? ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 1 decennio fa

cos'è la corrente del golfo?

5 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Corrente del Golfo è una corrente calda dell'oceano Atlantico settentrionale, diretta generalmente verso nord-est, dagli stretti della Florida ai Grand Banks, a Terranova; il termine è spesso esteso alla corrente Nordatlantica, che scorre dai Grand Banks fino alle coste dell'Europa occidentale, della Scandinavia e delle isole orientali del Mare Glaciale Artico.

    La corrente del Golfo riveste una grande importanza climatologica, per gli effetti che comporta sul clima dell'Europa occidentale. È originata da due correnti: quella Nordequatoriale, che scorre verso ovest, approssimativamente lungo il Tropico del Cancro, e quella Sudequatoriale, che scorre dalle coste dell'Africa sudoccidentale in direzione dell'America meridionale e quindi si dirige verso nord, nel mar dei Caraibi. La fusione di queste due correnti calde, unite a una corrente proveniente dal golfo del Messico, dà origine alla corrente del Golfo.

    Negli stretti che separano la Florida dalle Bahama e da Cuba la corrente raggiunge un'ampiezza massima di circa 80 km e una profondità di 640 m; in superficie la temperatura è di circa 25 °C e la velocità di circa 5 km orari. Più a nord la corrente si allarga gradualmente, fino a raggiungere i 480 km al largo di New York. Tra la corrente e la costa statunitense si trova una zona di acqua più fredda.

    A sud dei Grand Banks la corrente del Golfo si unisce alla fredda corrente del Labrador, formando numerosi vortici: da questo punto la corrente Nordatlantica si sposta verso nord-est alla velocità di 8 km al giorno, grazie soprattutto ai venti da sud-ovest, dividendosi poi in numerosi rami, tra i quali quello centrale, che raggiunge le coste europee e poi devia verso nord, quello settentrionale che raggiunge le coste dell'Islanda, e quello meridionale, che passa accanto alle Azzorre e, in seguito, alle isole Canarie.

    Per tutto il tratto compreso tra la sua origine e la regione dei Grand Banks la corrente del Golfo presenta una serie di caratteristiche fisiche particolari, dalla colorazione azzurro brillante delle acque all'alta salinità; una volta fusa con la corrente del Labrador la colorazione si perde, ma l'acqua rimane notevolmente salata.

    OPPURE:

    Una delle più importanti correnti oceaniche è la Corrente del Golfo, che ha origine nel Mar dei Caraibi, vicino all’Equatore. È una corrente calda (ha una temperatura di 26-29 °C), e si dirige verso nord-est: dapprima scorre lungo la costa orientale degli Stati Uniti, poi attraversa l’Oceano Atlantico. A questo punto, lambisce le coste della Francia, delle Isole Britanniche, della Norvegia e dell’Islanda. La corrente è ancora abbastanza calda da rendere l’inverno di quei paesi più mite di quanto sarebbe se non li toccasse.

    CIAO! SPERO DI ESSERTI STATA UTILE!

  • la corrente del golfo

    chiamata così perché si forma in prossimità del golfo del Messico

    (infatti è conosciuta anche come "corrente del golfo del Messico")

    l'acqua calda che tende a salire verso l'alto "risale" l'oceano

    fino ad arrivare alle coste di (Spagna.Portogallo,Gran Bretagna,Irlanda,Germania,Francia(nord),Danimarca,Svezia,Norvegia,Finlandia ,Islanda,) La corrente del golfo si crea oltre che allo "squilibrio"

    acqua calda acqua fredda anche dalla salinità del mare

    secondo i climatologi se si sciogliessero tutti i ghiacci della Groelandia

    la "dolcezza" del'atlantico aumenterebbe a tal punto da far diminuire o scomparire del tutto la corrente

    se ciò accadesse l'emisfero Nord occidentale (dal'America alla Russia)

    oiomberebbero in una mini era glaciale

    Grazie alla corrente del golfo d'inverno il mare della scandinavia (Svezia.Norvegia,Finlandia Islanda) nn ghiaccia .

  • 1 decennio fa

    La Corrente del Golfo, o Corrente nord-atlantica, è una potente corrente oceanica calda di vitale importanza per la mitigazione del clima nei paesi europei che si affacciano sull'Oceano Atlantico (vedi: Portogallo, Spagna, Francia e soprattutto Irlanda e Gran Bretagna) la sua influenza è sentita fino in Scandinavia.

    Il nastro trasportatore è, come già detto, un'enorme corrente che trasporta l'acqua calda del Golfo del Messico attraverso l'Atlantico, essa poi, quando per ovvie ragioni si raffredda, in prossimità del circolo polare artico, si inabissa. Dopodiché il ciclo ricomincia sino ad arrivare all'influsso del movimento terrestre.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Miri81
    Lv 7
    1 decennio fa

    Corrente del Golfo (inglese Gulf Stream), corrente calda dell'oceano Atlantico settentrionale, diretta generalmente verso nord-est, dagli stretti della Florida ai Grand Banks, a Terranova; il termine è spesso esteso alla corrente Nordatlantica, che scorre dai Grand Banks fino alle coste dell'Europa occidentale, della Scandinavia e delle isole orientali del Mare Glaciale Artico.

    La corrente del Golfo riveste una grande importanza climatologica, per gli effetti che comporta sul clima dell'Europa occidentale. È originata da due correnti: quella Nordequatoriale, che scorre verso ovest, approssimativamente lungo il Tropico del Cancro, e quella Sudequatoriale, che scorre dalle coste dell'Africa sudoccidentale in direzione dell'America meridionale e quindi si dirige verso nord, nel mar dei Caraibi. La fusione di queste due correnti calde, unite a una corrente proveniente dal golfo del Messico, dà origine alla corrente del Golfo.

    Negli stretti che separano la Florida dalle Bahama e da Cuba la corrente raggiunge un'ampiezza massima di circa 80 km e una profondità di 640 m; in superficie la temperatura è di circa 25 °C e la velocità di circa 5 km orari. Più a nord la corrente si allarga gradualmente, fino a raggiungere i 480 km al largo di New York. Tra la corrente e la costa statunitense si trova una zona di acqua più fredda.

    A sud dei Grand Banks la corrente del Golfo si unisce alla fredda corrente del Labrador, formando numerosi vortici: da questo punto la corrente Nordatlantica si sposta verso nord-est alla velocità di 8 km al giorno, grazie soprattutto ai venti da sud-ovest, dividendosi poi in numerosi rami, tra i quali quello centrale, che raggiunge le coste europee e poi devia verso nord, quello settentrionale che raggiunge le coste dell'Islanda, e quello meridionale, che passa accanto alle Azzorre e, in seguito, alle isole Canarie.

    Per tutto il tratto compreso tra la sua origine e la regione dei Grand Banks la corrente del Golfo presenta una serie di caratteristiche fisiche particolari, dalla colorazione azzurro brillante delle acque all'alta salinità; una volta fusa con la corrente del Labrador la colorazione si perde, ma l'acqua rimane notevolmente salata.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.