NERAAAAAAAA :@ :@ MALEDETTA GELMINI!!!!!?

ragazzio, ho appena scopero che la Gelmini ha messo i test d'ammissione anke per la facoltà di Lettere L2 ... sono inkazzàta nera :@ mio padre dice che questa nuavo legge è anticostituzionale, perchè nega il diritto allo studio, ma poi dico io, se uno vuole andare all'università, perchè cavolo glielo devi negare???? Se è uno zuccone se la vedrà lui, uscendo fuori corso e pagando sempre più tasse, perchè deve andare ad intaccare chi farebbe una facoltà con piacere???? aaaaaaaaaaaaaaaa sono neraaaaaaaaa!!!!

Io frequento il 4 Scientifico, è già da due anni ke meditavo la scelta universitaria e finalmente avevo trovato la facoltà adatta a me ... infatti il mio sogno è insegnare ed ero indecisa fra lettere o lingue, Lettere L2 sarebbe l'ideale, invece adesso devo andare a valutare anke altre possibilità :@ mia madre dice che nn devo partirmi dal fatto che nn *******, ma io mi conosco, sono troppo emotiva, finirò per fare errori stupidi per l'ansia, come del resto succederà l'anno prossimo per la maturità :(

Scrivete la vostra!

Aggiornamento:

per Carol: altro fare un test che mette a rischio la tua entrata all'università, altro fare un esame per una materia che ami!!!!

Aggiornamento 2:

amicinaele, qui nn si sta parlando di scuola dell'obbligo, ma del diritto allo studio, ke è diverso! E poi, ki ti dice che i laureati in lettere nn trovano lavoro, forse vuoi dire che nn trovano lavoro in italia!!! Io ho scelto appunto lettere l2 per andarmene da questo letamaio che nn fa che disprezzare sempre più la scuola!!

Aggiornamento 3:

caro Jenson, ma tu davvero credi che i test d'ammissione siano delle verifiche giuste, davvero credi che tutti quelli ke riescono a superarli hanno le capacità richieste dal test?Se sei convinto così ti dico di guardarti un pò più in giro, perchè non è così!! Nella vita, ki si laurea con 110 e lode e nn lavora, sta a guarda chi ha preso il suo posto di lavoro con grandissimi calci in Cùlo!Le università accolgono cani e porci comunque, ce ne accorgiamo quando si sente dire che un medico ha dimenticato un tampone all'interno di un paziente, come ha già detto un'answeriana. Per questo io sono contro i test, non perchè nn li voglio fare, ma, perchè non sono equi, perchè cmq i raccomandati passano lo stesso, così è meglio il numero aperto che assicura il diritto allo studio anke a ki o per soldi o per onore non può permettersi calci!Se nn ti sei accorto di questo, mi dispiace che a dirtelo sia una ragazza di 17 anni,perchè vuol dire che,fino ad ora,hai vissuto con il prosciutto negli occhi!

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    sicuramente come dice tuo padre sarà anticostituzionale,ma sappi che nelle università ci entrano cani e porci,vedo spesso nella facoltà di giurisprudenza certi fancazzisti che passano tutto il tempo a puTTaneggiare nei corridoi...si spera di elevare la qualità universitaria,ma secondo me sono tutte balle(se volete fare una selezione più serrata fate in modo che non entrino ignoranti,fannulloni e idoti figli di papà che entrano con la raccomandazione,tagliate le palle a questi,vedo a medicina o architettura ragazzi del mio liceo diplomati con 60..poi dicono noooo il medico ha lasciato le garze nel paziente)...solo una marea di caZZate...è una soluzione di cavolo...ciao

    Fonte/i: ti auguro buona fortuna e cerca di credere in te...studia,dai il massimo e fai sto test di ammissione
  • 1 decennio fa

    ma cosa dici?!?

    farai un esame di maturità decente e poi il test, se ci sarà.

    hai ancora tempo davanti, e non saranno le nuove normative che dovranno farti cambiare idea.

    anzi, magari le disposizioni le cambiano un'altra volta da qui al 2010.

    se sei in IV e ti preoccuoi x l'uni, sei un tipo giusto.

    good luck.

  • ?
    Lv 6
    1 decennio fa

    se sei cosi' non ci andare proprio xchè sai quanti esami che dovrai fare....

    ok,ma tu dici che anche per la maturità hai l'ansia ,guarda che cmq anche agli esami universitari non andrai felice e spensierata anche se ti piace la materia.....u.u

  • Anonimo
    1 decennio fa

    punto 1: devi ancora superare il primo dei tuoi esami importanti:la maturità,pensa prima a quello! che se ti fai prendere dall'ansia adesso stai messa bene!

