promotion image of download ymail app
Promoted
? ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

Riassunto testo di storia :-)?

Salve. Avrei bisogno di qualcuno estremamente gentile, con a disposizione 2 minuti liberi, che possa riassumere il seguente testo:

Negli anni fra il 1870 e 1900 fecero la prima apparizione una serie di strumenti,di macchine oggetti ad uso domestico che sarebbero poi diventati parte integrante della nostra vita quotidiana:

la lampadina ascensore elettrico, il motore a scoppio e i pneumatici il telefono e il grammofono,la macchina per scrivere la bici, il tram elettrico e l’auto...

Nel 1873 apparve il frigo, un anno dopo fecero la loro comparsa il ferro da stiro elettrico, la penna stilografica,la gomma per cancellare e la carta assorbente.

Nel 1876 lo scozzese Alexander Graham Bell costruì il cellulare ( già creato dall’italiano Antonio Meucci ); nel 1877 Edison brevettò il fonografo.

Qualche anno più tardi fu trasformato in grammofono da Hans Berliner.

Nel 1895 ci furono altri due avvenimenti fondamentali nella storia moderna delle invenzioni: Guglielmo Marconi effettuò il primo esperimento di telegrafo senza fili e i fratelli francesi inventarono i cinema.

Nel 1888 lo scozzese John Dunlop, utilizzando il processo di vulcanizzazione del Caucciù inventato da Charles Goodyear, costruì il pneumatico, insieme con quella dei cuscinetti a sfere e con l’uso dell’acciaio, consentì la costruzione delle moderne biciclette.

Nel 1880 fu applicata loro anche la catena, per trasmettere il moto dai pedali alla ruota posteriore. La fabbricazione della cellulosa permise di compiere i primi passi nella produzione di materie plastiche non tutte le invenzioni trovarono un impegno pacifico; La dinamite inventata dal Nobel, fu usata principalmente a scopo bellico, poiché in quegli anni erano necessari esplosivi più potenti per perforare le corazze delle navi che cominciavano ad essere costruite con l’acciaio.

Il Novecento si aprì con un’invenzione che avrebbe trasformato il mondo: nel 1903 due americani fecero sollevare da terra un mezzo più pesante dell’aria (fino ad allora avevano volato sugli aereo stati, palloni gonfiati con aria calda o gas e più leggeri dell’aria) ma soltanto nel 1911 fu costruito il primo aereo con una struttura coperta totalmente da una tela verniciata che permetteva di vincere la resistenza dell’aria. La vera novità della seconda rivoluzione industriale non fu tanto nelle conquiste della scienza, quanto nell’applicazione su sempre più larga scala delle scoperte ai vari rami dell’industria. Il legame che si veniva a creare tra scienza e tecnologia e tra tecnologia e mondo della produzione diventava sempre più stretto: scienziati di grande prestigio misero i loro studi a disposizione dell’industria, ingegneri, biologi, chimici e fisici divennero titolari o contitolari di imprese.

Nessun settore produttivo rimase estraneo all’ondata di rinnovamento tecnologico degli ultimi decenni dell’ 800. Gli sviluppi più interessanti si concentrarono in industrie “giovani”, come quella chimica o come quel ramo dell’industria metallurgica dedito della produzione dell’acciaio.

L’impiego su vasta scala dell’acciaio fu uno dei tratti distintivi della nuova epoca; i pregi di questo solido e malleabile metallo erano conosciuti da tempo; ma gli elevati costi di produzione ne avevano limitato l’uso alle armi da fuoco, alle lame e agli strumenti di precisione. Con l’impiego di nuove tecniche di fabbricazione, il metodo Bessemer e il forno Martin - Siemens e il procedimento Gilchrist - Thomas del 1879,

fu possibile creare acciaio in grandi quantità e a costi modesti. Da allora la produzione d’acciaio crebbe a ritmi rapidissimi e questa lega metallica trovò infinite applicazioni nei campi più svariati. L’acciaio venne usato per rotatorie delle ferrovie, per le corazze delle navi da guerra, per gli utensili domestici e per le macchine industriali che divennero più precise, potenti e leggere. L’acciaio fornì anche le strutture per costruire grandi edifici e ponti, come il Tower Building di New York, il primo palazzo in acciaio costruito nel 1889 e la Torre Eiffel, realizzata nello stesso ano in occasione dell’Esposizione Universale di Parigi, alta 300 metri e destinata a diventare il simbolo più celebre dell’età dell’acciaio. L’industria chimica era un’industria multiforme, essa abbracciava una grande varietà di produzioni: dalla carta al vetro, dai medicinali ai concimi, dai saponi ai coloranti, dagli esplosivi alla ceramica. La stessa permise, nel 1886, di ricavare l’alluminio dalla bauxite.

La crescita delle nuove industrie fece aumentare la domanda di prodotti “intermedi”, destinati cioè a essere impiegati come reagenti chimici in altre lavorazioni. I più diffusi di questi prodotti erano l’acido solforico e la soda, usata come detergente e sbiancante nella fabbricazione del vetro e nella siderurgia. Furono produzioni come quella della soda e dell’acido solforico a costituire la base per lo sviluppo dell’industria chimica, che allargò e diversificò l’area delle sue specializzazioni. Intorno al 1870 fu sperime

Aggiornamento:

E allora potresti anche fare a meno di rispondere se devi dare risposte inutili..

2 risposte

Classificazione
  • Yakuza
    Lv 5
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    be ma questo testo è già un riassunto, cioè da come vedo ce ne sono di cose importanti e sono tutte nel testo

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mi dispiace ma se rispondessi alla tua domanda non avrei tempo per pensare alle altre!

    [*CIAO*]

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.