Anonimo
Anonimo ha chiesto in Gravidanza e genitoriNeonati e bambini · 1 decennio fa

qualcuno di voi mi spiega meglio la celiachia?

gia su google ci sono andata voi avete bimbi con questa situazione cosa mangiano

Aggiornamento:

si puo curare

7 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente in avena, frumento, farro, kamut, orzo, segale, spelta e triticale.

    L’incidenza di questa intolleranza in Italia è stimata in un soggetto ogni 100/150 persone. I celiaci potenzialmente sarebbero quindi 400 mila, ma ne sono stati diagnosticati intorno ai 85 mila. Ogni anno vengono effettuate cinque mila nuove diagnosi ed ogni anno nascono 2.800 nuovi celiaci, con un incremento annuo di circa il 10%.

    Per curare la celiachia, attualmente, occorre escludere dalla dieta alcuni degli alimenti più comuni, quali pane, pasta, biscotti e pizza, ma anche eliminare le più piccole tracce di farina da ogni piatto. Questo implica un forte impegno di educazione alimentare. Infatti l’assunzione di glutine, anche in piccole dosi, può causare danni.

    La dieta senza glutine, condotta con rigore, è l’unica terapia che garantisce al celiaco un perfetto stato di salute.

    La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica contenuta in avena, orzo, segale, grano, farro, kamut, spelta (il grano vestito) e triticale (ibrido artificiale tra segale e frumento). In Italia un soggetto ogni cento, centocinquanta persone è affetto da questa intolleranza alimentare. Ogni anno vengono effettuate cinque mila nuove diagnosi ed ogni anno nascono quasi tremila bambini affetti da celiachia, con un incremento annuo del 9%. Non esiste cura per la celiachia. L’unico rimedio è una dieta senza glutine che va seguita rigorosamente e garantisce ai celiaci un normale stato di salute. L’educazione alimentare del celiaco deve quindi essere rigida e disciplinata. Si devono eliminare tutti quegli alimenti che contengono glutine come pane, pasta, biscotti e pizza ma anche tutti quelli che ne contengono tracce perché introdotti durante i processi di lavorazione industriale. Sul sito dell’associazione italiana celiaci è presente un elenco molto esaustivo degli alimenti, suddivisi in quelli permessi, a rischio, vietati (per poter visionare l’elenco clicca qui).

    Gli alimenti permessi sono quelli che i celiaci possono consumare in tutta tranquillità perché naturalmente privi di glutine o comunque appartenenti a categorie non a rischio perché nel processo produttivo non sottoposti a rischio di contaminazione crociata.

    Gli alimenti a rischio sono invece quelli che potrebbero contenere glutine in quantità superiore ai 20 ppm. Per questi alimenti è necessario conoscere gli ingredienti ed i processi di lavorazione per essere tranquilli che non sia presente glutine.

    Gli alimenti contenuti in queste due categorie sono elencati nel Prontuario AIC degli alimenti.

    Gli alimenti vietati, infine, sono quelli che contengono glutine e perciò non idonei ai celiaci.

    Di seguito alcuni consigli:

    Tutti i prodotti di cui non è nota o non si conosce la composizione sono vietati (es. gelati artigianali, cioccolatini ripieni, mortadella, würstel, budini).

    Tendenzialmente i formaggi freschi come la mozzarella sono senza glutine. Attenzione però alla mozzarella di bufalo. In passato sono stati segnalati casi di contraffazioni alimentari e tra le sostanze è stata trovata anche della farina.

    I formaggi stagionati sono generalmente anche essi senza glutine. Il rivestimento esterno invece potrebbe contenerne. Meglio levarlo sempre.

    Sono sempre vietati gli alcolici derivati da cereali: birra, whisky, gin e vodka

    Sono permessi vino, grappa da vino e cognac

    Il caffé non contiene glutine. Alcune miscele di caffé, più economiche, possono contenere orzo o altri cereali

    Il pane di soia è preparato miscelando la farina di soia con farina di frumento, perciò é assolutamente vietato.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    La celiachia è l'allergia a una proteina chiamata gluitine.

    L'intestino crasso non l'assimila ed appiattisce i villi intestinali quindi produce diarrea forte e quindi mancanza di assimilazione dei cibi col rischio serio di denutrizione.

    Si trova nei cereali come grano avena orzo ma non si trova invece nel mais e nel riso che diventano poi gli alimenti carboidratici della persona affetta da questa patologia.

    Non esiste cura ma dieta senza glutine.

    Contrariamente al luogo comune che sia inguaribile la celiachia può scomparire senza un plausibile motivo, il corpo comincia a produrre quegli enzimi necessari per digerire il glutine. Una delle cause può essere l'interruzione dell'allattamento materno a pochissimi mesi dalla nasacita del pupo.

