Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 1 decennio fa

scusate ma i disturbi alimentari maschili vi fanno ridere?

mi riallaccio ad una risposta di una utente ad una mia domanda su un ragazzo che ha smesso praticametne di mangiare per dei problemi sentimentali..

mi sono state risposte da piu' utenti frasi tipo """bel sistema andrebbe brevettato per perdere peso"""

""tutte queste storie per una delusione che vuoi che sia""

bla bla bla etc...

ora spiegatemi COME MAI quando si parla di disturbi alimentari femminili tutte scattano sugli attenti e si parla di grave problema da combattere e risolvere e invece se si parla DEGLI STESSI PROBLEMI AL MASCHILE si leggono frasi di derisione, insulti, o semplicemente frasi che ridicolizzano il problema???

al maschile e' forse meno importante???

Aggiornamento:

@vg ad un ragazzo basta poco per riprendersi un corno.... eccone un'altra che sminuisce il problema solo perche' al maschile..

Aggiornamento 2:

@zitella 1)hai sostanzialmente giustificato le risposte /ridicolizzanti verso l'anoressia maschile..

2)hai nuovamente ri-espresso il problema al femminile... ma quello che tu descrivi (rifiuti A CAUSA DEL PESO) ti posso GARANTIRE CHE ACCADONO SPESSISSIMO ANCHE AI MASCHI..

perche' di quelli non se ne parla??

di nuovo... sono forse meno importanti?? perche' sminuite la cosa?

Aggiornamento 3:

@magica emy gli ho detto di andare da uno psicologo ed ho cercato di tirarlo su (ovviamente)..

p.s. farsi 4 risate mentre auguri/diagnosi un tumore a qualcuno come fai tu e' veramente SQUALLIDO e di PESSIMO GUSTO..

seppure avesse altri malanni la "gocciolina di stress" come la chiami tu "conterebbe meno"?? il "non sa gestire le delusioni" e' forse un qualcosa che sminuisce il problema??

stai veramente passando il limite della decenza che schifo..

21 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    No, affatto.

    Frequentando la sezione Dieta&Fitness mi rendo costantemente conto di quanto sia diventato diffuso il problema dei disturbi alimentari anche nei ragazzi, quindi ci vedo ben poco da ridere.

    Chi ha fatto quei commenti probabilmente non è mai stato a contatto con quel tipo di realtà.

    Michele, è inutile che ti inalberi su questa cosa.. Purtroppo è un fenomeno molto diffuso, ma ancora abbastanza nascosto.

    Le ragazze malate di anoressia sono palesi, e vengono scoperte subito. Un ragazzo con la stessa malattia fa di tutto pur di nascondersi, quindi di conseguenza sembra meno rilevante come problema.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    chiunque uomo o donna che sia, se sta male per amore, a mangiare ci pensa proprio poco.

    io avevo perso 6 kg, e partivo gia da un peso forma con poca massa grassa.

    un mio caro amico, partiva da un bel sovrappeso, 120 kg x 1e90, di kg ne ha persi 13.

    quando stai distrutto emotivamente, ti va tutto meno che mangiare, e non c'è un cacchio da ridere.

    Fonte/i: zitella, lo so, ma è la domanda ad essere posta in modo confuso e bipolare. io ho solo risposto alla prima parte. non so cosa intendesse precisamente Michele, se parlare di disturbi alimentari (anoressia, bulimia), o di chi smette di mangiare per colpa di un dolore emotivo. :)
  • Anonimo
    1 decennio fa

    I problemi alimentari sono la cosa che più mi fa imbestialire, quando escono fuori in una discussione.

    Perché? Perché tutti quelli che non li hanno mai avuti parlano, parlano, parlano di NULLA, senza sapere, giudicano, sputano sentenze.

    Chiamano "anoressico" chiunque, usano "bulimico" come dispregiativo.

    So che è una cosa cattiva da dire, perché non si guarisce mai del tutto, l'ho provato sulla mia pelle, so cosa sto dicendo, però quando sento la gente che parla così leggermente di questi problemi, beh.... gli auguro di provarli.

    Nessuno può capire cosa vuol dire sentirsi dire "Ha detto che si mette con te solo se perdi almeno 15 chili", nessuno sa come ti fa stare perdere la parte di Giulietta nella recita di fine anno, perché "c'è bisogno di una Giulietta che entri nella stoffa che abbiamo", quando fare Giulietta era il tuo sogno da quando avevate cominciato a leggere il libro. Nessuno che non l'abbia provato, intendo. E allora non mangi più, però fai finta di mangiare, non bevi neanche l'acqua, perché poi se ti pesi con l'acqua nello stomaco pesi di più, e piu dimagrisci più ti vedi grassa, e più ti si vedono le ossa più te le vuoi vedere. E se sei brava a nasconderlo nessuno se ne accorge, finché non diventa troppo tardi.

    Scusate lo sfogo, ma certe cose mi rendono isterica.

