Cosa sono l'antropomorfismo e la personificazione?

e che ruolo giocano e hanno giocato nei processi cognitivi e psicologici che hanno portato alla nascita del concetto di dio?

4 risposte

Classificazione
  • S.P.
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    A differenza di altre religioni, la religione cattolica ha mostrato sempre una certa accondiscendenza anche dal punto di vista teologico-filosofico verso ciò che rappresenta l'antropomorfismo e la personificazione per esprimere il concetto di Dio e dell'anima. La rappresentazione maggiormente manifesta avviene nella pittura e nella scultura come espressione dell'arte religiosa ed ornamentale di tutte le nostre chiese cattoliche.

    A mio avviso tutto inizia dalla genesi : << Dio creò l'uomo a sua immagine e somiglianza >>. Questo concetto erroneamente da priorità a ciò che i nostri occhi vedono, rispetto a ciò che è invisibile o trascendente come lo è Dio e la nostra anima spirituale. Per esempio, psicologicamente riusciamo a spiegarci il perchè in ciascuno di noi viene subito alla mente il contatto del "dito" Michelangiolesco della creazione nella Cappella Sistina, e non il pensare alla creazione dell'uomo secondo l'idea giusta della trascendenza.

    Questo è un esempio dei processi psicologici cognitivi che hanno contribuito a distorcere la verità di pensiero su tutto ciò che è trascendente e in special modo nell'approfondire il concetto di Dio e dell'anima.

    Diciamo allora, che la religione cattolica non ha approfondito per come si deve il concetto di Dio nella sua energia spirituale e trascendente, ma ha preferito rimanere ferma nella sua idea della personificazione e antropomorfismo insegnando così un Dio diverso da quello che è.

    Dio non è un singolo super essere che vive da qualche parte dell'universo o fuori di esso, con gli stessi bisogni e le stesse emozioni degli umani . Ciò che E’ Dio non può essere danneggiato in nessun modo, perciò non ha bisogno di vendicarsi o di impartire castighi .

    - Non c’è nulla che Dio voglia, o di cui abbia bisogno.

    - Dio non esige nulla , non comanda nulla , non richiede nulla .

    - Dio non ordina e non chiede , non insiste e non si aspetta nulla .

    - Dio è l’autore di tutto . Dio è il Creatore ed il Creato .

    - Non c’è nulla che Dio non sia , e non ha bisogno di dare ordini a nessuno.

    Dio è il Tutto, l’Alfa e l’Omega, il Principio e la fine.

    Le religioni organizzate dicono che Dio va temuto perchè è vendicativo.

    Tali comportamenti sono quelli che storicamente un monarca esige da propri sudditi .

    Non si tratta di richieste divine, ed è davvero strano che il mondo non sia ancora arrivato alla conclusione che si tratta di richieste contraffatte, che non hanno nulla a che fare con i bisogni di Dio.

    Il Divino non ha bisogni. Tutto Ciò che E’ non è altro che questo: tutto ciò che è . Perciò per definizione non può avere bisogni o cose che gli mancano .

    Namastè

    Pietro

  • 1 decennio fa

    La domanda è interessante ma la risposta sarebbe davvero troppo lunga e articolata.

    Sinteticamente antropomorfismo e personificazione vengono utilizzati dai comuni mortali come parametri (terreni, terrestri) per attribuire al fantomatico Dio di turno tutti gli elementi positivi raramente riscontrabili o totalmente assenti negli stessi esseri umani (bontà, onnipotenza etc.).

    Un saluto.

    Fonte/i: Processo umano più che comprensibile.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    non a caso nella bibbia si parla di dio come di un uomo

    si parla persino del "volto" di dio... assurdo... come se avesse naso bocca occhi e orecchie

  • Anonimo
    1 decennio fa

    per le persone comuni è più facile immaginare un dio che ci somiglia, anche con i nostri vizi: ira, odio etc.

    per le persone più istruite è più facile NON immaginare proprio dio!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.