Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

DIO NON SI E' ANCORA INFURIATO COI PECCATORI,Parte seconda.?

DIO NON SI E' ANCORA INFURIATO COI PECCATORI.

---------------------------------------------------------------

Il giorno dell'ira del Signore non è ancora arrivato, ma si sta avvicinando velocemente. La distruzione di questa terra mediante il fuoco ed il dissolvimento dei cieli, così chiaramentepredetti nella Bibbia, continuano ad avvicinarsi sempre più.Da secoli, Dio avverte l'umanità del fatto che l'intero universo sarà trasformato in un cumulo di macerie. Una potente esplosione cosmica provocherà la disintegrazione dell'intera creazione.Secondo la Bibbia, la fine è inevitabile; è solo questione di tempo. Più specificatamente,essa predice: "Il giorno del Signore verrà come un ladro: in quel giorno i cieli passeranno stridendo, gli elementi infiammati si dissolveranno, la terra e le opere che sono in essa saranno bruciate" (2 Pietro 3:10).

L'umanità è stata avvertita in termini precisi di doversi preparare agli orrori di una natura che si dissolverà, fra guerre terribili ed elementi che cadranno nel caos. Dio predice che andare per le strade a testimoniare ai perduti è una cosa utile l'umanità non fermerà la sua corsa insensata alla nuclearizzazione della terra, ed assicura che il tutto finirà con un'esplosione globale. Ogni voce antinucleare, in questa nazione, sta involontariamente proclamando proprio gli avvertimenti di Dio Onnipotente. In Apocalisse18, si predice che un "giudizio di fuoco" cadrà sulla terra in meno di un'ora. Dio solo è colui che sta ritenendo le forze della distruzione, per dare tempo ad ogni cuore affamato di rispondere alla sua chiamata.Al tempo presente, Dio non sta ancora dando sfogo alla sua ira, perché è troppo impegnato nel portare a termine una missione di misericordia. Quando invita l'umanità ad essere riconciliata con lui, in Dio non c'è alcuna ira. In questo momento, egli sta sollecitando i veri credenti ad invitare tutti quanti ad accettare la sua offerta gratuita di salvezza. Dio ha un intenso desiderio di salvare l'umanità dalla potenza e dagli effetti del peccato. Per adesso,egli parla solo con accenti di tenerezza e partecipazione. I suoi messaggeri stanno diffondendo in ogni luogo abitato questo messaggio di riconciliazione con Dio. Nel cuore di Dio c'è l'ardente desiderio di salvare l'umanità dall'ira a venire.La chiamata accorata di Dio, in questo momento, è una chiamata d'amore. Egli ama talmente l'umanità, che non vuole che anche una sola anima perisca nel peccato. Per ottenere questo obiettivo, Dio non sta risparmiando sforzi: le sue offerte possono essere ascoltate dappertutto, per radio, in televisione, dai pulpiti, agli angoli delle strade.Dovunque, per ventiquattro ore al giorno, il gioioso invito non si ferma mai. Non c'è una sola persona intelligente, nel paese, che non abbia udito il messaggio che Dio è amore e desidera salvare l'umanità in un momento. Davanti a Dio, tutti dovremmo perire, come una farfalla notturna sulla fiamma. Ma Dio non ha nessun piacere nella morte e nella distruzione del malvagio. Non è affatto contento di distruggere un nemico così abietto. Egli preferirebbe piuttosto che tutti gli uomini accettassero la sua offerta di potenza rigenerante.

Un Dio che ha tutto il potere di distruggere gli uomini all'inferno, chiede loro: "Perché volete morire?"

La maestà di Dio non gli permette di provare la sua potenza distruggendo nemici deboli ed

insignificanti. Se hai pensato questo, lo hai frainteso. Egli vuole guadagnarti. Ha mandato il

suo stesso Figlio a morire su una croce, per dimostrare all'umanità che non vuole

condannare nessuno, ma piuttosto salvare e guarire.

