BABILONIA LA GRANDE ?

Secondo la descrizione biblica cosa ne deducete ?

Chi rappresenta ?

(APOCALISSE 18:7-13)

SI GLORIFICO e VISSE NEL LUSSO SFRENATO

CONTINA A DIRE: ‘SIEDO REGINA, e NON SONO VEDOVA E NON VEDRO MAI LUTTO’

I RE DELLA TERRA HAN COMMESSO I FORNICAZIONE CON LEI

I COMMERCIANTI...FANno CORDOGLIO SU DI LEI, PERCHE NESSUNO COMPRA PIU IL LORO PIENO CARICO,

d’ ORO

ARGENTO

PIETRA PREZIOSA

PERLE

LINO FINE

PORPORA

SETA

SCARLATTO

OGNI LEGNO ODOROSO

OGNI SORTA DI OGGETTO DI AVORIO

OGNI SORTA DI OGGETTO DI LEGNO PREZIOSISSIMO

RAME

FERRO

MARMO

CINNAMOMO

SPEZIA INDIANA

INCENSO

OLIO PROFUMATO

OLIBANO

VINO

OLIO DI OLIVA

FIOR DI FARINA

GRANO

BOVINI

PECORE

CAVALLI

CARROZZE

SCHIAVI

ANIME UMANE.

(Apocalisse 17:1-15)

SIEDE SU MOLTE ACQUE (POPOLI dice il verso15)

SEDUTA SU UNA BESTIA SELVAGGIA (GOVERNI dicono i versi 10,11)

VESTITA DI PORPORA E SCARLATTO

ADORNA DI ORO E PIETRA PREZIOSA E PERLE

UBRIACA DEL SANGUE DEI SANTI E DEI TESTIMONI DI GESU

Aggiornamento:

per zorro

(Efesini 4:4-6) ...C’è un solo corpo, e un solo spirito, come anche foste chiamati nell’ UNICA SPERANZA alla quale foste chiamati; 5 un solo Signore, UNA SOLA FEDE, UN SOLO BATTESIMO; 6 un solo Dio e Padre di tutti, che è sopra tutti e mediante tutti e in tutti.

Se ogni persona ha una speranza diversa (interpretando le scritture come le capisce lui esisterebbe ancora una sola speranza ?)

E per quanto riguarda la SOLA FEDE ?

Il discorso non e uguale ?

E il SOLO BATTESIMO (se ciascuno e indipendente che fa si battezza da solo ?)

E le adunanze indicate in Ebrei 10:24,25 non presuppongono un gruppo organizzato ?

Ci sono tanti ragionamenti che confermano che non si puo essere cristiani indipendenti.

Se vuoi possiamo continuare la conversazione in privato se mi mandi la tua e mail. Ciao

Aggiornamento 2:

per Sara

Se tutte le religioni false sono rappresentate da Babilonia, da cui si deve uscire, posso chiederti tu dove sei andata ?

Aggiornamento 3:

Obiezioni a Giuseppe

Cosa sono i 7 monti ?

Tu dici che sono quelli dove sorgeva Roma ma cosa dice la Scrittura di

(Apocalisse 17:9-11) ...“Qui sta l’intelligenza che ha sapienza: Le sette teste significano SETTE MONTI, in cima ai quali la donna siede. E ci sono SETTE RE: cinque sono caduti, uno è, l’altro non è ancora arrivato, ma quando sarà arrivato dovrà rimanere per breve tempo.

Esplicitamente dice: "sette monti" = "sette re"

di questi "sette re" si dice che: " ...cinque sono caduti, UNO E', l’altro non è ancora arrivato..."

Il re che "e'" al tempo in cui scrive Giovanni e evidentemente Roma.

La "donna" "Babilonia la Grande" "La Gran Citta" "SIEDE" su tali "monti" (tra cui c'e anche Roma e quindi non puo esserlo).

Per quanto riguarda il fatto che “in lei fu trovato il sangue dei profeti e dei santi e di TUTTI quelli che sono stati scannati sulla terra”. (Apocalisse 18:24) nota che la sua ampiezza e mondiale e si snoda nel corso dei secoli, poiche dice "TUTTI".

