Perchè domande serie hanno risposte idiote?

Domande circa i metodi usati nel costruire antiche megalitiche opere hanno risposte a dir poco da far sorridere i polli.

Perchè una parte degli scienziati,a volte menti brillanti ed accreditate sono in pieno dissenso con le teorie consolidate e vengono screditati metodicamente?

Perchè tanti,troppi segreti del passato sembra siano esclusivo dominio dei militari che chiamare scienziati è un eufemismo?

Aggiornamento:

ed allora gennaro mandiamo uno di quelli che pensa che le risposte siano giuste a tagliare un masso di granito di 20 tonnellate con uno scalpello di bronzo e....poi se te la senti, aiutalo ad innalzarlo di un centinaio di metri spingendolo!

Aggiornamento 2:

Ma chi formula teorie senza capo ne coda ha mai provato non dico a costruire un opera megalitica senza strumenti, che so, un pollaio o la cuccia del cane?Forse qualche dubbio gli verrebbe...

Aggiornamento 3:

P@squale,Mi risulta difficile credere a ciò che dici e che in realtà non è altro che quello che affermano molti "scenziati".Io sposto e muovo tonnellate,so cosa sono 30-40 ton,e ti posso assicurare che senza strumenti non ci sono ne mille o duemila uomini che possano spostarle,e le risposte debbono per forza essere diverse dalle idiozie formulate a teoria!

Aggiornamento 4:

Quindi seguendo il tuo "Plei@diano"ragionamento....questo sito è esclusivo dominio del populismo e della massificazione della pseudo informazione,valvola di sfogo a frustrazioni varie e palcoscenico dell'idiozia e dell'ignoranza elevata a virtù?Andiamo bene allora!!

Aggiornamento 5:

Cònsoleeee,la lastra di granito che copre la sala dei re nella piramide di cheope pesa 400 tonnellate!non c'è spazio,superficie per applicare tanta forza umana per portarla dov'è!

Aggiornamento 6:

Parto da dati Oggettivi:Lo sforzo continuato di un umano non supera i 15 kg,è inconcepibile anche con l'apporto di leve che con la sola forza umana si possano elevare pesi come quelli che sono stati elevati ed a simili altezze,una grù da 400 ton (in Italia si contano sulle dita di due mani)usa cavi di acciaio ad alta resistenza,anche accettando la remota possibilità che un argano,ed io so cos'è un argano e le sue possibilità,abbia compiuto tale lavoro mi chiedo con quali cavi,quale fibra avrebbero usato per sollevare 400 ton e più?

Aggiornamento 7:

...e mi son guardato bene di andare a toccare argomenti come precessione terrestre e conoscenze astronomiche impossibili da comprendere senza strumenti adeguati...

12 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Corto... se non ti offendi, ti rispondo questa sera, perchè adesso sono in pausa e devo scappare al lavoro.

    Comunque ti anticipo che strumenti ne avevano, gli antichi, eccome?

    E non erano per niente scemi, come taluni vogliono farci credere.

    Intanto, del granito veniva prima separato il blocco per mezzo di cunei bagnati e poi squadrato per mezzo di un emulsione fatta di sabbia quarzifera e acqua, la lama di rame serviva solo a farla scorrere nel taglio.

    Mai sentito parlare dell'argano spagnolo?

    Un attrezzo che anche un preistorico aveva i mezzi per costruire e che si basa su un principio semplice come l'acqua calda...

    Certamente ci sono anche teorie più azzardate, che si sono dimostrate possibili, ma è anche più difficile trovarne dei riscontri e per questo non sono le più accreditate.

    Come quella del trascinamento per mezzo di grandi vele di lino: chi l'ha avanzata l'ha anche dimostrato sperimentalmente, non ha ragliato al vento.

    Impossibile no, forse poco probabile...

    Per quel che riguarda i segreti, ti do ragione sul fatto che molte delle conoscenze degli antichi sembra si siano perse per sempre...o forse così vogliono farci credere.

