingannato, ma fu la donna che, ingannata, si rese colpevole di trasgressione. Essa potrà essere salvata partorendo figli, a condizione di perseverare nella fede, nella carità e nella santificazione, con modestia."

    La Madonna viene raffigurata con il velo; le suore portano il velo; le nostre nonne coprivano la testa; le donne portavano i capelli lunghi, pena il disonore, fino al 1930-1950, in Italia. Il taglio alla "maschietta" veniva definita un' acconciatura tipica delle prostitute.

    In Italia e in area occidentale la spinta laica verso l' emancipazione femminile ha contribuito a far cadere in disuso queste e molte altre aberranti usanze derivanti da regole di stampo profondamente misogino.

    Per quanto riguarda la pratica della velatura: da atea, laica e convinta sostenitrice del riconoscimento unanime dei diritti umani oltre che della parità dei sessi, ritengo che ogni donna (ed ogni uomo: la libertà è asessuata) dovrebbe avere il diritto di esercitare le proprie scelte, qualsiasi esse siano.

    Fonte/i: Nel caso in cui decida spontaneamente di velarsi, dovrebbe essere libera di farlo, senza per questo essere criticata o biasimata da persone appartenenti ad altre culture o religioni in cui, magari, vengono proibiti il divorzio, l' istruzione femminile,l' interruzione di gravidanza, la contraccezione o la ricerca sulle staminali embrionali (precetti accettati da ebraismo e islam, nell' ambito delle religioni abramitiche). Ben diversa la situazione in cui questo o qualsiasi altro atto vengono imposti contro il volere della donna; sia ella musulmana, cristiana, ebrea, buddhista, induista o atea, poco importa. Saluti.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.