  • 1 decennio fa

    Non bisogna scherzare con questi problemi. Sia con le donne che con gli uomini!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    no al maschile è importante come al femminile!!!! non credo che ci sia qualcuno che ride di queste cose.. forse ti hanno risposto così per far capire che era una cavolata non mangiare a seguito di problemi sentimentali!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Conosco un uomo che per una fortissima delusione d'amore ha perso... ecco.... qualche rotella nel cervello. E' davvero un peccato perchè non è una brutta persona, ma ora è... lento. Molto.

    Chi deride situazioni del genere non è degno di essere preso in considerazione.

  • .
    Lv 6
    1 decennio fa

    assolutamente no, non è meno importante, è uguale.

    Anch'io per una batosta ho perso più di 10kg, oltre ad aver passato altri guai, e non mi sento mai assolutamente di ridicolizzare persone che hanno passato lo stesso, perchè so cosa si prova. Certo a volte mi chiedo come sarebbe andata se.... io fossi stata più di polso invece che ridurmi uno straccio, probabilmente "sottostare" non fu la strategia vincente.

    Cmq quando sono stata ridicolizzata io (da un uomo) per questa cosa, lo mandai pesantemente a fanc***.

    Spero cmq, che il tuo amico si riprenda anche se è difficile.

    Poi ti dico, probabilmente come è stato per me, io non ho avuto problemi col cibo, semplicemente per la tensione dimagrivo e non riuscivo ad avere fame, mangiavo meno, non credo che su di me si possa parlare di problemi col cibo, probabilmente è lo stesso per lui, dato che tutti quelli che ci sono passati dimagriscono per la tensione e lo stimolo della fame pari a zero, e non per imposizione stile anoressico-bulimico.

    in bocca al lupo.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    @ apple non è assolutamente vero che ai ragazzi basta poco per riprendersi oppure che succede di meno... se ne sentono spesso queste notizie e poi ho letto tempo fa un articolo su un modello che ha avuto questo tipo di problema... se ne parla poco ma i numeri dei casi sono identici a quelli delle donne nelle cliniche oltre che alle donne ci sono anche gli uomini

  • Anonimo
    1 decennio fa

    l'aveva detto per ironizzare sul tuo modo di esporre la storia, non sui disturbi alimentari...

    sui disturbi alimentari non si scherza e sono asessuati...

    però io non incolperei la persona che ha riifutato, ma quella che è diventata anoressica...

    ci sono delle ragazze che diventano anoressiche per un rifiuto e dei ragazzi che si sfracellano il fegato con sostanze* perché alla vicina di casa piacciono i palestrati, però non darei la colpa al ragazzo che ha rifiutato o alla vicina.....la colpa è di chi esagera e ingrandisce un rifiuto a tal punto da causarsi danni alla salute.

    non tutti gli uomini mi guardano per strada e la maggior parte di quelli che lo fanno hanno superato i 30...

    perché? perché i miei coetanei cercano il modello-velina e dopo aver riscontrato che di veline ce ne sono poche, ripiegano su quelle rigorosamene magre, anche se le forme non sono il massimo....invece gli uomini maturi si rendono conto che il mio fisico ha delle belle forme, nonostante che non sia magrissima (cosa necessaria per assecondare il modello-velina)

    eppure....io non sono anoressica! i miei coetanei guardano solo quelle magre, ma nonostante questo io non mi sono ammalata di disturbi alimentari.....quindi, come la mettiamo?

    se la colpa di dell'anoressia fosse di quello che riufita, allora dovrei essere anoressica pure io, ma non è così....

    Mara: tu stai parlando del blocco allo stomaco e la mancanza di appetito.....è una cosa diversa dall'anoressia...l'anoressia porta a combattere contro la fame (che quindi c'è) con lo scopo di dimagrire o farsi male....invece se ti manca l'appetito non lo fai con questo scopo è un problema che viene assieme, ma non si tratta di anoressia...

    EDIT:

    ah giusto...visto che ho parlato di me personalmente e io sono una femmina...allora l'ho presentato al femminile!

    no!

    l'ho espresso al personale, cosa che potrebbero fare anche molti qui presenti maschietti....

    e in ogni caso...un disturbo alimentare è un disturbo psicologico!

    nella maggior parte dei casi sono le femmine che diventano anoressiche e i maschi che assumono porcherie in palestra!

    però capita anche all'inverso, di entrambi i casi...la femminilizzazione l'hai vista solo tu!

    e in ogni caso non ho giustificato nessuna ridicolizzazione!

    non l'ho giustificata e nemmeno condannata.....semplicemente non me ne frega niente!!!

    le malattie psicologiche dipendono solo e solatanto dagli stessi malati....le persone estene possono influire, nel bene e nel male....ma il grosso lo fanno le persone che lo subiscono....

    Fonte/i: *lo so che non tutti i palestrati prendono sostanze, ma nemmeno tutte le diete portano all'anoressia, ora sto parlando di casi disperati.
  • 1 decennio fa

    non prendertela, c'è solo tanta ignoranza....tra i ragazzi è un fenomeno meno diffuso ma altrettanto grave..non ho letto la tua domanda precedente ma spero che il ragazzo del quale hai parlato trovi la forza e il coraggio per uscirne

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.