Aggiornamento 4:

Un altro elemento che le scritture aggiungono circa "Babilonia la Grande" e che:

“MEDIANTE LA TUA PRATICA SPIRITICA FURONO SVIATE TUTTE LE NAZIONI”. (Apocalisse 18:23)

Nota di nuovo il termine "TUTTE le nazioni", anch e quelle dove Roma non giunse.

È interessante notare che “pratica spiritica” (che non mi sembra aver relazione con Roma ma piuttosto con una entita religiosa) traduce la parola greca farmakìa, che “primariamente significava l’uso di farmaci, droga, incantesimi; quindi, avvelenamento; quindi, stregoneria”. In senso spirituale, la falsa religione ha avvelenato le nazioni, sviandole affinché credessero in falsi dèi e in false dottrine che hanno distolto la loro attenzione da Dio. Con il suo falso insegnamento la falsa religione ha anche posto la base per ogni tipo di spiritismo e stregoneria, dando origine al timore per i morti e all’adorazione degli antenati

7 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    La domanda é posta con le parole errate: che cosa ne deducete? e implica un intendimento della Bibbia come un libro da cui qualunque lettore puó trarre deduzioni PROPRIE, nonostante mancanza di studi

    a livello universitario delle lingue originali, esegesi, biblistica, teologia ecc. intendimento tipicamente protestante che ha portato, negli ultimi

    due tre secoli al sorgere di innumerevoli sette e movimenti a volte con credenze assurde (mormoni, geovisti, pentecostali e chi piú ne ha piú ne metta...). Secondo: il piú delle volte si ignora completamente la tradizione patristica, dai primi secoli del cristianesimo fino ad oggi, cosa che non si puó fare se si vuole avere un intendimento sobrio e corretto, cioé prima di trarre da un testo deduzioni astruse bisogna chiedersi: 1) chi l´ha scritto, quando e perché. 2) immedesimarsi nella situazione, mentalitá, generi letterari di quel tempo (sta a dire: come avrebbero capito il testo i contemporanei dello scrittore?) 3) come lo hanno capito i destinatari dello scritto (i cristiani del 1° secolo d. C. e le generazioni successive?) e 4) come lo spiegano gli studiosi, teologi, esegeti, filologi, biblisti ecc. oggi? Dopo aver fatto questo, sono i dubbi

    nella maggior parte dei casi dissolti (ma non sempre perché ci sono testi oscuri e comprensibili in diversi modi). Se poi non si é ancora contenti si puó anche tentare una spiegazione propria, che peró non si puó divulgare come VERITÁ assoluta, a meno che non si voglia fondare una nuova setta o diventare membro di una giá esistente. Premesso questo diró che sia i Padri della Chiesa come gli esperti biblisti (non settari) di oggi vedono in Babilonia la Grande un simbolo dell´ impero romano di allora e questa é anche la spiegazione piú semplice e che combacia di piú (per esempio: la donna si veste di porpora e scarlatto= questi erano i colori degli imperatori romani. La donna é ebbra del sangue dei martiri [testimoni di Cristo]= al tempo in cui Giovanni scrisse l´apocalisse infuriava la persecuzione di Diocleziano. La donna siede su sette monti= i sette colli su cui poggiava Roma e che ancora oggi vengono chiamati monti, ecc. ecc..*)

    Spero di esserti stato d´aiuto.

    La pace sia con te!

    * Nota: anche un altro scrittore, l´apostolo Pietro nelle sue due lettere, scrivendo da Roma la chiama Babilonia.

    Risposta alle tue obiezioni:

    Tu scrivi che la natura del regime di Roma non concorda col comportamento di Babilonia la grande e che ella, prostituendosi con i re della terra, non puó essere un sistema politico.

