DjAntox ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

Testo sui ragazze e sulle ragazze nella civiltà greca e romana?

La loro educazione in queste due rispettive civiltà! Non riesco a trovare molte notizie.

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Nell'antica roma

    http://www.centrumlatinitatis.org/chisiamo/Aquilei...

    Nell'antica grecia

    http://studentimannari.splinder.com/post/14242449/...

    UOMINI, DONNE, BAMBINI

    Gli uomini liberi si occupavano di politica e trascorrevano molto tempo via da casa. Quando non erano impegnati nella politica, gli uomini si occupavano del lavoro dei campi o cacciavano, o lavoravano nell'artigianato, o facevano i marinai. Per divertimento, oltre a bere nelle feste agli uomini piaceva la praticare la lotta, l'equitazione e altri. Quando gli uomini invitavano i loro amici maschi, a bere e a festeggiare nella loro casa, alle loro mogli e figlie non era permesso partecipare.

    LE DONNE GRECHE Con l'eccezione di Sparta antica, le donne greche avevano la libertà molto limitata fuori casa. Potevano frequentare matrimoni, funerali, feste religiose e potevano visitare donne vicine di casa per brevi periodi di tempo. Le donne greche erano responsabili dell'andamento della casa. Il loro lavoro era governare la casa ed educare i bambini. La maggior parte delle donne greche libere non eseguivano personalmente le faccende domestiche, ma li facevano eseguire agli schiavi e alle schiave. Schiavi femmina cucinavano, pulivano e lavorarono nei campi. Schiavi maschi sorvegliavano la porta per assicurarsi che nessuno entrasse quando l'uomo di casa andava via, a parte vicine di casa femmine, e facevano da tutori ai giovani figli maschi. A mogli e figlie non era permesso assistere alle gare atletiche perché gli atleti gareggiavano nudi. Partecipare alle corse equestri era l'unica concessione fatta alle donne, ma solo alle padrone dei cavalli. Se il loro cavallo vinceva esse ricevevano il premio.

    BAMBINI GRECI I greci antichi considerarono i loro bambini figli "minori" fino all'età di 30 anni! Quando un bambino nasceva in una famiglia greca antica, il padre nudo portava il suo bambino, in un ballo rituale, attorno ai parenti. Amici e parenti mandavano regali. La famiglia decorava l'ingresso della casa con una ghirlanda di olive (per un ragazzo) o una ghirlanda di lana (per una ragazza).

    RAGAZZE GRECHE In Atene, come in molte città stato greche, con l'eccezione di Sparta, le ragazze stavano in casa finché non si sposavano. Come le loro mamme, esse potevano frequentare alcune feste, funerali e potevano visitare le vicine di casa per brevi periodi di tempo. Il loro lavoro era aiutare la madre, ed aiutare nei campi, se necessario.

    RAGAZZI GRECI In diverse città stato greche i ragazzi stavano in casa fino alla maggiore età aiutando nei campi e negli altri lavori. All'età di 6-7 anni iniziavano a frequentare la scuola.

    GIOCATTOLI

    I bambini greci antichi usavano molti giocattoli: sonaglini, animali di terracotta, cavalli su ruote che potevano essere trainati e attaccati a dei carrettini, yo yo, bambole di terracotta.

    ANIMALI DOMESTICI

    Uccelli, cani, capre, testuggini, e topi erano animali domestici molto diffusi! Comunque nelle case greche non c'erano gatti!

    SCHIAVI

    Schiavi erano molto importanti. Essi pulivano e cucinavano, lavoravano nei campi, in fabbriche e negozi, nelle miniere e sulle navi. Anche la forza di polizia in Atene antica era fatta di schiavi! Sotto molti aspetti la vita di uno schiavo non era diversa da quella di un cittadino povero. C'erano cose che un schiavo non poteva fare. Non potevano andare a scuola, o occuparsi di politica, o usare il proprio nome. Il nome era loro fornito dal padrone: essi erano considerati una pura proprietà, non erano cittadini. Si poteva diventare schiavi in molti modi. Alcuni erano prigionieri di guerra, altri erano nati schiavi, altri ancora erano bimbi abbandonati su una collina o davanti a un cancello destinati a morire o ad essere raccolti da qualche passante. Alcuni erano stai venduti ancora bambini dai loro genitori poveri, altri erano stati rapiti e rivenduti. Gli schiavi erano talmente importanti nella Grecia antica che molti storici sono propensi a pensare che fossero più numerosi dei cittadini liberi.

    LE CASE DEI GRECI

    Le case dei Greci nei secoli V e VI a.C. erano formate da due o tre stanze - di pietra, legno o mattoni - costruite attorno ad un cortile scoperto. È probabile che le case più grandi avessero anche una cucina, una stanza da bagno, la sala da pranzo per gli uomini, anche una cucina, una stanza per bagnare la sala da pranzo di un uomini, e forse una stanza delle donne. Anche se alle donne greche era permesso di lasciare le loro case per periodi brevi di tempo, loro potevano godere l'aria aperta, nel riserbo del loro cortile. Molta della vita famigliare della Grecia antica era concentrata attorno al. I Greci antichi amavano i racconti e le favole. Una delle attività favorite era di raggrupparsi nel cortile per ascoltare queste storie, raccontate dalla madre o dal padre. Nel loro cortile, le donne greche si rilassavano, chiacchieravano, e cucivano. La maggior parte di pasti erano consumati nel cor

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.