Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

Voi cosa ne pensate di questo?

Salve a tutti!! Volevo un sapere di cosa ne pensate di questa "riflessione" scritta qui sotto??

La tempesta si potrebbe definire semplicemente simile all’amore.

Si perché un giorno sei tranquillo a spasso per i fatti tuoi e all’improvviso arriva una tempesta, lampi, tuoni,pioggia,e torni a casa, l’unico pensiero è quello di dover chiudere le finestre per far sì che l’acqua non entri in casa, o semplicemente levare i panni dallo stendi panni per evitare che si bagnino di nuovo tutti,questo sono le preoccupazioni di una persona adulta, che questa tempesta gli ha stravolto la giornata perché magari non potrà portare a spasso il cane, o semplicemente non potrà andare a fare la passeggiata del giorno, però per un bambino la tempesta può significare varie emozioni, può correre tra le pozzanghere del giardino ridendo divertito dalla pioggia che cade sul suo piccolissimo corpo, e lo diverte perché loro non hanno pensieri per la testa oltre che correre e divertirsi, questo è paragonabile benissimo all’amore perché se ci pensate, all’inizio l’amore è così una sorta di gioco, è un momento dove le persone inizialmente imparano a conoscersi, così come il bambino e la tempesta.

Ma ogni bambino sicuramente dopo questi divertimenti corre in casa letteralmente spaventato perché ha sentito urlare dal cielo un rumore lancinante che ti colpisce dentro al cuore, e ha visto quelle strane cose nel cielo illuminarsi che non aveva mai visto prima, e così si rifugia in un luogo sicuro, dove può stare tranquillo, e come ho detto anche questo assomiglia all’amore perché una persona dopo la conoscenza ha paura, ha paura della persona che ha davanti, ha paura che quella persona da un momento all’altro inizi a cambiare aspetto, da divertente potrebbe rivelarsi cattivo, per questo le persone si rifugiano dentro se stessi per cercare di proteggersi dal quel dolore che potrebbe spuntare dentro di noi, dopo tutto questo le persone dopo essersi rifugiate hanno il coraggio di uscire allo scoperto e incontrarsi di nuovo con quella persona tanto misteriosa, così come la tempesta, perché il solito bambino andando avanti col tempo cercherà di uscire in giardino scontrando la tempesta.

Però questa cosa succede solo nei bambini, perché loro sono totalmente puri , e l’amore si può paragonare hai bambini con la tempesta e quello che provano vivendola, non agli adulti che provano con la tempesta, perché loro non sono puri, pensano solamente ai fatti loro, infatti si possono solo innamorare le persone pure come i bambini, con la tempesta.

Cioè vi piace?? Vi sembra scritta bene?? Non preoccupatevi di dire quello che pensate!

Scusate so ho sbagliato categoria (:

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    oltre ad essere molto sgrammaticata(l'hai riletta dopo averla scritta? sai la differenza tra ai e hai?)e piena di ripetizioni la trovo TREMENDAMENTE noiosa! Insomma, secondo me è da buttare.

    Senza offesa eh...

  • 4 anni fa

    l. a. chiesa? un organo parassitario in un paese estero (il vaticano) a cui interessano solo i soldi e che fa di tutto in line with propagarsi e tenersi a galla nel mare di escrementi, tra cui anche quelli generati da sè stessa.

  • Minny
    Lv 6
    1 decennio fa

    Scusami , ma mi pare un po' troppo lunga e ripetitiva.. Bisogna imparare ad essere più stringati, altrimenti l' attenzione del lettore cade.

    Auguri, vedrai che riuscirai a diventare sempre più brava.

  • 1 decennio fa

    A me, invece, è piaciuto il fatto che tu abbia ripetuto tante volte la parola tempesta. Era come se volessi rafforzare il concetto.

    Però è totalmente sgrammaticata.

    In quanto al concetto.. non so. C'è questa visione o nero o bianco estremamente infantile, ma poco veritiera. Non è che gli adulti sono così e i bambini colì.. non ci sono alcune sfumature che secondo me dovrebbero caratterizzare pensieri e riflessioni simili. E poi il fatto che il bambino si rifugi dalla tempesta.. non lo so. Noi di solito ci chiudiamo in noi stessi quando veniamo feriti, ci viene fatto male, non prima che ciò avvenga; ma il bimbo in questione non è stato ferito. Non ha visto le brutalità che la tempesta porta con se. Il freddo che si prova quando si è bagnato non è paragonabile a ciò che si sente quando si viene feriti, più che freddo è vuoto quello che si percepisce. Ciò a meno che il bambino in questione non si sia spentato dalla grandezza della tempesta -amore-, questo è possibile, sì..

    Anche la frase "perché il solito bambino andando avanti col tempo cercherà di uscire in giardino scontrando la tempesta", non mi sembra adattissima. Il solito bambino? Dopo l'amore una persona resta sconvolta, muta, matura, cambia.. Non può rimanere il SOLITO bambino!

    Originale il paragone.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 4
    1 decennio fa

    Il paragone mi piace assai.

    La riflessione sul temporale paragonato prima ad un adulto e poi ad un bambino è molto bella :)

  • 1 decennio fa

    non è male. è interessante da leggere, l unica cosa e te la dice una che scrive molto.. ripeti spesso molte cose o parole tipo tempesta . te la rileggi e ti correggi quei punti, niente più. brava comunque!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.