    RISPOSTA: Caro Giovanni, come ho giá detto sopra, io non sono un biblista ma ho avuto la fortuna di avere frequentato per anni gli studi biblici che Padre Cesare Zanconato dei missionari scalabriniani (un grande esperto in questo campo) ha tenuto settimanalmente dal 1980 fino al 2005 presso la missione cattolica italiana di Monaco di Baviera. Una cosa basilare che Padre Cesare ci ha insegnato é che quando si parla della Bibbia bisogna usare le parole della Bibbia e non introdurre vocaboli e concetti che nella Bibbia non esistono, come, in questo caso, contrapposizione tra "regime politico" e "impero religioso" (é chiaro infatti che quando tu dici che la grande Babilonia non é un impero politico significa che per te é un sistema religioso, non é cosí?). La seconda cosa che ho imparato nei corsi di Padre Cesare é che la Bibbia si deve spiegare con la Bibbia se no si va fuori strada. Se tu avessi un pó ricercato prima di fare la tua obiezione, avresti potuto scoprire per esempio che nel libro di Ezechiele si parla dei regni di Israele e di Samaria come di due meretrici che fornicano con le nazioni intorno a loro. Non si puó negare che Israele e Samaria non solo erano sistemi religiosi ma anche politici, con tanto di re seduti sul trono che si facevano anche guerra tra di loro. D´altra parte l´impero romano non era solamente un "sistema politico" (uso le tue stesse parole, sebbene non si trovino nella Bibbia) ma anche religioso con tanto di Pontefice Massimo (l´imperatore), sacerdoti, , vestali, altari, templi (per esempio il Panteon) culti, misteri, áuguri (che praticavano anche lo spiritismo, cioé la divinazione), festivitá, ecc. ecc. A quei tempi infatti non c´era contrapposizione fra politica e religione, questa é un´ "invenzione" del Medio Evo e nacque con la lotta di potere tra imperatore e papato. Se poi continiuamo a leggere nei capitoli 17 e 18 dell´Apocalisse, ci sono molti accenni inequivocabili che rivelano a un lettore senza preconcetti di chi o che cosa parlava Giovanni: le sette teste significano sette monti in cima ai quali la donna siede, le acque che hai visto, dove la meretrice siede, significano popoli e folle e nazioni e lingue, la donna che hai visto significa la GRANDE CITTÁ che ha il regno sopra i re della terra, sventura sventura la GRANDE CITTÁ , LA CITTÀ FORTE, quale cittá é simile alla GRANDE CITTÁ? In lei fu trovato il sangue dei santi, ecc. ecc. Ora, dimmi sinceramente, se tu fossi stato anche uno dei cristiani perseguitati dall´imperatore romano Diocleziano a cui Giovanni scriveva per far loro coraggio, cosa avresti capito? Quale era in realtá questa grande cittá, simile a nessun altra, capitale di un impero mondiale, che sorgeva su sette monti e uccideva i santi? Quanto alla citazione dal "The interpreters Dictionary of the Bible" di George Arthur Buttrick, scommetterei che tu questo libro non ce l´hai ma hai citato da qualche altro libro pubblicato da qualche setta pseudocristiana. Caro Giovanni, é sempre pericoloso citare libri che ne citano altri, meglio controllare di persona cosa c´é scritto veramente. Ma anche se fosse cosí, questo non dimostra niente, perché il fatto che uno scriva un "Dizionario Biblico" non significa che deve avere per forza ragione (confronta per esempio il dizionario "biblico" che hanno scritto i Testimoni di Geova e le balle che ci sono dentro), e men che meno nel caso di Buttrick che era un pastore presbiteriano morto nel 1959 e che persino i suoi colleghi protestanti hanno duramente criticato perché metteva in dubbio che i manoscritti del nuovo testamento a noi tramandati siano conformi agli originali (che sono andati perduti). Per finire ti diró che naturalmente non ho le prove che Pietro é stato a Roma (quelle le hanno trovate gli archeologi poco tempo fa) ma ho le prove che Paolo é stato a Roma e secondo la tradizione accettata da tutti (persino dai protestanti, Testimoni di Geova compresi) é stato decapitato lí verso il 68 d. C. La stessa tradizione peró ci dice (in molti testi dei primi secoli) che anche Pietro ci é stato ed é morto insieme a Paolo e questo lo credono anche gli ortodossi che da quasi mille anni contrastano il primato del Vescovo di Roma. Persino il Patriarca ortodosso della chiesa Assiro-Babilonica é cosí onesto da ammettere che Pietro é stato sí alcuni anni a Babilonia, ma che dopo é partito per Roma. Ora pensa un pó, se Pietro fosse veramente morto a Babilonia, pensi che gli ortodossi non rivendicherebbero l´ onore di avere nella loro cittá la tomba del Principe degli Apostoli?

