promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaRelazioni e Famiglia- Altro · 1 decennio fa

10 punti... SEDIE A ROTELLE: Avete mai notato che...?

...A parte rare e costose marche -come la Colours- quasi nessuna ditta produce sedie a rotelle con gli ammortizzatori di urti e vibrazioni (sospensioni), che vengono pubblicizzati pochissimo e tra l'altro vengono considerati semplicemente come lussi, e come tali la Asl dà solo un contributo parziale o a volte addirittura non ne dà proprio, mentre poi i restanti soldi -parliamo a volte di migliaia di euro- li deve sborsare il diversabile o la sua famiglia?

Per chi non ha un problema locomotorio, tale cosa sembrerà una stupidaggine... Ma provate a sedervi su una sedia a rotelle, anche solo per curiosità: Ogni piccolo urto, va a ripercuotersi sulla spina dorsale, provocando dolore non da poco a fine giornata.

Ora, mi chiedo... Perchè una persona con diversa abilità deve per forza divenire disabile in quanto la società non gli permette di vivere una vita quanto più "normale" possibile? Perchè per un diversamente abile, dev'essere un lusso poter fare una passeggiata x strada senza tornarsene a casa pieno di dolori, o perchè dev'essere un lusso di cui dover fare a meno poter anche solo sentire ciò che si prova a fare una partita di tennis con una sedia adatta? Le opportunità esistono, le attrezzature anche... ma rimangono un semplice miraggio per la maggior parte delle famiglie, che a causa degli esosi costi non ammortizzati da aiuti economici idonei, non se ne possono avvalere.

Accendete una stellina... Magari si può sperare di sensibilizzare chi come me non ha il problema, ma a differenza di me non se ne cura.

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Sono d' accordo con te, conosco il problema, sono un' insegnante e ho un bambino in classe in sedia a rotelle e quando usciamo per strada o in giardino accusa i colpi, si vede dalle sue espressioni, lui non parla...

    Un altro problema, analogo a quello da te sollevato è il problema degli ausili per facilitare l' eccesso al computer in quei soggetti che hanno difficoltà di prensione o di coordinamento manuale: ho avuto un bambino affetto da tetraparesi e non siamo riusciti a trovare in pulsante di grosse dimensioni che potesse funzionare con lo sfioramento della mano!

    E pensare che per qualcuno è possibile azionare dei dispositivi con lo sguardo...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.