promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoEsercito · 1 decennio fa

Iter di addestramento di un allievo ufficiale pilota di complemento della MM?

Qualcuno mi sa spiegare come si svolge l'addestramento di un allievo ufficiale pilota di complemento della MM?ma soprattutto i luoghi in cui il suddetto addestramento si svolge!

Grazie!

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il lungo iter per diventare un pilota o comunque un membro dell’equipaggio comincia con un bando di concorso interno che ogni anno viene pubblicato dallo Stato Maggiore Marina ed è aperto tanto agli ufficiali dei Ruoli Normali (provenienti dall’Accademia), che a quelli a Ferma Prefissata e a i Marescialli dei Corsi Normali. A questo punto chi partecipa al concorso inizia una lunga selezione che si sviluppa avendo sempre davanti dei parametri ben precisi. La conoscenza della lingua inglese. Il superamento di prove fisiche ben determinate. La piena idoneità psicofisica al volo, che viene conseguita dopo un’accurata visita medica presso gli Istituti di Medicina Legale dell’Aeronautica Militare di Roma e Milano. Alla fine di questo primo screening vengono selezionati dai 20 ai 25 allievi, i quali vengono poi ricondotti in Accademia per un corso di preparazione della durata di circa tre mesi. Questo momento è molto importante aldilà della teoria che si può apprendere. Infatti nel conoscere le prime nozioni aeronautiche, migliorare la condizione fisica e la conoscenza della lingua inglese si cominciano a porre le basi sulla scelta successiva dell’allievo. Quelli che infatti hanno mostrato un maggiore acclimatamento con l’inglese ed una buona performance fisica, saranno inviati negli Stati Uniti per frequentare le medesime scuole di volo degli allievi piloti della U.S. Navy, mentre tutti gli altri continueranno a percorrere la lunga strada per il raggiungimento delle tanto agognate ali nelle scuole volo dell’Aeronautica Militare. Il riferimento che abbiamo fatto alla condizione fisica non è fuori luogo, anzi appena arrivati negli States tutti gli allievi italiani devono obbligatoriamente superare una prova di sopravvivenza sulla terra ferma ed in mare sulla Naval Air Station di Pensacola, tra cui il famoso miglio di corsa e la vasca olimpionica entro un tempo ben prestabilito e se non si riesce a superare l’esame si torna senza appello di alcun genere in Patria. Superate queste prove i nostri allievi si spostano sulla NAS Whiting Field dove seguono, per un totale di 6 mesi, il corso cosiddetto Primary sul T-34C Turbomentor, dovendo fare i conti con tutte le particolari procedure in uso oltreoceano, compreso il particolare slang aeronautico. Completata questa fase (che ricordiamo è comune a tutti), gli allievi destinati alla linea Harrier si staccano e si trasferiscono sulla NAS Meridian dove proseguono il loro cammino su aviogetti (un tempo i T-2 Buckeye ed i TA-4 Skyhawk ed oggi esclusivamente sui T-45 Goshawk) che prevede anche attività di decollo ed appontaggio da portaerei e successivamente, prima di tornare in Italia al GRUPAER, con un reparto dei Marines per la conversione sull’Harrier. Tutti gli altri passano invece alla fase successiva definita Intermediate della durata di quattro settimane e che possiamo qualificare come un perfezionamento della precedente Primary. Completata anche quest'attività, tutti si spostano sulla NAS Corpus Christi, dove, in un periodo variabile dai 5 ai 6 mesi, si guadagnano le agognate Wings of Gold statunitensi sul Beech T-44, il classico bimotore che la U.S. Navy impiega per l'addestramento avanzato ai plurimotori. Prese le ali gli allievi si dividono ulteriormente, con quelli destinati alla linea Atlantic che rientrano in Italia per il passaggio sul grosso bimotore antisom, mentre invece quelli destinati all'ala rotante tornano nuovamente a Whiting Field dove trascorrono ancora altri sei mesi a fare la conoscenza con le nuove macchine. Qui viene ripercorso il medesimo iter già affrontato sul Turbomentor e si parte quindi di nuovo dalle manovre basiche per acquisire la capacità di condurre un elicottero (nel nostro caso il TH-57), per poi passare a missioni di difficoltà sempre crescente, apprendendo le tecniche di navigazione e di volo strumentale. Tutta l’attività si svolge tanto sulla terra ferma che sul mare, dove i nostri allievi acquisiscono anche le tecniche di appontaggio e l’ABC molto basico delle tattiche operative tanto per le missioni ASW che S.A.R.. Degna di nota la condizione dei piloti italiani, che a dispetto di tutti gli altri allievi (americani, tedeschi e di altri paesi occidentali) che dopo il primary sono passati direttamente agli elicotteri e quindi non hanno ancora le ali, dicevamo i piloti italiani sono gli unici che hanno già raggiunto l'obiettivo del brevetto di pilota militare, prima ancora di passare all’ala rotante. Finita la parte americana (dal momento dell’arrivo sul suolo statunitense sono passati dai 18 ai 24 mesi) i nostri neopiloti ritornano in Italia e si congiungono con i loro colleghi che hanno fatto le scuole nel nostro paese presso i reparti dell'Aeronautica Militare, passando attraverso la selezione sul Siai SF-260 a Latina, il raggiungimento del BPM (Brevetto Pilota Militare) a Lecce ed infine, per chi è destinato agli elicotteri, l'ulteriore step del passaggio a Frosinone presso la Scuola Volo elicotteri (per gli araldici 72° Stormo)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Don
    Lv 4
    3 anni fa

    Impara ad addestrare il tuo cane divertendoti http://CorsoAddestramentoCani.latis.info/?cb11

    Giocare con il vostro nuovo cucciolo è divertente ed emozionante, ma costituisce anche il cuore del suo primo addestramento. Giocare vi aiuterà a stabilire rapidamente con lui un legame forte e duraturo. E anche la salute ne trarrà beneficio

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    Ci sono diversi corsi di addestramento per cani online ma solo alcuni sono validi...io ne ho cercati un po e alla fine ho seguito questo che mi sembrava il migliore http://amorecanino.info

    Ne sono rimasto molto soddisfatto e mi sento di raccomandarlo a tutti!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.