    Fonte/i: Mio figlio ha avuto questa patologia dai pochi mesi di vita fino ai 15 anni, ora ne ha 23 e da 8 anni mangia e digerisce bene ogni cereale.
  • 1 decennio fa

    Ciao sono un ragazzo della valle d'aosta...mia madre e mio zio sono celiaci ed è possibile che lo diventerò anche io infatti ogni2 anni faccio il test.......alcuni dicono che è una cosa genetica ma io nn ne sarei sicuro al 200%......cmq....qui funziona cosi, ogni anno mia madre riceve un Prontuario aggiornato con tte le cose che può mangiare, il resto è veleno, le si corrodono i villi intestinali che sono quelli che assimilano le sostanze all'interno dello stomaco, se quelli le si corrodono lei non assimila e comincia a stare davvero di *****...se non si da peso a questa cosa perche magari i sintomi nn sono proprio quelli dello stare male, questa corrosione puo anche portare a delle complicazioni delle quali nn sto a parlarti..il resto della roba che può mangiare la trova in farmacia...e costa davvero parecchio...cmq tutti i prodotti che i celiaci possono mangiare sono contraffatti da una spiga sbarrata....

    infatti sono proprio tte le cose fatte con la farina che portano a star male la persona!!cmq il riso in bianco, patate, frutta, verdura, possono mangiarli senza problemi...il resto...solo determinate marche....ps:assolutamente no pasta e pane...ciao ciao

  • 1 decennio fa

    La celiachia è un'intolleranza alla gliadina.Quest'ultima è la componente del glutine.

    Possono mangiare:tutti i tipi di carne,formaggi,frutta,grano saraceno,latte e derivati,legumi e verdure,miglio,mais,olio di oliva,di girasole,di mais,pesce,polenta,patate,riso,sesamo,soia,tapioca e uova.

    Non possono mangiare:farro,frumento,kamut,orzo,segale,spelta,biscotti,cioccolata, crackers,crusca,corn flakes al malto,dolci,farina,fette biscottate, focacce,gnocchi di patate,grissini,semolino,pasta,pane,pangrattato, pan carré,pizza,ravioli,tortellini,torte.

    Nella scelta degli alimenti è importante non trascurare alcuni elementi:

    Imparare a guardare le etichette dei prodotti: molto spesso alcuni alimenti permessi nella dieta del celiaco sono prodotti e confezionati con sostanze vietate (quali amido).

    Attenzione ai surgelati: anche se acquistate prodotti surgelati consentiti come ad esempio il pesce, attenzione ad eventuali impanature indicate; ricordate che l'infarinatura è consentita solo con le farine permesse.

    Non acquistare prodotti di cui non se ne conosce l'esatta composizione (dolci artigianali e salsicce).

    Controllare sempre il "Prontuario dei prodotti senza glutine". Il Prontuario è un elenco costantemente aggiornato di prodotti che hanno il via libera nella dieta del celiaco. Realizzato dall'Associazione Italiana Celiachìa è un vero "salvavita" per districarsi nel corposo groviglio degli alimenti contaminati.

    Non acquistare alimenti con l'indicazione generica di "prodotto naturale": specialmente noi donne siamo portate all'acquisto di prodotti che possano essere un toccasana per il nostro corpo e ci indirizziamo spesso in negozi di erboristeria o che comunque vendono principalmente prodotti naturali. E' bene acquistare un prodotto naturale, ma è bene anche sapere che tipo i prodotto stiamo comperando; occhio quindi all'etichetta , è necessario che sia specificato di quali prodotti naturali si tratta.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ciao io ho una cuginetta messa cosi.... La celiachia è un intolleranza al glutine, il glutine è una sostanza lipoproteica che si origina dall'unione, in presenza di acqua, di 2 tipi di proteine: le gliadine e le glutenine presenti principalmente nell'endosperma delle cariossidi dei cereali quali frumento, farro, segale, kamut e orzo. In questo caso chi è intollerante al glutine dv mangiare tutto ciò che è senza glutine, ora cm ora da tutte le parti si trovano le cs senza glutine. L' unica cs noiosa è che le cs senza glutine nn possono stare a contatto con quelle col glutine. E bisogna stare molto molto attenti.... Spero di esserti stata d'aiuto... Ti accendo anche una stellina... Ciauuuu

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ciao carissima

    mia sorella di 29 anni è caliaca..

    è un'intolleranza al glutine..tutto ciò che è fatto con la farino..

    LORO possono mangiare tutto ciò che mangiamo noi SEMPLICEMENTE sono fatti con una farina diversa..di riso!!

    trovi tutto nelle farmacie..oppure proprio mia sorella ha aperto(A MILANO)UN NEGOZIO apposto per i celicaci...

    c'è ne sono davvero pochi...

    io ho assaggiato molte cose di mia sorella e ti posso garantire che sono identici ai nostri.. solo su alcune cose si nota la differenza..perché ovviamente l'impasto è diverso!!

    bacio

  • 1 decennio fa

    Asia bellissimo nome è proprio fine e bello

    lo so che non centra con la domanda!!!!!

    però sei stata fortunataaaa !!!!!!

    anno scelto proprio bene i tuoi genitori!!!!

    è un nome speciale!!!!!

    AUGURI

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.