c'e uno scontro di culture?

Chi di voi ha percorso un cammino, arrampicandomi

per universi e visione opposte e contrapposte, con atti di pensiero e umori cerebrali.

Poi dall'abisso cerebrale un raggio di sole ci illumina sorprendendoci quieti come un insetto che si prende il sole.

Oggi scendendo le scale di casa dopo una cena a base di pesce e un ottimo vino bianco, ho fatto quattro chiacchiero col vicino: colgo frasi Occidentali che da Dante a Calvino passando da Leopardi e Gadda mi ricordano le mie nobili e fiere origini Italiche:

Schizzano dal cervello i pensieri di una Coscienza Occidentale,

e l'Idea si incarna di una culla e di un avamposto della Cultura Occidentale come la giusta e finale posizione del nostro Paese.

Poi il vicino mi dice che questa estate ci sarà la fine del mondo...rmai e' evidente che dietro le tensioni di questi anni c'e' uno scontro culturale tra Islam, Oriente ed Occidente

Io gli (vi) chiedo quale cultura sopravvivera'?

16 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Lo sbaglio non è essere orgogliosi della propria eredità culturale italiana (ammesso che qualcuno ce l'abbia ancora visto che ci siamo omologati all'american way of life), bensì credere per forza che questa sia migliore di altre.

    Ogni cultura è il frutto di esperienze, manufatti, pensieri, lingue che ciascun popolo ha elaborato e tramandato nel tempo perché PIU' ADEGUATI alla sopravvivenza e sviluppo di quel popolo nel suo specifico CONTESO GEOGRAFICO-AMBIENTALE-CLIMATICO. Ovviamente, poiché l'uomo è un animale sociale e curioso, ciascuna cultura in realtà è composta da un nucleo (zoccolo duro) primigenio e da stratificazioni successive di elmenti culturali vantaggiosi ricevuti dai contatti con altri popoli.

    Esiste una similitudine (non egualianza) con i meccanismi genetici di trasmissione delle MUTAZIONI CASUALI vantaggiose e degli SCAMBI GENETICI tra popolazioni e individui della popolazione. L'outbreeding tra popoli è fondamentale per la salute degli individui e di conseguenza della specie umana; questo è una verità biologica che vale per tutti gli organismi viventi.

    Così oggi (a parte qualche rara tribù che vive in regioni geografiche confinate, destinate all'estinzione) non esiste etnia che possa dirsi "pura" né dal punto di vista culturale, né dal punto di vista genetico.

    Ciò però non significa che sia auspicabile un "meticciato culturale standard" valido per tutti, anzi sarebbe una jattura, sarebbe la fine dell'Homo sapiens sapiens come lo conosciamo.

    Purtroppo però c'è una tendenza alla omogeneizzazione culturale, soprattutto in Occidente ma anche in altri paesei più progrediti di altri continenti, che avanza. Io temo che possa essere questo grande "meticciato culturale standard" a vincere.

  • 1 decennio fa

    Bibi.. tu sei il fake che mi ha offeso e fatto cancellare la domanda sul Leone del deserto vero?

    Senti, campione di italica cultura, GADDA, che non penso che tu abbia mai letto, era mezzo ungherese e... mi dispiace darti questa notizia...

    ... CALVINO fu Partigiano nella Brigata Garibaldi e iscritto al PCI.

    "colgo frasi Occidentali ..."

    Ahahahah, cogli cogli che ti fa bene

    La Cultura NON ha confini

    Fonte/i: (Ma sei NonnoDandy?) ________________________________________ @Stivi: "LORO , sono scaltri e ossessionati uniti e compatti ,con una forte religione che li ispira " Stivi... ma se non passa giorno senza che un kamikaze non si faccia esplodere in una moschea?!
  • 1 decennio fa

    Forse hai bevuto troppo....

  • 1 decennio fa

    speriamo di crepare tutti... è quello che ci meritiamo per aver rovinato il bel mondo in cui abbiamo avuto il privilegio di nascere...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    "Tra Vladivostok, la propaggine estrema

    E le Orcadi che sono d’Occaso il diadema,

    Suggestivo, lo so, ma a che pro ci si crede,

    Se il tenerci alla pelle resta l’unica fede?

    Ci ostiniamo a pensarci quali punti d’arrivo,

    Ma il più morto di “loro” è pur sempre più vivo

    Di chi ormai ha di sacro giusto un osso sul ****

    E d’un tratto la notte è già un muro! "

    IANVA - L'Occidente.

  • 1 decennio fa

    gran bell'effettone quel vino bianco!

    ps:

    la fine del mondo verrà, forse, alla fine del 2012, sopravviverà, forse, la cultura mediterranea.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Quella italica!

  • 1 decennio fa

    L'Islam rappresenta una minaccia per il mondo intero; La profonda ignoranza di alcuni popoli medio-orientali, inculcati con la dottrina degli Ayatollah o degli imam di turno rappresenta una minaccia per il mondo intero; E la titubanza dell'amministrazione Obama sull'argomento non giova di certo all'occidente.

    La mancanza di basi culturali rende l'uomo plasmabile a tal punto da poter farlo assomigliare alla più feroce delle bestie.

  • maroc2
    Lv 7
    1 decennio fa

    quelli che si scontrano non sono affatto colti

  • 1 decennio fa

    non lo so se ti ha fatto bene 'sto vino bianco !

    stai attento al tuo vicino io ho sempre più paura della "religione islamica" che ammazza in nome di non so quale dio!

    oppure aveva bevuto lo stesso vino bianco con te ?

    comunque in ogni caso cominciano ad essere di più e più forti ed uniti di noi !

    però io penso positivo e quindi : l'occidente !

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.