    Rifletti leggi e medita.

    Con affetto. Tuo fratello Giuseppe.

    OBIEZIONE ALLA TUA OBIEZIONE: Caro Giovanni, rileggi per favore con calma e ad alta voce il versetto da te citato: le sette teste significano sette monti PUNTO!! E CI sono sette re (prosegue l´angelo)...letta cosí la frase non significa affatto (come spieghi tu) che i sette monti = (uguale) sette re, ma proprio il contrario. Ci sono sette monti... e poi ci sono ANCHE sette re (i sette re di Roma?). Ma da quale traduzione della Bibbia stai citando? Questo é MOLTO importante e ci porta a un ulteriore problema per il corretto intendimento della Bibbia. I testi sono non solo a volte oscuri e difficili da capire per chi non ha fatto degli studi speciali ma anche scritti in una lingua che oggi nessuno parla piú e (a complicare ulteriormente le cose) le copie a noi pervenute

    sono scritte senza spazi tra le parole e senza interpunzione e se questo non fosse abbastanza, non esistono due manoscritti completamente uguali ma ci sono sempre delle piccole differenze dovute ad errori, cambiamenti e dimenticanze degli scrivani, cosí che gli studiosi sono costretti a paragonare tutte le copie e cercare di formare un testo da cui essi poi traducono. Per questo ci sono testi che si possono tradurre in diversi modi e ogni traduttore sceglie poi quello che gli sembra piú giusto. Il testo in questione é un esempio tipico di quello che stiamo dicendo e se io la pensassi come te, per dimostrare la mia "tesi" avrei scelto un´altra traduzione. Ci sono infatti altre Bibbie che traducono: e (i sette monti) sono anche sette re. Questo non toglie peró che la frase SI PUO` tradurre in tutti e due i modi ed é quindi insulso costruire teorie su un unico modo di tradurre perché nessuno su questa terra puó sapere quello che ha voluto veramente dire lo scrittore sacro.

    Fonte/i: La Bibbia di Gerusalemme, 2004, edizioni Dehoniane Bologna, note sul libro di Apocalisse
  • Anonimo
    1 decennio fa

    a me pare la descrizione dello stato del vaticano.

  • zorro
    Lv 5
    1 decennio fa

    Ogni religione applica questa rivelazione ad altre religioni.Anche se è vero che esiste in Babilonia La Grande Meretrice una parte d"essa preminente,è pur vero che tutte le religioni fanno parte d"essa,in quanto se così non fosse ci verrebbe indicato in quale religione ci dovremmo rifugiare,non esiste in nessuna religione la salvezza tutte verranno distrutte senza nessuna eccezione,solo dei singoli uomini di buona volontà e timorosi della parola di Dio saranno salvati,non è una gara a chi ha meno peccato ma una verifica importante di chi pratica la parola di Dio senza riserve,dogmi e credi religiosi,probabile che molti non abbiano potuto per vari motivi approfondire tutte le scritture,ma se quello che conosce lo mette in pratica ed non si immischia nelle trame demoniche di Babilonia certo sarà salvato perché la salvezza viene da Cristo e non all"appartenenza di qualche religione.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    è il mondo,è l'epoca in cui viviamo

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • si si, sicuramente è il vaticano, infatti è pieno di CINNAMOMO in ogni parte.........

  • Anonimo
    1 decennio fa

    tutte le 'false religioni' che anzichè fare la volontà del Creatore si arricchiscono...qua viene ben rappresentata dalla Chiesa Cattolica...dipende dal paese cmq.

    un saluto

  • Anonimo
    1 decennio fa
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.