Perchè dire ,meglio un figlio tossico dipendendente che un figlio omosessuale?

Oggi avevo una commissione da fare per cui in auto ho cambiato strada,mi fermo ,scendo e vedo un ragazzo che mi saluta ,lo osservo ma non capisco chi sia,mi avvicino e vedo che è D. un ragazzo che ora ha superato la trentina,lo ricordo giovane e bello,molte ragazze del quartiere lo ammiravano e gli facevano il filo,ma lui amava la droga,quando l'ho visto era distrutto,imbruttito e rovinato dalla droga,ci siamo salutati e sono risalito in auto verso casa.

Ricordo suo padre e sua madre,persone benestanti e due buoni genitori che al figlio hanno dato tutto,amore e soldi,ma non la strada da percorrere.

Il loro orgoglio di genitori è svanito ,D. non ha più una personalità,un progetto per il futuro,una strada da percorrere,ha solo un cervello bruciato da chissa che acidi ha uso.

Io sono tornato a casa,ho visto i miei genitori e mi hanno chiesto se questa sera il mio ragazzo cena da noi,l'ho chiamato ,abbiamo chiaccherato e in serata arriva da noi,tutto normale,ho una vita e una famiglia ,che sebbene hanno un figlio omosessuale si dicono orgogliosi di me.

I genitori di D.se oggi al posto di un figlio tossico avessero un figlio gay ,quanto meglio starebbero e quanto più tranquilli vivrebbero senza aspettare una telefonata dai carabinieri che gli dica che il loro figlio è stato trovato morto di overdose lungo un canale?

Perchè è così che molti amici di D. sono stati trovati.

Sfido chiunque a chiedersi in quali dei due casi sia meglio avere un figlio,io non ho deciso di essere gay,D.poteva farsi aiutare ad essere un uomo orgoglioso di se stesso,lui poteva scegliere.

Che ne pensate di chi dice :

meglio un figlio tossico che gay?

Aggiornamento:

Sakura,spesso noi come omosessuali ci siamo sentiti dire "meglio un figlio tossico che gay" e davanti questa realtà chi sostiene questa tesi non ha forse da ravvedersi ?

Anche in answers quando vedo domande del tipo "se vostro figlio fosse omosessuale?" ho visto risposte di questo tipo"meglio un figlio drogato ma non gay" .

Io non sono un santo,ma ho dato ai miei genitori ,con loro parlo e ragiono e ho un futuro,un tossico non ha nulla ,ne per se ne per la famiglia.

A questo punto chi fa queste affermazioni penso che preferirebbero vedere un figlio che si bacia con una persona del suo stesso sesso che con una siringa in mano.

Non è un confronto ,ma è quello che molti dicono.

Aggiornamento 2:

Eli,si hai ragione,magari in relazioni e famiglia

26 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    Che ne pensate di chi dice :

    meglio un figlio tossico che gay?

    Che sono persone ignoranti e che non hanno mai avuto (fortunatamente) un figlio tossico. Non hanno neanche la più pallida idea di cosa sia la droga e dei problemi che porta, economici e di salute.

  • 1 decennio fa

    ...mia sorella era tossicomane, è morta 15 anni fa di aids.

    Ora io sono madre di una ragazza di 20 anni e ti giuro che preferirei impiccarmi piuttosto di vederle fare la fine di mia sorella.

    Meglio un figlio tossicodipendendente che un figlio omosessuale?

    Chi dice certe scempiaggini non sa assolutamente niente delle tossicodipendenze e meno ancora dell'essere gay o lesbiche.

  • 1 decennio fa

    Penso che quella gente non sappia fare paragoni intelligenti.

    E' come dire 'meglio un figlio palestrato che uno biondo'.

    Tossico, palestrato o quello che volete ci si diventa, lo scegli tu per te, sei responsabile delle tue azioni e basta. Se tuo figlio nasce omosessuale o biondo, non ha certo deciso lui per se.

    E poi esistono anche tossici gay.

    Sinceramente io preferirei avere un figlio con la testa sulle spalle e basta, non mi importa che sia etero, bisessuale o gay. Basta che non sia così debole e sciocco da farsi condizionare da una dipendenza.

    I tuoi genitori sono fortunati ad averti :)

  • 1 decennio fa

    Meglio un figlio libero, SEMPRE!

    Io non sono nè gay nè tossica, ma ho dovuto lo stesso combattere continuamente con la mia famiglia, per le repressioni che mi avevano inculcato nel cervello...

    Se non avessi incontrato la persona giusta, che mi ha sostenuto o aiutato, penso sempre che non so che ne sarebbe stato di me...

    Un figlio deve essere libero di esprimersi sempre per quello che è, per non essere costretto a cercare "dimensioni" alternative (sto parlando naturalmente della droga! non voglio essere fraintesa...) con le quali la vita può sembrargli meno dura... E' solo un pagliativo, che nel miglior dei casi, diventerà un rifugio, nel peggiore dei casi può portare alla completa distruzione di tutto te stesso, non solo del tuo corpo ma di tutta la tua essenza...

    Buona serata...

    Costanza

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • nene
    Lv 7
    1 decennio fa

    eh sì

    ho sentito dire tante di quelle volte questa cosa

    anche da un MEDICO palestinese che ho conosciuto in Texas la pensava così. alla faccia dello scienziato!

    banale risposta, banale avverto

    COMPLETA IGNORANZA DI COSA VUOL DIRE ESSERE TOSSICODIPENDENTI

  • Anonimo
    1 decennio fa

    "Due cose sono infinite l'universo e la stupidità umana ma della prima non ne sono sicuro"

    Fonte/i: Albert Einstein
  • .
    Lv 6
    1 decennio fa

    Perché le persone sono ignoranti e incoscienti. Non sanno cosa significhi avere un figlio tossico, o magari malato di qualche malattia grave e debilitante (perché ci sono anche quelli che pensano "meglio down che gay"), non sanno cosa significa dover affrontare ogni giorno la triste realtà di queste condizioni, per cui la sparano grossa, senza pensarci.

    Considerano forse il fattore "vergogna": suppongo che proverebbero minore vergogna nell'avere figli in quelle condizioni. Ma non considerano l'estremo dolore a cui dovrebbero andare incontro. Vero dolore; non il "dolore" dettato dalla stupidità.

  • La tua riflessione è più complessa di quanto non sembri in apparenza, in primo luogo bisogna considerare che un genitore ama ed amerà sempre (bè, anche qui esistono le eccezioni) il proprio figlio e non lo sostituirà con nessuno al mondo, in secondo luogo è anche vero che certi comportamenti autodistruttivi spesso derivano da una cattiva educazione da parte dei genitori (non voglio dire che la colpa sia sempre dei genitori in quanto anche non volendolo si rischia di diventare dei pessimi educatori). La questione delle responsabilità è molto complessa.

    Certo però che se ad un genitore fosse chiesto se preferisse che suo figlio cresca gay o tossicodipendente, solo un idiota sceglierebbe la seconda possibilità e nel qual caso si meriterebbe di subire le sofferenze che un figlio in queste condizioni gli porta, peccato che forse il figlio avrebbe meritato un genitore migliore.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    La droga rovina la vita, il portafogli e uccide. L'omosessualità no.

  • 1 decennio fa

    sarebbe una domanda da fare in religione e spiritualità.

    mi piacerebbe leggere risposte e motivazioni :)

    si anche in relazioni e famiglia sarebbe interessante

    Fonte/i: domanda inviata in religione e spiritualità. pregherei chi risponde di non farlo in modo offensivo che poi la eliminano subito.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.