    Come abbia fatto Traiano a costruire un ponte sul Danubio in meno di due giorni, ad esempio, per andare a bastonare il barbaro Decebalo.

    Pare comunque che il Genio Militare di Sua Maestà Elisabetta ci abbia lavorato.

    A stasera e di nuovo scusa.

    Ciao e scusa di nuovo, ma sono dovuto rimanere fuori casa.

    Ti illustrerò altri argomenti sul fatto che le teorie affermate da alcuni studiosi non sono campate in aria, tanto più che alcune , come ti ripeto, sono state confermate sperimentalmente, anche se in scala minore.

    Ma mi pare di capire che la ragione della tua domanda verta anche sul perchè, se davvero esistono delle tecnologie antiche in grado di rendere attuabili con mezzi semplici opere di notevole portata, apparentemente impossibili.

    La risposta è semplice: perchè la loro realizzazione sarebbe troppo alla portata di tutti, quindi meglio evitare che i poveri si rendano conto di avere tra le mani la possibilità di fare sul serio.

    Al contadino non far sapere...ad esempio quale potenza puoi sviluppare, semplicemente torcendo tra loro, due o tre corde di canapa con un bastone di un metro infilato nel mezzo.

    E se le corde sono trenta arrivano a carichi di trazione assurdi.

    Un uomo solo!

    Nello specifico, occore precisare che per trascinare un peso di 25 q.li , quale quello dei blocchi della grande piramide, non occorrevano più 6 - 8 uomini robusti, a patto che il blocco fosse posto su una slitta che a sua volta scorresse su delle specie di rotaie di legno lubrificato con grasso animale, che venivano spostate davanti alla slitta man mano che avanzava.

    Lo stesso lavoro che hanno compiuto delle persone durante l'esperimento, svoltosi in un laboratorio, ma anche nella piana di Giza e cioè nelle medesime condizioni, da persone sane reclutate sul posto, non culturisti.

    Inoltre è stato sperimentato con successo anche il caricamento su nave del blocco, tutte cose fatte ovviamente e rigorosamente con materiale reperibile all'epoca.

    Per blocchi di dimensioni più grandi, venivano unite più navi con un ponte unico, un tipo di allestimento già descritto ed usato spesso in altri contesti dell'antichità.

    Per caricarli si allestiva una capriata, magari multipla con l'argano spagnolo, che a quei tempi non si chiamava cosi, ovviamente, perchè la Spagna non esisteva.

    Il blocco immane veniva tirato sotto all'argano, su di una banchina provvisoria il cui pavimento veniva smantellato per consentire alla barca di posizionarsi sotto.

    Alla grande piramide hanno lavorato non più di 6/8mila uomini, lo si è dedotto dai resti dei baraccamenti.

    Ed erano tutti uomini liberi, non schiavi, per i quali lavorare alla piramide rappresentava un onore, quindi erano anche persone estremamente motivate

    e per giunta ben nutrite, organizzate ed equipaggiate: è tutto scritto nei geroglifici, non sono panzane e quello che non è scritto lo si è dedotto dai ritrovamenti.

    Come se non bastasse, il faraone concedeva loro un giorno di riposo alla settimana, che per gli egizi durava dieci giorni.

    Il personale si avvicendava periodicamente con altro più fresco proveniente dal paese, cioè andava in ferie: quindi doveva anche essere di buon umore.

    In queste condizioni, non c'è ragione di pensare che non vi fosse un clima di massima collaborazione.

    E che siano riusciti a posizionare 1 blocco di quelli "normali" ogni due minuti, come sembra sia stato necessario.

    Il granito poi, rappresentava il fiore all'occhiello di ogni piramide, quindi è logico pensare che abbia ricevuto le attenzioni che meritava, ma il problema era già stato risolto in teoria.

