Christian ha chiesto in SaluteSalute mentale · 1 decennio fa

Voglio vedere il futuro soltanto se è migliore? dove stiamo andando?

una domanda un po' filosofica...

in questi giorni ho pensato molto su quello che succederà o potrà succedere nei prossimi 50 anni.

inquinamento atmosferico i ghiacci si sciolgono i deserti si allargano,

la società è sempre più malata le persone uccidono con sempre più facilità e con sempre meno motivi sensati, ci sono leggi sempre più assurde, la privacy non esiste più, ci sono ovunque rivolte e ribellioni. gente che perde il lavoro, gente che guadagna troppi soldi ingiustamente. gente che muore perché non ha ne cibo ne acqua, guerre che si combattono per una finta sensazione di libertà ( forse quella dopo la morte suppongo a questo punto). io sinceramente sono stufo ed ogni giorno che passa spero che qualcosa di veramente catastrofico possa rivoluzionare la situazione, perché mi sono reso conto che non voglio vivere ancora per molto in un mondo simile,così sporco, ma forse è solo un riflesso di come mi sento dentro, sporco per aver accettato un posto fatto in questo modo, una società simile e non avere la forza di dire basta ed andarmene magari in qualche paese dove ci sono ancora dei valori, dove la natura non venga rimpiazzata da cemento grigio e dove la gente non prova un senso di odio altruistico per una depressione interiore che travolge il prossimo senza un valido motivo. ho paura che si arrivi ad un punto dove più niente è importante. voi cosa pensate?

io dopo tutte queste frasi. vi farà strano ma sono ottimista e spero che succeda qualcosa anche molto spesso che possa cambiare la situazione, prima o poi qualcosa cambierà. spero soltanto di esserci quando questo accadrà, voglio vedere il futuro voglio, vedere il paradiso che potrebbe splendere qui sulla terra se soltanto la gente cambiasse.

cosa pensate voi?

Aggiornamento:

@doroty12: credo tu abbia ragione. grazie per la profonda risposta. anch'io la penso come tè di solito, ma a volte mi sento un po' "depresso" e diciamo: mi arrendo e voglio semplicemente mandare a quel paese tutto anche se so perderei anche cose bellissime, comunque di solito passa dopo qualche giorno o dopo aver letto un piccolo discorso come il tuo. grazie =)

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    L'uomo ha attraversato pesti,glaciazioni e guerre; ha imparato a volare ad esplorare gli abissi a costruire grattacieli eludendo in parte la forza di gravità.

    Ciò che ancora non è riuscito a fare è cogliere il proprio limite.

    Dominato da uno spirito dinamico ha confuso la curiosità con il progresso feroce ed incontrollato ed ha smesso di credere che esista dell'altro oltre il tangibile.

    Per questo quando non si hanno più speranze...quando non si ha più la forza di gridare il proprio no ci si lascia trasportare e si muore continuando a respirare.

    Non credo che tutto sia perduto...c'è ancora gente che ha fede nel miglioramento,che lotta per esso che da la propria vita per qualcosa di migliore...di profondo...di pulito...

    Per questo non auspico un cataclisma tipo giudizio universale per ripulire il mondo ma mi auguro che tutti imparino a riflettere sulla fugacità della vita e da ciò ne traggano insegnamento per evitare il futile ,per smetterla con questa corsa all'oro e per coltivare maggiormente la propria anima attraverso l'amore verso la vita e verso i nostri simili.

    Spero sinceramente che ciò diventi abitudine.

    Nella prassi lo so che questo è difficile,sono una ragazza di 24 anni che studia e deve fare due lavori per pagarsi l'università...anche a me della volte salta la pazienza e vien voglia di fuggire; ma è nel sorriso di un'anziana,nella gioia di un tramonto o nel vedere mio padre sorridere che io trovo la forza e capisco che finchè tra noi c'è questo Amore non può essere tutto perduto.

    Smettiamo così di chiamare la nostra interiorità debolezza,la nostra famiglia sacrificio...la nostra casa prigione.

    Dobbiamo essere consapevoli delle nostre scelte e responsabili verso esse...CURIAMOLO QUESTO MONDO E NON MALEDICIAMOLO SEMPRE è L'UNICO CHE CI è DATO CONOSCERE.

    Donate speranza ai vostri figli e fategli comprendere anche le vostre debolezze...così non si suicideranno se nella vita non saranno perfetti come voi gli avete fatto credere di essere...rispettate i vostri compagni/e perchè avete scelto di costruire qualcosa con loro ed ora è tempo di farlo...e perfavore non togliete a noi giovani la POSSIBILITà DI CREDERE.

    Ciao da Silvia e buona Vita a tutti!!!!

  • 1 decennio fa

    che andremo in un mondo di cacca

  • 1 decennio fa

    dove andremo? ma ci siamo già nella m e r d a

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ci stiamo dirigendo verso l'autodistruzione

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Penso che tu abbia ragione e le tue sono le riflessioni che tutti facciamo...ma ? ma nel mondo regna il bene e il male, è una certezza questa...cambiare le regole del mondo mi riesce difficile pensarlo! ma siamo ottimisti!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.