    2: se vuoi una cosa e la vuoi davvero, vedrai che la otterrai! scusa tutti quelli che hanno il test allora dovrebbero demoralizzarsi e non farlo? sai quanti non lo passano e ci riprovano l'anno dopo? se desideri davvero una cosa prima o poi la ottieni!

    ma se ti fai già problemi adesso,questo è un altro discorso!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Tutto ciò probabilmente forse per rendere l'ambiente universitario un pò meno popolare, un ambiente più esclusivo riservato a chi ha veramente le carte in regola per aver successo nello studio e chi ha le competenze adeguate? Non ci hai pensato?

    Anticostituzionale di che cosa, ma ti rendi conto che è assurdo il fatto che l'università debba accogliere a braccia aperte qualsiasi ragazzetto che tu stessa definisci zuccone, destinato a uscire fuori corso?!?

    Ci vuole SELEZIONE. Università non vuol dire passatempo, vuol dire studio e dedizione, serietà e diligenza, tutti requisiti che ovviamente non precludono assolutamente il divertimento ovvio. Mah il fatto che qualsiasi incompetente debba entrarci di diritto lo trovo ASSURDO e assolutamente POPOLARE.

    Basta con questi personaggetti senza arte ne parte, che si propongono di essere chissà chi, per poi rivelarsi delle nullità nel giro di poco tempo. Eleviamo l'ambiente universitario semmai. Se tutti ragionassero come te l'università diventerebbe la brutta copia delle superiori, dove il 60% almeno degli studenti vanno li tanto per fare, diventerebbe un vero e proprio PARCHEGGIO degli studenti, attratti più dalla curiosità di cambiare ambiente se non da altro!

    Ci sono facoltà di prestigio che è giusto non aprano le porte a qualsiasi incompetente, ma solo a chi davvero MERITA.

    Dicasi MERITOCRAZIA, che è tutto fuorchè anticostituzionalità. Quindi ben vengano i test di ammissione, iniziamo a far prendere le cose sul serio, perchè se in italia c'è la cultura del "Calci in chiul", cioè di diplomarsi a suon di spintarelle, è bene che all'università questi soggetti abbiano le gambe troncate da subito.

    Quindi, vuoi studiare all'università? Beh vediamo se sei in grado di dimostrare di essere all'altezza della situazione superando il test di ammissione, no?

    Eh aggiungo che il sistema non funziona proprio per colpa del fatto che non c'è adeguata selezione. Ormai si sta svaluntando pure la laurea, ci sono laureati senza lavoro e questo è davvero assurdo, non il fatto che le università siano o no a numero chiuso.

    Se si selezionassero i potenziali futuri laureati, si avrebbe la certezza che questi sarebbero tra i "migliori" e entrerebbero di diritto o comunque con notevoli maggiori garanzie, nel mondo del lavoro.

    Invece così si laureano cani e porci, ci sono troppe lauree in giro, e non tutte sono davvero in mano a persone preparate e competenti. Il paradosso è che chi merita spesso sta senza lavoro, nonostante sia laureato con 110 e lode. Il sistema è malato e va aggiustato, anche se non in maniera drastica, con questi piccoli accorgimenti. Quindi dico BEN VENGANO I TEST DI AMMISSIONE!!!

    ----------------------------------

    Allora, il problema delle raccomandazioni è un'altro discorso e ci può stare. Mah qui si tratta di fare un test d'ammissione per scremare il numero di studenti. Si parla se è giusto o no, poi le raccomandazioni ci sono sempre state e ci saranno anche in futuro molto probabilmente. Che ci vuoi fare?

    L'importante è che l'ingresso di uno studente raccomandato non precluda l'ingresso di uno veramente capace. Eh l'unico modo sarebbe stabilire dei test con un determinato punteggio per poter accedere all'università, ma senza il numero chiuso. In questo modo solo coloro che ottengono quel determinato punteggio riescono ad entrare nell'università, raccomandati o non raccomandati che siano.

    Quindi cerca di capire che se da una parte io ho i prosciutti negli occhi, dall'altra parte la tua mentalità da rivoluzionaria pro studenti nulla facenti e incapaci non farebbe altro (se fosse accolta) che svalutare il livello e la credibilità delle università.

    Già ora sono abbastanza svalutate, ormai si dice che ci vanno cani e porci all'università, vedi degli incapaci totali, ritardati che hanno preso un misero 60 alla maturità che si ostentano improvvisamente aspiranti giuristi in giurisprudenza quando non hanno mai studiato manco due righe di qualcosa, quando nemmeno hanno cognizione di causa nel parlare!

