Dεsdεmonα ha chiesto in Arte e culturaPoesia · 1 decennio fa

Che ne dite? Critiche e commenti?

Scritta di getto, siate sinceri, grazie ^^

Ti alzi, dal tuo letto, pieno di pulviscolo d'astro

sotto una coperta calda, oscura e soffocante

Ansimi, ti dimeni e scappi.

Corri

Con i tuoi piedini freddi e bianchi,

Che fanno tremare esili ed eterei fili d'erba, pietosi sotto il peso di troppa rugiada.

Fermati.

Voltati, e non farlo mai più

Perchè il sole che nasce, e si sdraia calmo sul cielo

Ti ha già sciolta, come pioggia sullo zucchero

In tenui, opalescenti colori

Che il tuo cuore di bambina nascondeva.

Alba.

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Vedi, cara,il problema sta nel fatto che, per te, è un grande merito l'averla scritta "di getto"

    Va bene lo scrivere sotto la spinta di una forte pulsione, ma dopo, affinchè ciò che si è messo su carta divenga poesia, bisogna lavorarci sopra.

    Hai mai visto "L'infinito"? Ci sono mille correzioni e solo così Leopardi ha potuto offrire al mondo quell'eterno capolavoro.

    Tu hai scritto una buona cosa, ci sono delle belle immagini, anche piuttosto nuove, un finale molto bello e suggestivo, ma devi dare una registratina a certi particolari.

    Concentrati e vedrai come diventerà più intensa ed essenziale la tua già interessante poesia.

    Tanti auguri

  • 1 decennio fa

    "Che fanno tremare esili ed eterei fili d' erba, pietosi sotto il peso di troppa rugiada" Un particolare che mi piace moltissimo e insieme alla frase finale.

    Avrei cambiato 2 termini, "piedini" magari, ma è lo stile dell'autore e non è giusto sostituire termini che non seguano davvero la linea di pensiero con cui hai scritto.

    Complimenti cmq e continua SEMPRE a scrivere quando e quello che senti. :)

  • 1 decennio fa

    Da poeta, la sola osservazione che ti posso fare è, tanti ornamenti ma vano anche bene.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.