Dubbio: Cibo per cani "testato su animali" (continua)?

so che non è la sezione giusta, ma credo che qui siate più attenti a queste tematiche..

ho letto qui su ya che alcune marche di mangime per animali sono sconsigliate, in quanto testate su animali..

..sinceramente non ho capito il problema, dato che mi sembra implicito che un mangime per animali venga testato sugli animali...un po'come dire che la barilla testa i suoi prodotti sugli esseri umani..

non è una polemica, ma un dubbio serio...vorrei capire il motivo delle critiche, per farmi un'idea e decidere se vale la pena di affidarsi a marche alternative

Aggiornamento:

@Ross: se ti va metti un link...

se qualcuno ha delle documentazioni, in particolare, sulla marca Hill's, mi farebbe un favore a mandarmele...mia madre la vende, e vorrei metterla al corrente di eventuale marciume...

Aggiornamento 3:

- dall'inchiesta a Iams -

Il 27 Maggio 2001, il Sunday Express pubblica in prima pagina un articolo (PET FOOD CRUELTY EXPOSED- Cats and dogs suffered in experimentsfor top brand) in cui vengono descritti i seguenti esperimenti:

A 24 giovani cani venne asportato il rene destro e gravemente danneggiato il sinistro per determinare l'effetto delle proteine in cani con disfunzioni renali; l'intervento ebbe come effetto quello di ridurre la funzionalità renale a 1/8 di quella normale. La riduzione della funzionalità renale negli animali, come nell'uomo, è fonte di sofferenze atroci: se i reni non funzionano a dovere le tossine che dovrebbero essere eliminate attraverso le urine finiscono in circolo; questo avvelenamento del sangue causa depressione, vomito, convulsioni, ulcere alla bocca, perdita dell'appetito, sete insaziabile e infine la morte. I cani vennero divisi in due gruppi e studiati rispettivamente per 7 e 14 mesi; i loro sintomi non vennero alleviati in alcun modo per non interf

Aggiornamento 4:

erire con i risultati dell'esperimento.

Gli stomaci di 28 gatte di età tra i due e i cinque anni vennero esposti durante un intervento chirurgico della durata di due ore per studiare l'effetto di un'alimentazione ricca di fibre. Dopo l'esperimento le gatte vennero uccise.

24 gatte vennero sterilizzate e poi ipernutrite per ottanta giorni fino a renderle obese; appena non ingrassavano più vennero sottoposte a una dieta rigidissima che fece loro perdere un terzo del peso corporeo. Durante lo studio vennero sottoposte a tre biopsie epatiche; infine vennero uccise per esaminare il fegato nel tentativo di dimostrare un nesso tra la perdita di peso e le disfunzioni epatiche.

A 14 cuccioli di husky vennero ripetutamente somministrati, sia per via sottocutanea che tramite iniezioni nella parete dello stomaco, vaccini e altre sostanze allergeniche per verificare la gravità delle reazioni allergiche. Non sorprendentemente, i cuccioli manifestarono prurito, lesioni cutanee e gonfiori.

Aggiornamento 5:

A 12 husky, 12 barboncini e 12 labrador vennero inflitte ferite sul petto per verificare l'influenza della dieta sulla ricrescita del pelo. L'esperimento venne giustificato con questa considerazione: "i cani sono piacevoli da toccare e da guardare. I cani con problemi al mantello non vengono accarezzati quanto gli altri".

18 cuccioli di danese vennero alimentati con due diverse diete; a diciotto mesi di età le ossa delle loro zampe destre anteriore e posteriore vennero esposte e poi sforzate fino a spezzarle. Esperimenti simili furono eseguiti su maiali

Aggiornamento 7:

su 9 persone, solo 2 hanno risposto alla mia domanda....andiamo bene...

10 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    ciao!credo di aver risposto alla tua domanda ....in un'altra domanda!

    i test sui cibi per animali non consistono in una semplice scorpacciata!

    i soggetti studiati subiscono test invasivi,vivono in gabbie piccolissime....e passano tutta la loro vita in un orrendo stabulario

    link: http://www.oltrelaspecie.org/consumocritico-iams.h...

    (è un articolo che descrive la modalità di sperimentazione)

    poi www.consumoconsapevole.org

    www.infolav.org

  • 1 decennio fa

    Se amate tanto i vostri animali non dategli più porcherie industriali, fategli da mangiare voi.

