Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 1 decennio fa

dopo una scottatuta sulle spalle sono apparsi dei capillari(cm quando si fanno i succhiotti)che fare?

creme o andranno via???

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Le scottature sono lesioni all'azione del calore irradiato o al contatto diretto di parti dell'organismo con liquidi o solidi ad alta temperatura. Si distinguono in quattro gradi a seconda della gravità. Le ustioni di primo grado sono detti eritemi e arrossano soltanto la pelle, quelle di secondo grado producono vescichette piene di siero, quelle di terzo grado interessano più profondamente i tessuti e producono lesioni delle pelle e quelle di quarto grado provocano la distruzione dello strato epidermico e germinativo. Le scottature di primo e secondo grado si curano facilmente con l'applicazione di oli e unguenti adatti. Quelle di terzo e di quarto grado richiedono l'intervento del medico. Le piante medicinali contro le scottature sono l'olivo, carota, malva, calendula e parietaria . Ottimo rimedio per le scottature lievi sono le applicazioni di olio di parietaria ottenuto mettendo un po di foglie tritate con 20 grammi di farina di fave e 15 grammi di acqua di malva in un bicchiere di olio di oliva emulsionato con albume d'uovo. Oppure sono anche efficaci i cataplasmi di foglie fresche e pestate di violetta e di foglie di ortica. Si usa pure la polpa fresca di carota da applicare localmente, come anche le fette di patata.

    http://www.sahara.it/cgi-perl/ubb/ultima%E2%80%A6

    Scottature (lievi)

    Un buon rimedio per alleviare i bruciori per la pelle, causato dal sole, consiste in un bagno tiepido in cui avrete sciolto una buona manciata di amido di riso. In alternativa potete bagnare un asciugamano in acqua ed amido e metterlo sulle scottature. L'effetto sfiammante è assicurato.

    http://www.mybestlife.com/ita_salute/Med%E2%80%A6

    Per curare scottature ed eritemi solari, basta affidarsi all’efficacia dell’aloe

    Fin dai tempi più remoti i medici e molte donne, conoscevano a perfezione le erbe e i composti in grado di curare i malesseri fisici e di mantenere giovane l’aspetto per più tempo possibile; oggi, prendendo spunto da questi antichi rimedi, si può stare meglio seguendo ciò che la natura ci ha donato. Nel periodo estivo, ad esempio, sono frequenti le scottature, le punture di insetti o delle meduse, gli eritemi solari e quando acquistiamo delle creme protettive non sappiamo che, quasi sempre, contengono degli ingredienti “rubati” direttamente alle piante. L’aloe, ad esempio, è stato utilizzato fin dalla notte dei tempi e si dice che anche Cleopatra, nota per la sua vanità, amasse conservarla per l’occorrenza. Si tratta di un ottimo rimedio per i casi di emergenza ed è consigliabile rifornirsene sempre e tenerla insieme ai propri medicinali. È ottimo per curare proprio le abrasioni e gli eritemi solari. Le foglie spezzate, producono un gel lenitivo che può essere applicato sulla parte interessata e produce un immediato benessere. Funziona anche nel caso di eczemi e varici, visto che ha qualità astringenti. Ma le proprietà curative dell’aloe non si fermano qui: riesce, infatti, ad agire in modo ottimale anche all’interno: con questo speciale gel si possono curare le ulcere peptiche e la più semplice sindrome dell’intestino irritabile. Per chi ha problemi di stomaco, arriva ancora una volta l’aloe che con le sue foglie dal liquido amaro e giallognolo è pure un potente lassativo. Dopo otto – dodici ore, si ottengono i risultati desiderati e il colon si contrae. Tuttavia, bisogna rispettare alcune, semplici regole: non bisogna usare l’aloe in gravidanza e se si hanno delle emorroidi o patologie renali e, inoltre, bisogna assolutamente evitare di applicare l’estratto secco sulla pelle. In definitiva, l’aloe funziona come emolliente, vulnerario, coleretico e lassativo. Molti sono i preparati per curarsi; si va dal gel che fuoriesce dalle foglie, ad esempio, che applicato sulle gambe aiuta a lenire il bruciore della lunga esposizione ai raggi solari. Oppure il liquido amaro che trasuda dalle foglie, viene fatto essiccare ed è un potente lassativo. Si può optare, infine, per la tintura che si ricava dal succo condensato; basta metterne cinque gocce nell’acqua ed assumerle prima dei pasti e arriva l’appetito.

  • 1 decennio fa

    Ciao è sempre meglio mettere una crema...cmq ti conviene andare in farmacia così ti daranno la crema adatta x la tua scottatura

  • 1 decennio fa

    la cosa migliore sono le creme...quando la pelle subisce un forte calore i capillari dilatandosi vengono in evidenza sulla pelle...ti conviene chidere in farmacia...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.