Dio vuole salvarti ed aiutarti, ma tu vuoi essere aiutato? Di una cosa puoi essere certo: un

giorno, il tuo corpo senza vita riposerà definitivamente sotto gli occhi di parenti ed amici in

lacrime. Ma quella bara non sarà la fine di tutto. Come chiunque altro sulla terra, stai per

guardare in faccia la morte e gettare l'ultimo sguardo sulla vita. Puoi scacciare quel pensiero

dalla mente, ma questo non cambia le cose. E' un fatto che rimane: sta per venire il giorno

in cui qualcuno coprirà con la terra la stretta dimora dove sarai deposto, ed il custode del

cimitero ricoprirà di verdi zolle le tue spoglie inanimate. Sarai costretto a fare spazio ad una

nuova generazione. Sul sepolcro, cesseranno tutte le vedute, i sensi, l'amore e le risate, le

lacrime e le tentazioni. E che significato avranno avuto tutte queste cose, se avrai rigettato

in faccia a Cristo la sua offerta d'amore? Può qualcuno, in questa vita, essere in grado di

affrontare un'eternità senza speranza?

Considera l'uomo che muore nel suo peccato. La sua anima rovinata risuscita per affrontare

Cristo, il giudice. Potrà la morte purificare automaticamente quell'anima? Potranno i vermi

mangiare la muffa del peccato? Potrà egli apparire improvvisamente, in un corpo eterno,

trasformato, libero da tutte le vecchie catene? Potrà in qualche maniera sorgere, santo e

puro, lasciando il passato alla polvere

Aggiornamento:

Cri No! Per il peccatore, non c'è nessun cambiamento

Andare per le strade a testimoniare ai perduti è una cosa utile

magico, nella morte. Risorgerà nella stessa condizione in cui è morto: uno schiavo. Il

peccatore muore portando con sé tutti i suoi peccati. I segreti che porta con sé nella tomba

sono quelli che saranno rivelati nel giorno del giudizio. L'anima non muore mai, e neanche

il peccato muore. Il peccato muore solo al Calvario.

Perché i peccatori pensano alla morte con tanto compiacimento, come se dovessero

risorgere freschi e rinnovati nell'eternità?

La Bibbia dice che è stabilito che l'uomo debba morire una volta sola, e che dopo questo

viene il giudizio. Che cosa diremo, se questa non è una bugia, ma è la verità? Come potrai,

da morto, affrontare un Salvatore che da vivo hai testardamente rifiutato?

Nella sua parola, Dio descrive chiaramente cosa aspetta quelli che negano e rigettano la sua

chiamata al pentimento. Egli descrive il giorno della resa dei conti

Aggiornamento 2:

conti in maniera terrificante, e

poi supplica amorevolmente l'umanità di scampare alla sua ira. La scena è semplice e

terribile. Il Figlio di Dio apparirà nei cieli, circondato da un potente esercito di angeli,

radunerà intorno a lui tutti i suoi figli e li trasporterà in un'eternità di pienezza e di gioia. I

peccatori, prima quelli che saranno nella tomba, poi quelli che si troveranno ancora in vita

alla sua venuta, saranno tradotti davanti al Grande Trono Bianco del Giudizio di Cristo. I

libri saranno aperti e allora si procederà alla solenne pronuncia della sentenza contro quelli

che invece di accettare la sua offerta di salvezza, si sono pavoneggiati nelle loro iniquità.

Che cosa si può dire di te, se non accetti più la Bibbia come verità? Come puoi negare

categoricamente un libro in cui credono alcune fra le migliori menti del mondo? In esso

credono numerosi scienziati, capi mondiali, filosofi, così come milioni di altri abitanti della

terra. Che ne pensi?

Aggiornamento 3:

E se tutte queste parole della Bibbia fossero effettivamente la verità?

"Poi vidi un grande trono bianco e colui che vi sedeva sopra. La terra e il cielo fuggirono

dalla sua presenza e non ci fu più posto per loro. E vidi i morti, grandi e piccoli, in piedi

davanti al trono. I libri furono aperti, e fu aperto anche un altro libro che è il libro della vita;

e i morti furono giudicati dalle cose scritte nei libri, secondo le loro opere. (...) E se

qualcuno non fu trovato scritto nel libro della vita, fu gettato nello stagno di

fuoco" (Apocalisse 20:11-15).