  • 1 decennio fa

    il fatto è che nell'immaginario comune testare il cibo sgli animali vuol dire mettergli una ciotola davanti e vedere se gli piace... MAGARI! purtroppo, questi animali sono tenuti in condizioni pietose, in gabbie minuscole, trattati malissimo e privati di ogni contatto anche tra simili...

    per "cibo testato su animali" si intende, oltre a questo, anche che iniettano negli animali un principio chimico, ad esempio per rendere più lucente il pelo, e dopo tante iniezioni consecutive vedono se muore o meno, se si ammala... se l'animale non muore, aggiungono quel principio al cibo. ma resta il fatto che non è un ingrediente naturale, è roba chimica che agli animali fa male comunque, anche se gli effetti non sono evidenti!!! fa nascere tumori e varie patologie, a seconda di come il corpo dell'animale reagisce al principio chimico...

    se vuoi boicottare tutto questo, e consiglio vivamente di farlo, puoi ad esempio prendere le marche meno costose, che non sono scadenti, ma semplicemente non hanno abbastanza fondi da permettersi uno studio di ricerca sugli animali e quindi non cambiano gli ingredienti, rimanendo su quelli standard e naturali. così non corri il rischio di dare al tuo cucciolo del cibo nocivo... :-)

    ---

    questo è un elenco delle marche che FANNO test sugli animali... come vedi, c'è anche la Hill's...

    http://home.netcom.com/~axleplus/stuff/hotstuff/co...

    ---

    @ace: non esagerare, non è giusto quello che dici. uno che tiene al proprio cane gli prepara il cibo con le proprie mani, non gli compra le crocchette pronte e piene di roba chimica,ma considera anche il fattore tempo, che non tutti hanno. poi degli animali ce ne siamo sempre serviti nella storia, il cane ci ha INSEGNATO a cacciare, e credimi, senza di lui la tua bella bistecchina non l'avresti mai vista. che c'è, sfruttare gli animali è giusto e invece il rapporto uomo-cane no? mi sembra un'idiozia. personalmente sono una di quella vegetariane che non punta a cambiare il mondo, preferisco fare quello che posso realmente, quindi l'utopia degli animali liberi e felici e degli uomini tutti vegani tenetevela stretta e non generalizzate.

    faccio quello che posso, e non mangiando carne evito l'uccisione di un sacco di animali perchè io POSSO permettermelo. il cane no. e basta polemizzare, almeno noi facciamo qualcosa di vero e utile, meglio che stare seduti a criticare la mancanza di coerenza degli altri!

  • 1 decennio fa

    Ciò dimostra come sia assurdo che molti vegani abbiano cani in casa:

    contribuiscono sia al massacro degli animali da macello e sia allo sfruttamento degli animali come cavie!

    bravi... complimenti per l'etica.

    mettere un pollice in giù è più facile che fornire una buona argomentazione, eh?

    @ Tila: i cani ci hanno insegnato a cacciare??? loro costruivano lance, pugnali, archi e frecce? oppure i cani andavano a caccia di bufali e vacche?

    Non lo sapevo.

    Sai anche io faccio qualcosa di vero e utile (meglio che stare seduti a criticare l'alimentazione altrui), io non allevo cani così non aumento il consumo di carne nel mondo.

    Va bene?

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 anni fa

    Che schifo d'uomo.. Se quella me l. a. chiama arte!! io l. a. chiamerei stupidità, sua e di tutti quei gran pezzi di sterco ke nn hanno fatto nulla according to poter aiutare quella povera bestiolina!!

  • 1 decennio fa

    E allora faglielo tu il cibo.

  • No,lo testano su esseri umani del Katanga,tranquilla.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    @ace ventura:io l'ho sempre detto...io non ho un cane..il cane ha me...sta fuori al cortile esce alle 8 AM per il quartiere torna quando vuole mangia pasta e carne avanzata dai miei...fa tutto ciò che vuole liberamente..non lo considero come un'animale da compagnia,non passo tanto tempo a coccolarlo o a giocarci tranne se lo vuole e me lo fa capire saltandomi addosso o mordendomi le scarpe..no in effetti un antispecista vegano che si rispetti non dovrebbe avere cani o gatti di norma se non fosse per salvarli dal canile o dalla strada

  • Beh, se si va oltre le crocchette chappi per cani di tutte le taglie e tutte le età c'è un mondo dietro.

    Cibi indicati per una specifica razza, per una specifica taglia, per una specifica età, cibi che servono per riequilibrare alcuni valori ematici, per rendere il pelo più lucente, le crocchette antitartaro, quelle più gustose e via discorrendo.

    Tutte queste tipologie di cibi vengono puntualmente testate sugli animali per conferamere che abbiano gli effetti che riportano in etichetta e contemporaneamente che non siano dannosi all'animale che li assume.

    Ben vengano i cibi testati, rappresentano una sicurezza in più per i nostri amici a quattro zampe.

    Fonte/i: °w°
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.