? ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 1 decennio fa

chia ha letto il libro Una Bambina E Basta? potete darmi un riassunto?

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    È la storia di una bambina ebrea e del suo rapporto con la madre. La piccola viene nascosta in un convento cattolico alle porte di Roma per sfuggire alla deportazione. È attratta dal dio «buono dei cristiani e non da quello sempre arrabbiato degli ebrei», dalla sicurezza di quel mondo cattolico non minacciato, da una lieve vertigine mistica ambiguamente incoraggiata da qualche monaca, dalla speranza d’interpretare la Madonna alla recita di Natale. Ma quando è a un passo dall’abbracciare la nuova fede, interviene la madre, «tigre, leonessa, che ha poco tempo per libri e sinagoghe perché deve difendere le figlie», la loro vita ma anche la loro identità minacciata. Solo a guerra terminata potrà dire alla figlia: tu non sei una bambina ebrea, sei una bambina e basta.

  • 1 decennio fa

    AUTORE: Levi Lia

    TITOLO: Una bambina e basta

    EDITORE: E/O

    ALUNNO/A: Raimondi Lucia

    CLASSE: 2

    SEZIONE: A

    SCUOLA: Media G. Mameli

    COMUNE: San Giovanni in Persiceto

    DATA: 28/03/96

    RECENSIONE

    Il libro, autobiografico, racconta le vicende di Lia, bambina ebrea, e

    della sua famiglia che deve sfuggire ai rastrellamenti tedeschi.

    Lei, i suoi fratelli e la mamma trovano rifugio in un collegio di

    religiose.

    Lia viveva ogni giorno con il timore crescente di essere presa e

    separata sua famiglia che la terrorizza; questi avvenimenti hanno

    spezzato la sua serena e felice infanzia, vissuta giocando con gli

    amici e la scuola, trasformandola in un incubo. La terribile guerra

    che era in corso l'aveva separata anche dagli amici, con cui aveva

    trascorso i suoi migliori giorni.

    Lia cresceva ogni giorno e con lei cresceva anche la paura di essere

    presa, di non rivedere mai piu' la sua famiglia, i suoi amici.

    La paura l'aveva indotta a dire che si sarebbe convertita al

    cattolicesimo, pur di salvarsi, anche perche' era affascinata dalle

    parole delle religiose del collegio.

    Il fascino di questo libro e' nella delicatezza e semplicita' con cui

    tratta e affronta un argomento drammatico e sconvolgente come la

    guerra e il razzismo.

    Permette di riflettere approfonditamente sulla realta' di quegli anni

    cosi' cruenti.

    KiSs**

  • 1 decennio fa

    Io ho anke 2 autografi di Lia levi!!Xò sinceramente nn mi interessano!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.