Tu puoi sfuggire alla furia dell'imminente tempesta. Dio ha provveduto un mezzo attraverso

il quale i figli dell'ira possono diventare figli di pace. Dio sarebbe molto più glorificato dalla

salvezza dei santi che dalla distruzione dei peccatori. Egli vuole trasformare tutti i suoi

nemici in amici. Ecco perché il Padre celeste ama gli omosessuali, i tossicodipendenti, gli

ubriaconi, i giocatori d'azzardo, le prostitute,

Aggiornamento 4:

gli agnostici ed ogni concepibile categoria di

peccatori. Li ama tanto da cercare di adottare ognuno di loro. Sta cercando in tutti i modi di

giustificarli, di togliere via la loro colpa, di scacciare le loro tenebre e rimuovere le loro

catene.

Ma Dio sta esaurendo tutte le risorse per raggiungere questa generazione. L'uomo continua

ostinatamente ad erigere barriere di incredulità. Invece di rispondere ai segni d'amore di

Dio, i peccatori organizzano la loro ribellione e quasi si indignano contro i suoi sforzi per

salvarli. Dio sa che il terrore e la paura non sottometteranno il peccatore, ed ecco perché

egli non forza alcuno all'obbedienza. Devi rispondere con amore al suo amore. Ma Dio ha

già cercato di raggiungere i peccatori, sia con ira che con amore, e nessuno dei due mezzi

sembra essere efficace.

Andare per le strade a testimoniare ai perduti è una cosa utile

Gesù disse: "A chi dunque paragonerò gli uomini di questa generazione? A chi sono simili?

Aggiornamento 5:

Gesù disse: "A chi dunque paragonerò gli uomini di questa generazione? A chi sono simili?

Sono simili a bambini seduti in piazza, che gridano gli uni agli altri: Vi abbiamo sonato il

flauto e non avete ballato; abbiamo cantato dei lamenti e non avete pianto" (Luca 7:31-32).

Qui, Cristo rivela i due metodi che Dio ha usato per raggiungere l'umanità. I piagnoni ed i

danzatori. Giovanni Battista era il piagnone. Egli tuonò l'ira di Dio contro i peccatori che

chiamò vipere. Attaccò adulteri, fornicatori, ipocriti, esortandoli senza misericordia ad un

cambiamento nel loro stile di vita.

Gesù venne sulla scena con un messaggio differente. Il suo era un messaggio d'amore.

Chiamava amici i peccatori. Era gentile, amorevole, compassionevole, e si associava ai

sofferenti. Nessun legalismo, nessuna durezza, tutto era amore e gioia.

Aggiornamento 6:

Ma le masse non vollero rispondere né ai pianti, né alle danze. Gesù sta dicendo: "Avete

detto che eravate respinti dalla predicazione dura, da giudizio universale. Piuttosto che di

giudizio e di condanna, volevate sentir parlare di amore e di compassione. Bene, vi sono

venuto incontro con questi modi amorevoli e gentili, e voi continuate a non rispondere.

Cosa resta? Cosa può fare Dio, di più?"

Un vecchio peccatore di questa nazione ha sentito tanto di quel vangelo, da essere

sufficiente a salvare la Cina intera! Dio abbia pietà del peccatore americano che dovrà

affrontare il giorno del giudizio! Meglio vivere in paesi privi del vangelo, come l'Africa o la

Russia, che vivere in una società satura di esso e morire come uno che ha rigettato Cristo.

Sarà fra poco che Dio deciderà di "scuotere la polvere di questa generazione incredula dai

suoi piedi"? Questo è ciò che egli ordinò ai suoi discepoli, se le loro città e la loro gente

avessero rigettato il messaggio dell'amore di

Aggiornamento 7:

DIO

-----------------------------------------------------

FINE--

CREDO CI SIA TANTO SU CUI RIFLETTERE,

ALMENO PENSO,

OGNUNO TRAGGA DA SE LE SUE CONCLUSIONI,

ED EVITI RISPOSTE SCIOCCHE COME QUALCUNA CHE HO GIA' POTUTO VEDERE

SENZA FARE NOMI.

CHE CREDO LASCINO IL TEMPO CHE TROVANO,

E DIMOSTRANIO COME SEMPRE DA PARTE DI QUALCUNOI LA SUA LIMITATA INTELLIGENZA,SENZA CHE SI DOMANDI NEMMENO,

FORSE E' IL CASO DI RIFLETTERCI UN PO SU SUL SERIO.

Cmq saluti a tutti

Leonida.