    Questi personaggetti andrebbero selezionati sin da subito perchè è chiaro che non sono capaci e non sono all'altezza, fanno solo numero e le università non possono mica diventare delle case d'accoglienza.

    Hai idea di cosa significhi avere un numero spropositato di studenti?

    Comporta costi per le università, ad esempio io sto in giurisprudenza e gli studenti vengono divisi in matricole pari e dispari con docenti diversi, e con sedi diverse per tenere le lezioni, proprio perchè sono troppi. Le matricole dispari sono costrette a fare lezione in un teatro antico in affitto all'università, scomodissimo e costosissimo. Se gli studenti fossero più selezionati, matricole pari e dispari farebbero lezione tutti insieme, in aule decenti, con gli stessi docenti e magari si ridurrebbero i costi per le università. Infatti questo problema va scemando negli anni successivi, perchè man mano che si ritirano i nulla facenti, il numero di studenti si riduce drasticamente. Ma fra le matricole è un problema non indifferente, perchè si sa, spesso si dice "erano tutte a numero chiuso allora ho scelto giurisprudenza perchè almeno qui non c'è il test", eh quindi migliaia di matricole ogni anno in giurisprudenza, che si perdono per strada quello stesso anno, comportando però disagi per l'università. Capisci ora? Sono troppi gli studenti che vanno tanto per provare esperienze.

    Questo perchè?

    Perchè c'è la cultura con cui sono cresciuti alle superiori, che anche all'università, facendo il minimo indispensabile, studiacchiando e scoppiazzando qua e la, potranno essere sbattuti via a spintarelle per grazia ricevuta.

    Sarà che a me le hanno sempre fatte sudare le cose, sarà che a me le gambe le hanno troncate con una bocciatura alle superiori quando non ho studiato. Sarà che IO ho tirato fuori i cosidetti e mi sono fatto un mazzo tanto per dimostrare le mie capacità, allora evidentemente mi girano le pallle a vedere questi insulsi che se ne vengono in giurisprudenza o ingegneria o altro convinti che sia tutto minestrina e di poter strafare, quando in realtà non hanno ne arte ne parte. Eh infatti vengono silurati ai primi esami. Ma ciò contribuisce a svalutare il livello dell'università.

    Ormai gli studenti, eh mi sa che ci stai dentro pure te, vedono l'università il continuo delle superiori, sulla stessa precisa e identica linea. Mentre in realtà superiori e università hanno ben poco in comune e forse lo capirai quando ci arriverai, magari cambierai pure idea.

    Fonte/i: La verità, sempre e comunque
  • 1 decennio fa

    intanto prima di essere nera devi capire un po di cose. Non so di che città e a quale uni vorrai andare. Per dirti, alla Sapienza di Roma per tutte le facoltà c'è il test di ammissione ma solo alcune sono a numero chiuso. Questo vuol dire che potrai fare il test per alcuni corsi senza dover entrare in graduatoria.

    Io trovo che da una parte sia giusto perchè appunto come è stato detto ,ci sono certi raccomandati e caproni figli di papa. Dall'altra,non direi proprio anticostituzionale, bisogna dare l'opportunità senza ostacoli a tutti.

    Quindi prima di alterarti informati bene attraverso internet e fino a quando ti diplomerai,se non salterai nessun anno,le cose magari saranno ancora diverse.

    Fonte/i: la mia esperienza fra i siti delle uni per iscrivermi quest'anno
  • 1 decennio fa

    Io metterei il numero kiuso dappertutto all'università: nn è e nn deve essere scuola dell'obbligo... E poi era ora che ci pensassero anke a lettere, infatti non ha senso fare laureare un sacco di gente in una materia se poi il mercato del lavoro nn li assorbe. L' uni, almeno io (e il 99% dEI ragazzi ke conosco) la fo x poi lavorare.

    Infatti, io stavo dicendo che l'uni non può essere scuola dell'obbligo ma ke ora purtroppo lo sta diventando, dato ke una laurea triennale (soprattutto ma nn solo) nn la si nega a nessuno. E poi cara ci sono anke studenti ke nn posono muoversi dall'Italia e sarebbe meglio che nn sai vedessero soffiare il posto da ki è stato mantenuto 10 anni dai genitori. E poi scusa se l'Italia ti fa schifo ckè nn anticipi il trasferimento e fai l'uni all'estero?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    mmazzamula!!! = ammazziamola!!! xD

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.