Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteDieta e fitness · 1 decennio fa

Curiosità su una corretta alimentazione...?

Se una persona mangia a pranzo solo un piatto di pasta (nè poco nè tanto, nella media) senza toccare nient'altro durante il pomeriggio e nemmeno a colazione, tornando a mangiare a cena quindi solo una fetta o due di carne con un contorno tipo mozzarelle, patate o verdura. E' poco oppure va bene? Quante calorie sono al giorno più o meno? Altra domanda: quanto e cosa si dovrebbe mangiare durante il giorno per farsì che essa sia una corretta alimentazione?

Aggiornamento:

Scusate ragazzi, mi sono dimenticata di dire che NON è una dieta, non ne ho bisogno... E' solo un'informazione generale XD

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    In questo link puoi vedere le calorie associate ad ogni alimento:

    http://www.paginainizio.com/service/calorie/tabell...

    Le sostanze nutrienti indispensabili sono: proteine (per gli aminoacidi essenziali in esse contenuti), vitamine, minerali, acidi grassi polinsaturi.

    Queste sostanze devono essere presenti nell'alimentazione abituale. In assoluto non c'è l'alimento ideale che le contenga tutte nella giusta quantità e che sia quindi in grado di soddisfare da solo tutte le nostre necessità nutritive.

    Per cui il modo più semplice e sicuro per garantire adeguatamente l'apporto di tutte le sostanze nutrienti indispensabili, rimane quello di ricorrere ad un'ampia varietà possibile di scelta e alla più opportuna combinazione di alimenti.

    Variando sistematicamente e razionalmente la scelta dei cibi, si potrà concorrere alla riduzione di uno dei più seri rischi, legati ad abitudini alimentari monotone: ingerire cioé ripetutamente e continuativamente, consumando sempre gli stessi alimenti, quelle sostanze estranee, in essi eventualmente presenti, così come composti nocivi naturalmente contenuti.

    La diversificazione delle scelte alimentari attenua o diluisce questi rischi potenziali, assicurando una maggiore protezione, anche attraverso un più completo apporto di vitamine e di elementi minerali. Per chi varia oculatamente l'alimentazione non c'è ragione di ricorrere a specifiche integrazioni della dieta con vitamine, proteine o altre sostanze nutrienti. Naturalmente ogni variazione dovrà essere praticata mantenendo l'equilibrio degli apporti nutritivi.

    I GRUPPI ALIMENTARI

    Ogni scelta dovrà essere fatta nell'ambito di gruppi di alimenti che assicurino un equivalente apporto di sostanze nutritive indispensabili. Questo non significa che all'interno di questi raggruppamenti si possa scegliere in piena libertà: anche tali scelte vanno infatti compiute variando il più possibile le combinazioni con gli alimenti degli altri gruppi.

    1-Nel gruppo costituito dalle carni, dal pesce e dalle uova (che fornisce soprattutto proteine, minerali, come ferro, zinco, rame, ecc. e vitamine del complesso B), sono da preferire le carni magre, come pollo, tacchino, coniglio, ecc., e il pesce. É da limitare o moderare il consumo di carni grasse e di insaccati. Per le uova, infine; un consumo consigliabile per soggetti sani è mediamente di 3 alla settimana

    2-Per il gruppo che comprende il latte, lo yogurt, i latticini e i formaggi (che, oltre a fornire proteine e vitamine del complesso B, costituisce la principale fonte di calcio), sono da preferire il latte parzialmente scremato, i latticini e i formaggi meno grassi

    3-Per il gruppo che comprende pane, pasta e riso, altri cereali e patate, (che costituisce la più importante fonte di amido e apporta pure vitamine del complesso B e proteine), sono da preferire prodotti meno raffinati e più ricchi in fibra

    4-Il gruppo dei legumi secchi (anticamente chiamate "le proteine dei poveri") fornisce fibra, ferro, zinco, rame, ecc., nonché proteine che, combinandosi con quelle dei cereali, raggiungono un livellò di qualità paragonabile a quello delle più costose proteine animali; è da incoraggiare l'uso alternato di tutti i prodotti di questo gruppo, dai fagioli, ai piselli, alle lenticchie, ecc.

    5-Per il gruppo dei grassi da condimento è da tenere presente che il loro consumo va contenuto e che sono comunque da preferire quelli di origine vegetale (come in particolare l'olio d'oliva) in confronto a quelli di origine animale (come burro, panna, lardo, strutto, ecc.)

    6-I gruppi costituiti da frutta e ortaggi, infine, rappresentano importanti fonti di fibra e di provitamina A (di colore giallo-arancione o verde scuro), di vitamina C (agrumi e pomodori soprattutto), di altre vitamine e dei più diversi minerali. Questi gruppi consentono la più ampia varietà di scelta e debbono essere sempre presenti in abbondanza sulla tavola, a cominciare possibilmente dalla prima colazione.

    Per quanto riguarda l' apporto calorico devi misurare il Metabolismo Basale (che però puo variare in base al tuo stile di vita, all' attività fisica che svolgi, ecc ecc):

    (BMR - basal metabolic rate): Questa è l'energia necessaria per mantenere i processi corporei involontari. Circa il 60% delle calorie che si consumano sono usate per respirare, mantenere la temperatura corporea, produrre ormoni e mantenere il battito cardiaco. Ci vogliono circa 10 calorie per pound (= 0,453 Kg) di peso corporeo per far fronte a questi bisogni. Una donna di 120 pound (circa 54 Kg) , per esempio, avrà bisogno di 1200 calorie ogni giorno solo per funzionare correttamente. Ricordate che molti fattori possono influenzare il vostro BMR. Ogni 10 anni dopo i 20, il fabbisogno calorico diminuisce del 2 %. Una donna di 30 anni avrà un fabbisogno calorico di 1200 - (2% di 1200) = 1176. La struttura corporea, che è per la maggior parte ereditata, è un altro fattore, persone alte e magre bruciano più calorie perché hanno un

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Si, è una buona dieta, non fosse per alcune piccole cose:

    1) La colazione si DEVE fare.

    2) C'è poca frutta e verdura!

    3) CARNE E MOZZARELLE??? Sarebbe come mangiare pasta e pane, oppure carne e pesce insieme!

    4) Lo spuntino si può fare: uno yogurt, un frutto, un pacchetto di crackers...

    Un bacio!

  • 1 decennio fa

    Dv fr almeno 5 pasti

  • 1 decennio fa

    magari è meglio che fai colazione e mangi meno a cena....poi per il resto va bene

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Una dieta variata è alla base di una corretta alimentazione.

    La regola base è: carboidrati (pasta ecc) a mezzogiorno e proteine (pesce, ecc) la sera.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.