9 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    e dopo essermi sorbito parte prima e seconda...

    A parte che ciò che profetizzi non accadrà mai, ma anche se accadesse ho solo due coniderazioni:

    1) dio vorrebbe spargere sulla terra quel veleno che chiama "amore" per renderci tutti più deboli e incapaci di difenderci

    2) una volta assicurata la sua superiorità arriveranno i suoi emissari e faranno piazza pulita di quello che resta...

    ... non è forse una scelta migliore combatterlo?

    Vuole sterminarci? Questo dalle mie parti significa "guerra", e Guerra sia allora!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non so se si sia infuriato contro i peccatori,ma certamente cercando di leggere la tua domanda si sara' fatto due palle cosi'!!!!

  • 1 decennio fa

    Cit"SENZA CHE SI DOMANDI NEMMENO,

    FORSE E' IL CASO DI RIFLETTERCI UN PO SU SUL SERIO."

    A parte che il tutto maiuscolo è quanto di più contrario alla netiquette, francamente copypastare testi non mi sembra porsi delle domande, almeno, se il tuo scopo era quello di far riflettere direi che hai sbagliato la maniera di porti.

    Cit"Cosa resta? Cosa può fare Dio, di più?"

    Vivere e lasciar vivere per dirne una? Non giudicare? Ammesso che esista farsi vedere così da togliere gli scetticismi?

    Dovresti riflettere di più su quello che scrivi, perchè quello che hai scritto è un argomentazione valida tanto quanto dire "Banana, fragola, limone, arcobaleno, zabajone".

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Arrivato al 2° rigo sono caduto a terra in preda a convulsioni e spasmi intestinali,,,

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • DIO ha già visto quello che noi ancora non abbiamo vissuto

    forse tu sei "rispetto a qualcun altro" piu sensibile alla sottile voce "TUONANTE" di DIO

    ma ognuno deve compiere il cammino della propria vita

    ateo, credente, gnostico,

    l' uomo deve percorrere la lunga strada che DIO gli ha posto davanti

    sono già 2000 e passa anni che camminiamo

    siamo sempre più vicini alla meta

    MARANATHA

    ciao

    pace

  • Anonimo
    1 decennio fa

    che palle... questa domanda sarebbe da bannare,,

  • Anonimo
    1 decennio fa

    @ italiano: se fosse come dici tu,Dio che perdonerà tutto e tutti,che senso avrebbe? non dare retta a chi dice una cosa del genere.anche se fosse la chiesa stessa.dai conto a ciò che dice la parola di Dio pura e non traviata dalle istituzioni. e Leonida ti ha fornito alcuni versetti.

    non è una specie di ricatto. La Bibbia contiene tutta la storia dell'uomo dall'inizio,fino al presente,e al prossimo futuro.e più volte esplica il concetto che ha riportato leonida. Dio ci ha lasciato anche a intendere cosa succederà presto "non passerà questa generazione prima che io ritorni"dice. e ancora riscontra incredulità. forse è qui che dovremo soffermarci a pensare.

    siamo troppo impegnati a volerci mostrare teologi e di conseguenza[noi crediamo] intelligentissimi. quando la realtà è un altra.non troveremo Dio studiando libri.Non troveremo Dio aggrappandoci alle filosofie di qualche scienziato nè pensatore.mai.

  • 1 decennio fa

    Perché mai Dio dovrebbe dare sfogo alla sua ira? Non è stato forse detto che Dio, proprio perchè misericordioso, avrebbe perdonato tutti e tutto? Mi suona strana la lettura del Vangelo detta così, ed in ogni caso quando arriverà il famoso giorno che dici tu vedremo il da farsi, vedremo se Dio perdonerà oppure se ciascuno di noi dovrà subire la sua collera. In tal caso credo che non avremo modo di raccontare i dettagli. A mio avviso, sicuramente mi sbaglio, quindi in tal caso perdonami, la vera fede non si manifesta lanciando "minacce" come fai tu, cercando di spaventare quanti temono la furia divina, ne tanto meno usare la fede in maniera così impropria e scellerata. Ad ogni buon conto, per completezza della trattazione, ti dirò che la bara è comunque la fine di tutto ciò che è terreno ed umano. By

  • 1 decennio fa

    hei Loretta,stai calma.......................................

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.