    Perciò non è tanto balzano pensare che, per sistemare i 9 megaliti della camera sepolcrale ci si siano messi tutti insieme di buzzo buono.

    Tutti i blocchi, compresi quelli di granito, sono stati fatti salire con un sistema a doppia rampa incrociata, di cui sono visibili i resti, in cui le due salite si incontravano ad angolo retto esattamente nello spigolo opposto della piramide, quest permetteva di non superare l'inclinazione del 7%, oltre la quale sarebbe stato impossibile far salire i blocchi.

    Nessun sollevamento, quindi ma un trascinamento ulteriormente facilitato anche qui, sicuramente più che altrove, dall'argano spagnolo posizionato questa volta in orizzontale.

    http://torino.cronacacity.com/?p=2287

    http://www.archaeogate.org/sperimentale/article/67...

    Ho dimenticato di dire che gli egizi, infilavano i legni da bagnare dopo aver praticato i relativi fori con dei trapani di rame e la solita sabbia quarzifera bagnata.

    Ci sono tracce evidenti persino nel sarcofago, anch'esso di granito.

    E che la resistenza alla trazione della canapa è superiore a quella dell'acciaio.

  • 1 decennio fa

    Evidentemente l'utenza non e' in grado di offrire altro.

    Answers e' una bella realta', ma la questione punti, incentiva le presenze si, ma a scapito della qualita' delle risposte, perche' rispondere in poche parole ad una domanda costa meno fatica e da lo stesso risultato ( i due punti) di chi dedica un po' di Energia propria per essere completo ed esauriente.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io credo che ci siano organizzazioni che operano nell'ombra.

    per questo gli scienziati sono facilmente screditati, per questo i segreti vari sono in mano all'esercito. mettono tutto a tacere con estrema facilità, cercando di distrarci con molti metodi.

  • ofrà
    Lv 7
    1 decennio fa

    allora io penso:

    le varie risposte "idiote" di cui parli a problemi molto importanti, provengono da attegiamenti narcisisti di molti "PSEUDOscienziati" i quali sfornano "teorie" (bada bene: TEORIE e non certezze) per mettersi in mostra ed ottenere finanziamenti pubblici e privati che servono a pagare il loro stipendio per il loro lavoro da "colletti bianchi" dietro una comoda scrivania perché altrimenti dovrebbero andare a lavorare nelle miniere e allora addio colletti bianchi.

    Molte, sempre "teorie" interessanti vengono affossate dalla lobby degli scienziati, considerati, dalla società, degni di questo nome perché non possono permettere che il loro centro di potere venga scavalcato. Infatti sono molti a ritenere che la scienza si sia accorpata in "chiesa", ovvero é giusto tutto ciò che esce esclusivamente dalle loro teste e dai loro testi sacri (i libri che essi stessi producono e mai verificati nella loro correttezza da enti indipendenti)

    -

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    c'è anche da notare che domande idiote come la tua ricevono risposte serie XD (scherzo!)

    Sono della stessa opinione di pleiadiana! pollice in su =)

    Per quanto riguarda le opere megalitiche, spesso confondiamo l'arretratezza tecnologica con la stupidità.

    I nostri antenati non avevano nulla di meno di noi, a parte ruspe e gru. L'uomo si è sempre inventato le cose più geniali per risolvere i propri problemi. Non so come gli egizi abbiano fatto le piramidi o i sardi abbiano fatto i nuraghe, ma di sicuro, avendo a disposizione grandi quantità di persone e tanto tempo, sono riusciti a fare questo e altro ancora.

    Per esempio, gli obelischi egizi, sono scolpiti da blocchi di roccia UNICI.

    Per svellerli dalla roccia madre non si sono certo messi con punta e mazzetta; avevano un metodo a dir poco geniale.

    La roccia di cui sono fatti viene dal basso egitto, vicino al nilo.

