Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeChimica · 1 decennio fa

E' possibile separare l'azoto dall'ossigeno (quindi separare l'aria) solo con il raffreddamento visto che?

hanno temperature di condensazione diverse?

Aggiornamento:

Ciao Lyla.Credo che la distillazione frazionata prima raffredda l'aria e poi dopo la separa riscaldandola sfruttando la differenza di tempertura di ebollizione.Invece vorrei sapere perchè non basta solo raffreddare...

Aggiornamento 2:

Si Zeta quella è la risposta che cercavo.Però puoi rispiegarmelo in modo diverso?Grazie.

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Si in effetti la tempratura di ebollizione diversa di circa 13 gradi consentirebbe di attuare un semplice raffreddamento isoentalpico in modo tale da separare in continuo l aria liquida in modo da frazionarla. questo è pero' impossibile praticamente e cerco di spiegartelo, credo sia questo quello che vuoi sapere.

    dato che tu stai distillando in una colonna di rettifica una parte del componente piu volatile N2 deve rifluire nella miscela O2N2 e quindi condensare,l' azoto che è il piu volatile deve condensarsi. ma il fatto che è piu volatile obbliga ad usare per il raffreddamento un liquido piu freddo dell azoto con temperatura di ebollizione inferiore. l unico con data caratteristica è l idrogeno ma usarlo in quel modo è economicamente sconveniente per mille ragioni.

    quindi si è ovviato utilizzando lo stesso azoto sottoraffreddato mediante compressione ed espansione. oppure si sfrutta l evaporazione dell'ossigeno a P ambiente pero' sull azoto ancora compresso.

    Ecco anche perchè le colonne di frazionamento dell'aria sono doppie cioe' una inbasso è a pressione alta nella quale si distilla la miscela e nella quale ricade il riflusso, una in alto è a bassa pressione alla ci base si estrae ossigeno e alla cui testa si estrae azoto. entrambi al 99-98 percento di purezza.

    se hai problemi posso rispiegartelo!

    Fonte/i: chimica industriale
  • 1 decennio fa

    Quanto detto sopra è possibile, però tieni conto che è diffficile gestire con precisione le basse temperature, infatti in genere per comodità si lavora a T dell'azoto liquido ed è difficile avere una cella a mettiamo 30 gradi + dell'azoto liquido perhcè già nn puoi usar el'azoto liquido... devi giocare con la pressione e altri parametri! per questa ragione credo sia molto difficile e si preferisca l'ebollizione.

    Seconda cosa, sperimentalmente quasi fattibile, se liquiefi l'aria hai sia azoto che ossigeno liquidi, potresti separarli utilizzando un fortissimo magnete

    che "attira l'ossigeno!

    io in labo ho provato e quache gocciolina reta attaccata, diciamo che x avere o2 liquido poi si dovrebb efaticare molto di +!

  • Lyla
    Lv 6
    1 decennio fa

    Certo. Il processo è chiamato distillazione frazionata.

    Ok, scusa, avevo letto male la domanda.

    In linea di principio si può fare. Il problema molto probabilmente è l'attrezzatura. La distillazione è molto semplice da effettuare se ben ci pensi. Il "raffreddamento frazionato" (permettemi lo pseudo neologismo) non so quanto sia semplice da fare, specie perchè dovresti considerare apparecchiature speciali. Inoltre considera che nella distillazione frazionata sei anche ad elevata pressione, magari le coppie P,T che determinano la liquefazione non consentono una buona riuscita. Bisognerebbe vedere i diagrammi di stato per avere un' idea migliore. Ti metto la stellina, così se c'è qualcuno che ti sa rispondere meglio vedrà la domanda.

    Girellando a giro per internet ho visto che è possibile farlo senza problemi. Forse quello che cambia sono le rese.

  • ofrà
    Lv 7
    1 decennio fa

    leggi questo link

    http://www.linde-gas.it/international/web/lg/it/li...

    per quanto riguarda temperatura e pressione vi sono questi altri due link che ti tolgono i dubbi

    http://it.wikipedia.org/wiki/Temperatura_critica

    http://it.wikipedia.org/wiki/Pressione_critica

    ho verificato quanto descritto in tutti e tre i link ed é tutto corretto

    -

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.