siamo come macchine da cucire?

Come un ribelle vorrebbe mandare al diavolo il sistema, l'organigramma, le cattedre dei baroni e lo stato credendo davvero di poter fondare un NUOVO senza radici, e ne dà perfino il programma e la "falsariga" ?

Ci definiamo classici o romantici, realisti o idealisti, simbolisti, liberisti o decadenti ma siamo solo macchine da cucire!

L'obbligo dell'uomo non è di fondar nuove scuole o di aggregarsi alle antiche : egli ha soltanto il dovere di esprirnere sè stesso e di rappresentare la realtà come egli la vede e la sente, con tutta sincerità dell'anima sua ; l'opera politica è INDIVIDUALE, non sociale: il capolavoro esce da un cuore e da un intelletto solo, non da una società in accomandita.

L'uomo è una voce, la cultura è il suo eco, l' Italia è il genio, il precursore, l'apostolo, e spesso anche il martire di una Idea di avanguardia che guarda il futuro come la sua dimora.

L' Italiano, che vende la sua Patria, presentiste e passatiste che siano, rinnega se stesso, indossa la rebecca del falso critico e del falso maestro nascondendo la verita'.

Il valore della Patria e' universale, è quello che dà vita a tutto ciò che tocchi, che trasforma ogni cosa in materia d'arte, in sensibile l'intelligibile, i pensieri in immagini : quella che commove, trascina, infiamma ed esalta i cuori e le menti.

Dante, Leopardi e Manzoni sono e saranno conterranei e contemporanei di tutte le generazioni.

Dai dunque il prezzemolo ai pappagalli, mio caro Italiano e si affermi solo con l'audacia, la forza, la fede selvatica del suo cuor Italico.

Sogni di ribelli che assaltano tutte le bastiglie del pensiero e della volontà, con l'odio e l'amore di cui il loro impeto è capace; ma non si sdegni l'assistenza e la luce dell'AMOR DI PATRIA!

Ognora desto!!!

Commenti?

Aggiornamento:

si avete ragione, ho preso spunto dal mio vicino.....

Eric: se non e' logico perche' metti una stellina?

Aggiornamento 2:

finalmente si vede un barlume di luce dopo le prime due risposte che sembravano rigurgiti provenienti dalle fogne della vanesia ignoranza e dell'orgogliosa mediocrita'.

Grazie pianisti: c'e' ancora vita su questo pianeta!

Aggiornamento 3:

Lord: purtroppo hai ragione!

Aggiornamento 4:

@sitting duck: non sono nonno dandy (perche' dovrei registarmi sotto un altro nome?), non ho eliminato Gadda e Calvino per i tuoi suggerimenti, li adoro soprattutto per lo stile linguistico e sintattico. Soprattutto i racconti di Calvino mi ricordano la mia infanzia vissuta in liguria.

Non scelgo gli autori per la loro fede politica o per le loro origini ma per i sentimenti che mi trasmettono!

Grazie conosco Marinetti, da cui molte volte mi ispiro.

Tu, di certo, non ostenti sicumera nel giudicare ed etichettare superficialmente le persone che ti stanno intorno, probabilmente e' un tuo dono di natura, ma la prossima volta vorrei che rispondessi alla domanda senza farmi l'analisi psicologica. grazie e alla prossima

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    La patria non è nient' altro che una fastidiosa etichetta stampata violentemente sulle teste delle persone indipendentemente dalla loro volontà, l'appartenenza ad uno stato, ad una nazione, qualunque esso sia, ed il fiammeggiante orgoglio suscitato da questo, la volontà estrema di morire per uno straccio colorato fissato su un'asta dei vari centri di potere è l'unica cosa anacronistica e superata al giorno d'oggi. Il socialismo è il solo fine ultimo dell' umanità, l'unica speranza che ha l uomo per sopravvivere """un altro pò""" prima di disciogiersi e ritornare nel niente da cui è casualmente arrivato. L ideologia del profitto si supererà maturamente, oggi, domani o tra 100 anni, non è importante il quando.Il socialismo non è una moda momentenea come il patriottismo, è una necessità di vita che catturò ieri, cattura oggi e catturerà domani tantissime generazioni di UOMINI. Per il sempilce motivi di sentirsi TALI....e non degli squallidi parassiti volti a fregare il prossimo per tornaconti personali. Sventola rossa bandiera, noi siamo il tuo vento.

    Fonte/i: @Prego...per quanto riguarda i poeti da te spesso citati, Il Foscolo può essere considerato un patriota D.O.C. ed anche Dante e Manzoni. Su Leopardi ho i miei dubbi. Costui auspicava una società nuova, diversa. La costruzione di un mondo nuovo basato sulla solidarietà umana e non risparmiava critiche al sistema borghese, ed è infatti uno dei poeti più elogiati dalla critica Marxista, quindi se permetti me ne approprio io. @bibi rispondi tu a questa pu*ttanella da 4 soldi qua sotto che non ho proprio voglia di sprecarci tempo. Questa non sa manco dov' è posizionato il suo orifizio anale e ha pure il coraggio di parlare.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    ahahahaaah sei proprio 1 sfigato!

    pure quest'altro che ha risposto nn è da meno... ma palrate come mangiate che fate solo ridere... "costui, il foscolo, la patria".... ahahahah

    pianista io sono una puttanella? ma pensa a ******* di più anche te piuttosto che sei ridotto proprio male. Rilassati!

  • 1 decennio fa

    Noto che hai eliminato Gadda e Calvino dai tuoi eroi di italica cultura, dopo che ti ho fatto notare che il primo era mezzo ungherese e il secondo partigiano e comunista.

    Comunque, scherzi a parte, ti suggerisco i futuristi

    Secondo me ti piacciono

    zang tang bum

    Fonte/i: Di nuovo: ma sei nonno dandy? ___________________________________--- E' vero ti ho etichettato per il tuo avatar e perchè continuamente dici che i comunisti son cerebrolesi e mi hai dato del comunista. Per questo ti ho fatto notare che Calvino era iscritto al pci Non ho risposto alla tua domanda perchè non l'ho capita, lo stile è un po' ... complesso. Fenoglio ti piace? Per me è il miglior scrittore italiano, anche se so che è una frase un po' stupida
  • Anonimo
    1 decennio fa

    1)non è farina del tuo sacco

    2)un discorso che dal punto di vista logico è privo di significato.scusami per la crudezza ma sono abituato a essere sincero

    Fonte/i: io le stelline le metto sempre.tanto che me ne faccio?
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Come diceva il mio professore d'italiano: "Questa non è farina del tuo sacco".

    Noto che sei un pò deficitario di sense of humor. La mia voleva essere solo una battuta per ricordarti che bisogna sempre inserire il riferimento all'autore quando si fa una citazione. Sempre che sia tale e non un tuo sussulto patriottico estemporaneo..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    I veri valori non li ha fondati il fasco littirio, se credi che le cose siano andate più o meno in questo modo hai sbagliato clamorosamente

  • 1 decennio fa

    Ammiro molto la tua dialettica, ma i tuoi discorsi mi sembrano troppo retorici.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ma nel 2009 si possono fare ancora questi discorsi?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.