    Facevano dei fori nella roccia, in vari punti, quindi li riempivano di legno, quando il nilo esondava, il legno si gonfiava e spaccava la roccia. A quel punto potevano caricare il blocco sulle zattere e portarlo fino al luogo in cui sarebbe stato eretto.

    Guarda, ammetto che non riesco neppure a immaginarmi quante siano 400 tonnellate, ma qual'è la teoria al riguardo, se non sono stai gli egizi a portarla li?

    GLi alieni? Perché mai una razza evoluta si sarebbe messa a fare costruzioni di pietra per i nostri antenati, questo proprio non lo capisco...Io seguo la mia logica, e, per quanto assurda, penso sia meno assurdo pensare che siano riusciti a trascinare una montagna di granito con attrezzi rudimentali e frustate, piuttosto che essersi fatti aiutare da qualcuno che poi non ha lasciato traccia e non si da più la briga di tornare sulla terra...

    Comunque la discussione si fa interessante (stella), e aspetto con interesse l'opinione completa di claudio, dopo il lavoro.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Cercano di dare risposte plausibili, il fatto è che è molto difficile indovinare, parliamo di opere costruite migliaia di anni fa e con il tempo le tecnologie son state dimenticate. Come facessero gli Egizi a costruire le piramidi o gli Incas a edificare muri a secco tra le cui pietre testimoniano i conquistadores "non passa la lama di un coltello" senza conoscere la metallurgia (se non aurifera) è un mistero e probabilmente resterà tale

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io mi astengo dallo screditare qualsiasi teoria che non sia palesemente infondata.

    per quanto riguarda i metodi di costruzione di opere imponenti: io non sono un ingegnere, ma di certo non sottovaluto le conoscenze di fisica dei popoli antichi!

    Il concetto di leva è antichissimo, e sono convinto che se già eratostene con un bastone e il concetto di parallasse ha calcolato precisamente la circonferenza terrestre (ebbene si, gli antichi sapevano che era sferica), se gli egizi sapevano fare interventi chirurgici al cervello, se i greci avevano già compreso la forza motrice del vapore(*), allora non è improbabile che anche in assenza d macchine si fosse in grado di costruire le meraviglie del mondo.

    Il solare a concentrazione di rubbia: ti ricordi degli specchi ustori? ed eravamo nel V secolo avanti cristo.

    Con questo non voglio escludere nessuna teoria, ma in sostanza voglio solo dire che è limitativo e storicamente provinciale pensare che siamo in grado di compiere grandi imprese da pochi secoli.

    Fonte/i: (*) beato concetto della scienza: la scoperta fu usata solo per aprire le porte di un tempio in quanto si considerava sconveniente che uno scenzito mischiasse teoria e pratica. per quanto riguarda il ponte sul danubio: mio nonno ha sempre detto che ciò che non fecero i romani non può essere fatto. Non c'è bisogno di studiare la meccanica quantistica per fare un ponte. cito apocalypse now: sulla luna no ci arrivi con le frazioni. o forse pensi di atterrare su 2/3?
  • Anonimo
    4 anni fa

    hai proprio ragione!ormai le domande di quel tipo hanno anche stufato,visto che sono fatte tutte alla càzzo,tanto in line with scrivere qualcosa e ricere una marea di risposte.e invece le domande serie,fatte da persone che scrivono qualcosa di vero,in line with un problema o consiglio reale ricevono solo due e tre risposte

  • shira
    Lv 4
    1 decennio fa

    perchè non le prendono sul serio...in quanto non sanno da che parte iniziare..sono come dire.".'gnuranteli"...(traduz. :ignoranti)oppure sono scemi..fai tu..certo che se tu pretendi su answer di trovare dei filosofi..devi avere la lanternina..

  • 1 decennio fa

    tutte le cose possono essere usate o bene o male, e yahoo answer, da molti utenti viene usato male, danno solo risposte assurde, o domande senza senso, così per divertirsi... dovrebbero essere cancellati, answer è un buon strumento ma va usato bene!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.