Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureSocietà e culture - Altro · 1 decennio fa

come funzionano le targhe italiane?

quando c'era tipo pa123456789 poteva esserci lo stesso tipo ba123456789 o no? e per esempio le targhe dopo AA111AA poteva essercene una identica in due città diverse? e invece le targhe attuali come funzionano si ripetono oppure no?

Aggiornamento:

quindi qua a palermo per fare da-dz ci stiamo mettendo 3 anni e sarebbero le macchine di tutta italia?

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Le vecchie targhe (intendiamo il sistema 1927-1994) procedevano a base provinciale, ovvero ogni provincia aveva i suoi numeri, quindi tutti nel 1927 hanno iniziato a consegnare targhe a partire dal numero 1 e così via. Quindi sicuramente ci sono stati i numeri uguali, ma è ovvio che le province più piccole si sono fermate prima. Una volta arrivati a MI999999 (faccio l'esempio con Milano perchè è quella arrivata più avanti) passarono a MIA00000, e finito questo giro di lettere si è passati alla lettera in fondo, quindi MI00000A, e poi al secondo posto MI0A0000, e per finire al terzo, ma solo Milano è arrivata, finendo a MI01D000.

    Quelle nuove invece è impossibile che si ripetano perchè l'ordine che seguono è:

    AA000AA, AA001AA, e così via fino alla

    AA999AA, AA000AB, e così via fino alla

    AA999AZ, AA000BA, e così via fino alla

    AA999ZZ, BA000AA.

    Inoltre vengono consegnate anche queste a base provinciale, ma non come prima: Infatti ogni provincia riceve dei lotti di targhe da multipli di mille. Milano ha consegnato pochi mesi fa un lotto che andava da DW000AJ a DW999BF, quindi 20000 (I U O Q escluse ma incluse J K W X Y nell'ordine dell'alfabeto inglese). Quando una provincia sta per terminare il lotto in consegna ne ordina uno nuovo, quindi la provincia che ha ordinato il lotto dopo Milano ha ricevuto un lotto che partiva con la DW000BG.

    Mettiamo ora che una provincia immaginaria X stia consegnando un lotto che va da DY000HA a DY999HH, quindi 8000 targhe. Si accorgono che questo lotto è quasi al termine, quindi mandano un ordine di un nuovo lotto al poligrafico di Foggia dove verranno assegnate nuove targhe, per dire DY000WS a DY999WX, quindi 5000 targhe. Dopo pochi giorni il lotto arriverà in motorizzazione.

    Al momento queste assegnazioni sono arrivate a circa DY X*. Ma ciò non significa che tali targhe siano già in strada. Infatti saranno nei magazzini delle motorizzazioni ad aspettare che i lotti precedenti siano terminati. Ti faccio un esempio:

    io so per certo che il lotto che va da DY000VV a DY999WR è assegnato a Milano, ma prima che esso venga consegnato la motorizzazione deve finire un lotto in DX, più un altro a cavallo tra DX e DY.

    Non so se mi sono spiegato bene, spero di si, in caso contrario fammi sapere!!

    Sarò felice di spiegarti molto sulle targhe (c'è ancora molto da sapere!!)

    ciao!!

  • 1 decennio fa

    No, non potevano esserci due targhe AA111AA, nenahce in città diverse (a parte il fatto che le targhe sono sempre state clonate dai truffatori, ma questa è un'altra storia...). Le targhe non si ripetono mai:vengono create insieme all'omologazione del veicolo, durano la vita del veicolo, e vengono alienate quando il veicolo viene demolito.

    Ciao!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.